SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Venerdì 5 ottobre alle ore 19 inizierà il 45° anno accademico della Scuola di formazione teologica della diocesi di San Benedetto, Ripatransone e Montalto.

Don Gianluca Pelliccioni, direttore della Scuola di formazione teologica, esprime gratitudine a “Padre Giuseppe Crocetti, iniziatore e curatore della scuola nei decenni con i Padri Sacramentini, e si estende alle migliaia di studenti di questi anni e ai docenti che insieme hanno dato vita a questa bellissima avventura.”

“Il contributo della scuola alla nostra chiesa locale, – afferma Don Gianluca Pelliccioni – fatto nel silenzio e nella perseveranza, è stato consistente in particolare nell’ambito del servizio alla Parola, formando le persone che all’interno della chiesa stessa hanno svolto incarichi di servizio e di responsabilità. Altresì ha saputo anche incontrare, accogliere, camminare con persone in ricerca di senso e di approfondimento delle proprie domande esistenziali, dialogare con le ragioni dell’altro. Il cammino prosegue con gioia e lungimiranza.”

Tra le novità di questo nuovo anno accademico, in occasione della ricorrenza dei 45 anni, l’attivazione dei corsi di Bioetica, di teologia dell’arte e gli opzionali di storia delle religioni e teologia dei ministeri nella Chiesa, con nuove acquisizioni tra i docenti per Nuovo Testamento, Storia della Chiesa, Teologia morale fondamentale.

“Per la prolusione dell’anno accademico – spiega il direttore – il 9 novembre presso il teatro S. Filippo Neri, sarà presente il prof. Luigi Alici dell’università di Macerata con una relazione dal tema “Dare forma alla vita: il laico tra fede e storia” e in quella occasione, aperta a tutto il territorio, inviteremo gli ex-alunni e consegneremo i diplomi di cultura teologica a chi ha concluso lo scorso anno il ciclo triennale. Stiamo predisponendo per febbraio una giornata di studi di Bioetica e continueremo con la pubblicazione della nostra rivista “Formazione teologica” e il viaggio di istruzione.”

“Lo scorso anno abbiamo raggiunto il numero di 60 iscritti – conclude – distribuiti nei tre anni di curricolo, con un buon numero di studenti che hanno sostenuto gli esami di fine corso: speriamo di crescere in numero e in qualità.
La scuola insomma, come dice il suo slogan, ci aiuta ad essere “trasfigurati dal Mistero” di Dio e vuole sempre più “costruire ponti” all’interno della nostra chiesa locale e con il territorio, secondo il mandato espresso nella lettera pastorale del nostro vescovo Carlo, presidente e promotore convinto della scuola, per questo anno 2018/2019.
Le iscrizioni sono ancora possibili sia on-line sul sito www.scuoladiformazioneteologica.it , dove troverete tutte le info (cell 333 1227777), sia venendo presso le aule della scuola presso i Padri Sacramentini a San Benedetto del Tronto durante le prime lezioni”.”

L’offerta formativa è distribuita in tre anni, il primo di introduzione ai fondamenti, che rimane invariato nel tempo, il secondo e terzo anno caratterizzati da una alternanza annuale tra focalizzazione cristologica ed ecclesiologica.
Le lezioni si svolgono settimanalmente ed è raccomandata una assidua frequenza. Gli studenti sono invitati a sostenere dialogo-esami con i docenti, anche attraverso dei lavori scritti.
La scuola non rilascia titoli accademici validi per insegnamento della religione o per l’inserimento in Istituti di scienze religiose o teologici.  Alla fine del triennio verrà consegnato allo studente un Attestato di Partecipazione.
Per gli studenti che sosterranno gli esami con i docenti, si avrà un diploma di cultura teologica.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.