SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Forte affluenza di cittadini per la prevenzione del tumore del colon e del retto in Riviera nei giorni scorsi dall’associazione Punto Aiuto Cittadino.

I cittadini dei paesi limitrofi hanno chiesto di ripetere l’iniziativa nelle loro piazzeMolti cittadini non eseguono la prevenzione per mancanza di denaro. Anche il Parroco Don Gianluca Rosati della Parrocchia Cristo Re ha collaborato informando i fedeli della iniziativa durante la Messa. Al termine della campagna di prevenzione saranno informate le autorità sanitarie circa alcuni aspetti negativi riferiti dai cittadini.

Continue file di cittadini si sono registrate presso la Piazza Cristo Re per la prima giornata della campagna di informazione sui tumori del Colon e del retto promossa dall’Associazione Punto Aiuto Cittadino con la collaborazione del Servizio  di Oncologia diretto dal Dottor Giorgio De Signoribus, con la collaborazione del Servizio di Gatroenterologia diretto dal Dottor Giuseppe Novelli, dalla Direzione Sanitaria e la Pubblica Assistenza Misericordia di Grottammare, Sono stati distribuiti centinaia di volantini informativi.

Una iniziativa molto apprezzata dai cittadini che si sono sottoposti gratuitamente alla rilevazione della pressione arteriosa, alla rilevazione dei battiti cardiaci e alla saturazione dell’ossigeno nel sangue. Tanti cittadini provenivano dai paesi limitrofi e questo è il segna tangibile che l’iniziativa è molto sentita e che la salute è un bene prezioso. Nel corso dei lavori coloro che presentavano la pressione arteriosa elevata e battiti cardiaci superiori alla norma sono stati invitati a consultare i loro medici di famiglia

“Tuttavia ancora una volta vogliamo far presente e ribadire che molti cittadini riferiscono di non praticare la prevenzione sanitaria per mancanza di denaro – affermano gli organizzatori – Sono questi fatti gravissimi che non possono e non debbono accadere ed essere sottaciuti  in una società moderna e tecnologicamente avanzata, il diritto alla salite è sancito dalla nostra Costituzione e tutti, a prescindere  dalle loro capacità di reddito, sesso, razza e credo religioso, debbano essere messi nelle condizioni di curarsi e di godere del pieno benessere psicofisico”.

I membri concludono:Al termine della campagna di informazione faremo un resoconto che invieremo alle autorità sanitarie locali, Provinciali, al Sindaco e al Presidente della Regione Marche, affinché si possano prendere  provvedimenti idonei per risolvere dette vergognose situazioni.  Con queste iniziative vogliamo contribuire a creare nella nostra città e non solo la cultura della prevenzione sanitaria a qualsiasi livello. I cittadini presenti provenienti da paesi limitrofi, ci hanno invitato a ripetere l’iniziativa nelle loro piazze.  Vogliamo ringraziare la Parrocchia Cristo Re nella persona del Parroco Don Gianluca Rosati per la sua collaborazione informando durante la messa  i fedeli della iniziativa posta in essere”.

Prossimi appuntamenti: 28 ottobre alla Sacra Famiglia, Ragnola dalle 10.30 alle 12,30. 11 novembre alla Rotonda di Porto D’Ascoli sul lungomare dalle 10.30 alle 12.30 e il 25 novembre in piazza Giorgini dalle 10.30 alle 12.30.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 9.092 volte, 1 oggi)