SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prove di dialogo. Le forze dell’opposizione di sinistra di San Benedetto si sono incontrate lo scorso 22 ottobre nella sede dell’associazione Rinnovamento e Progresso, come specificato in una nota del segretario Francesco Neroni: “La nostra associazione è nata dopo le elezioni comunali dl 2016 con lo scopo di lavorare per riunire le varie componenti della sinistra cittadina”.

Erano presenti esponenti del Partito Democratico (Piergiorgio Giorgi), di Articolo 1 – Mdp (Riccardo Morelli), Rifondazione Comunista (Matteo Cicconi, Daniele Primavera), Sinistra Italiana (Marco Capriotti), Verdi (Daniele Mariani), Partito Socialista (Umberto Pasquali).

“Dopo l’introduzione del presidente dell’associazione che ha invitato tutti a guardare avanti e ad aprire una nuova “fase costituente” con l’obiettivo di un “ripensamento generale della città”, hanno preso tutti la parola e, anche con accenti e argomentazioni diverse, gli intervenuti hanno manifestato la volontà di riprendere un percorso interrotto mesi fa – si legge nella nota – Diversi hanno posto l’esigenza di una analisi più approfondita delle sconfitte che la sinistra ha subito nel recente passato per evitare di ripercorrere le stesse strade e rifare gli stessi errori”.

“Durante il percorso, inoltre, si valuterà anche gli altri soggetti da coinvolgere (partiti, associazioni, personalità). Alla termine tutti hanno convenuto di procedere sul percorso proposto dall’associazione e rivedersi a breve per cominciare ad affrontare, in forme completamente nuove, i vari problemi cittadini in termini tematici (infrastrutture, viabilità, turismo, sanità, casa)” conclude la nota.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.