SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Conto alla rovescia per Samb-Monza di stasera, la partita in cui i tifosi rossoblu riversano le loro speranze dopo un avvio di stagione da incubo. Si è parlato e scritto molto della sfida, con tanta curiosità che dipende anche dalla nuova proprietà del club brianzolo, passato a una delle “coppie” più famose della storia del calcio italiano come Berlusconi e Galliani.

Ma Samb-Monza al Riviera è anche la partita di un calciatore brasiliano di 35 anni: Reginaldo Ferreira Da Silva. L’attaccante, dopo una bella carriera in serie A e B condita da tanti gol e pure da qualche conquista extra-sportiva (celebre la relazione con la showgirl Elisabetta Canalis), a partire dal 2013 finisce nel dimenticatoio dopo aver lasciato Siena per far ritorno in Brasile.

Un Reginaldo piuttosto diverso e visibilmente appesantito si ripresenta, destando anche la curiosità della stampa nazionale, a San Benedetto nel gennaio 2016. Gli dà fiducia la Samb di Fedeli che sta veleggiando verso la promozione in Serie C. Reginaldo si allena per il resto della stagione col gruppo guidato da Ottavio Palladini, perde peso e lentamente guadagna una forma accettabile. La Samb punta a tesserarlo già per quella stagione con un occhio alla successiva.

Si mettono di mezzo però dei problemi burocratici col passaporto del giocatore carioca che, di fatti, nel girone di ritorno in Serie D non scende mai in campo con la maglia rossoblu. A fine stagione Reginaldo diventa comunitario e i Fedeli riprovano a tesserarlo ma stavolta si rompe qualcosa nelle trattative fra la società e l’entourage della punta, con l’Ad Andrea Fedeli che arriverà a dire di essersi sentito “offeso” dalle richieste economiche del suo procuratore. (CLICCA QUI).

Dopo l’esperienza alla Samb, in effetti, il 33enne (all’epoca) Reginaldo riesce a rilanciarsi mettendo a segno 17 reti in una stagione e mezza di C con le maglie di Paganese e Trapani. Nei fatti una seconda vita da calciatore. La scorsa stagione, a gennaio, prova di nuovo il salto in B con la Pro Vercelli ma le cose non vanno come forse Reginaldo si aspettava (1 gol appena in 14 presenze). Quest’anno è ripartito dal Monza che finora l’ha praticamente sempre schierato titolare e stasera arriva per lui una partita sui generis, contro quella che poteva essere la sua squadra.

QUI PUOI LEGGERE TUTTA LA “TELENOVELA” FRA REGINALDO E LA SAMB RISALENTE AL 2016

 

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.