SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo le voci di divorzio circolate nella scorsa primavera San Benedetto sembra volersi tenere stretta la corsa dei due mari. La cronometro, ultima tappa della Tirreno-Adriatico, anche per il 2019 si dovrebbe svolgere nella nostra città.

Negli ultimi giorni infatti Stefano Allocchio, vicedirettore di corsa di RCS Sport, l’azienda che organizza le grandi classiche del ciclismo italiano fra cui anche il “Giro”, ha incontrato l’amministrazione e in particolare l’assessore allo Sport Pierluigi Tassotti. A quanto pare la cronometro sul lungomare sambenedettese è molto vicina alla conferma ufficiale dopo che, nella scorsa edizione, si temeva una separazione del binomio cinquantennale fra la corsa e la Riviera delle Palme. Motivo? I costi, che sembrava fossero destinati a lievitare.

Lo scorso anno infatti San Benedetto spese circa 55 mila euro (Iva compresa) per aggiudicarsi la cronometro 2018. Dalle trattative sarebbe emerso che le richieste economiche dell’organizzazione, anche per il 2019, dovrebbero aggirarsi attorno a quella cifra, motivo che sta spingendo in porto la conferma della Tirreno che, in ogni caso, si dovrebbe tenere una settimana più tardi rispetto al 2018. “Le richieste si aggirano attorno ai 60 mila euro (Iva compresa n.d.r.)” ci ha infatti detto proprio l’assessore Tassotti.

Ma non è finita qui. Il tavolo fra Tassotti e Allocchio, da quanto appreso, avrebbe aperto anche a un’ulteriore possibilità per San Benedetto: il passaggio, sul nostro lungomare, di una tappa del Giro d’Italia. Il percorso della grande classica del ciclismo italiano sarà presentato ufficialmente a Milano il prossimo 31 ottobre. “Al momento si sa che una tappa del Giro- al via l’11 maggio a Bologna – partirà da Tortoreto Lido e si dirigerà verso Nord ed è possibile che San Benedetto ne diventi non solo un semplice “passaggio” ma anche la sede di un traguardo volante” continua l’assessore. (Per traguardo volante si intende quell’arrivo intermedio (in cui non ci si ferma) valido per ottenere secondi in classifica n.d.r.)

Potrebbero essere dunque due le date da segnarsi sul calendario ciclistico della città: la Tirreno-Adriatico attorno al 20 marzo e meno di due mesi più tardi anche un’affascinante passaggio della corsa più famosa dello Stivale.

 

 

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 734 volte, 1 oggi)