SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La linea ferroviaria Rimini-Ancona è stata riaperta nella tarda mattinata del 18 ottobre e la normale circolazione è ripresa dopo il rinvenimento di un cadavere sui binari all’altezza di Pesaro.

Una Freccia, due Intercity e tre regionali hanno accumulato 60 minuti di ritardo, altri 5 regionali sono stati limitati. Disagi alla circolazione sull’Adriatica.

Intanto è stata confermata dalla polizia ferroviaria l’ipotesi che il corpo ritrovato nell’interbinario sia di un giovane, poco più che ventenne, di Pesaro, che si sarebbe ucciso.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.