SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Anche i Radicali criticano la decisione dell’Amministrazione Comunale che ha querelato l’ex esponente di Rifondazione Comunista Daniele Primavera, assolto ieri in primo grado dal Tribunale di Ascoli per diffamazione e sostituzione di persona.

!Noi Radicali difendiamo ora e sempre il diritto di satira, ricordando all’Amministrazione Comunale di San Benedetto del Tronto che la libertà di espressione è tutelata in primo luogo dalla Costituzione (art. 21 e art. 33). Per questo esprimiamo totale solidarietà a Daniele Primavera, ieri assolto dalle accuse di diffamazione e sostituzione di persona per una mera vignetta satirica”.

Pagina “Piunti Sindaco”, Primavera assolto. Il Comune deve pagare 5 mila euro

“L’amministrazione dovrà sborsare, oltre ai 780 euro già spesi per la querela, 5 mila euro per la costituzione in giudizio.
Il sindaco Pasqualino Piunti, dopo la sentenza, si è dichiarato oltremodo convinto delle sue ragioni. Sindaco Piunti, se è così convinto di essere nel giusto, faccia ciò che è davvero giusto fare: i 5 mila euro li tiri fuori di tasca sua”.

Assoluzione Primavera, Piunti: “Attendiamo le motivazioni e poi decideremo il da farsi”


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.