SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In via Ugo Bassi sono iniziati i lavori di ristrutturazione nuove aiuole, nuovi aceri saranno piantati dopo il taglio di quelli storici che tanto fecero discutere nel 2015.

C’è chi però chiede all’amministrazione se gli interventi sulla zona saranno completi. Spieghiamo meglio. Due anni fa, nel novembre del 2016, l’associazione Rinnovamento e Progresso facente capo anche a Paolo Perazzoli, promosse una petizione (che raccolse oltre 80 firme) che chiedeva la ripiantumazione degli alberi anche sul lato Est di via Bassi (a seguito del taglio del 2015 furono ripiantati solo sul lato Ovest), la riasfaltatura della strada, nuova illuminazione e nuovi marciapiedi.

Le piante dovrebbero arrivare a breve e a quanto pare anche la nuova illuminazione. Rinnovamento e Progresso, però, chiede lumi all’amministrazione su marciapiedi:Mentre per l’impianto di illuminazione abbiamo avuto assicurazione che nel giro di alcuni mesi si dovrebbe concretizzare, non abbiamo notizie del rifacimento dei marciapiedi che sono in uno stato indecoroso per una via centralissima e tra le più commerciali” scrivono dall’associazione. “Invitiamo l’Amministrazione a procedere nella realizzazione del progetto completo in modo da ridare lustro ad una delle vie più importanti di San Benedetto.”

LEGGI QUI LE “PUNTATE PRECEDENTI” DELLA STORIA DI VIA UGO BASSI

 

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 160 volte, 1 oggi)