SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giovedì 18 ottobre, ore 12, in Piazza Giorgini a San Benedetto del Tronto si celebra la XII Giornata Europea contro la Tratta di Esseri Umani. Un’iniziativa europea che ha l’obiettivo di portare nelle piazze il tema della tratta di esseri umani per raccontare i sistemi di sfruttamento che coinvolgono persone italiane e straniere sul nostro territorio.

La tratta di esseri umani coinvolge oggi in Europa circa un milione di persone (Organizzazione internazionale del Lavoro), che vengono costrette dalle organizzazioni criminali, con modalità di forte soggezione, violenza e ricatto, a offrire prestazioni nell’ambito della prostituzione, del lavoro forzato, nelle economie illegali e nei matrimoni forzati.

Interverranno:

·         Vincenzo Castelli, Presidente dell’Associazione On the Road

·         Antonella Baiocchi, Assessore con delega alle politiche sociali

·         Operatrici anti tratta dell’Associazione On the Road

 Flash mob

Coordinandoci con tutta la rete antitratta italiana guidata dal Numero Verde Antitratta (800 290 290), parteciperemo al flash mob della campagna nazionale #liberailtuosogno. Alle ore 12.30 in Piazza Giorgini a San Benedetto del Trontolanceremo in aria decine di palloncini arancioni gonfiati ad elio con il logo della campagna per coinvolgere la comunità di San Benedetto del Tronto. Liberando in aria decine di palloncini colorati comunicheremo la liberazione dal giogo dello sfruttamento di tutte le vittime di tratta presenti nel nostro Paese. 

Installazione artistica

Nei pressi di Piazza Giorgini verrà collocata un’istallazione artistica formata da 5 braccia di argilla che escono dall’asfalto. Questa creazione ha l’obiettivo di comunicare la richiesta di aiuto di persone, come le vittime della tratta di esseri umani, che vivono in condizioni di oppressione. Si troverà in un punto di passaggio, perciò le persone potranno decidere se scansarle oppure fermarsi un momento per capire di cosa si tratta.

“Queste persone ci chiedono aiuto, ma non riusciamo a sentirle perché sono costrette sotto uno strato di paure e violenze che ne limitano la comunicazione. Solo una parte del loro dolore è visibile. È solo uscendo dalla nostra comfort zoneche riusciremo a notarle e decidere di prenderle per mano per uscire dal contesto soffocante e opprimente che le avvolge e le tiene soggiogate”  afferma Cristina Pizzolato, Responsabile della Comunicazione, Associazione On the Road.

L’evento è organizzato dall’Associazione On the Road con il patrocinio del Comune di San Benedetto del Tronto e del Dipartimento per le Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.