GROTTAMMARE – Ventiquattro anni di cultura e impegno. L’associazione culturale Blow Up di Grottammare presenta la XXIV stagione, in linea con la propria storia e con le passioni, le ricerche, i laboratori e le attività didattiche e di animazione culturale e sociale di tutti noi che vi operiamo. In programma per l’anno sociale 2018-2019, una serie di iniziative in cui verranno messe al centro dell’attenzione le dinamiche familiari, in tutta la loro complessità, il loro fascino controverso, la famiglia come croce e delizia dell’esistenza di tutti noi.

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti una volta effettuata, al costo di 10 euro, la tessera-abbonamento F.I.C. 2018-2019 rilasciata e timbrata dall’Associazione Culturale Blow Up, tranne le cene letterarie, i laboratori a tema, la scuola di teatro e le performance teatrali di Officina Teatrale.

Ci inoltreremo nei “Labirinti familiari” del titolo attraverso il cinema, il teatro, la letteratura, la musica, i laboratori a tema per tutta la famiglia, le conferenze degli psicoterapeuti e dei docenti universitari, le lezioni multimediali costruite coi ragazzi delle scuole superiori del nostro territorio e i loro insegnanti, le cene letterarie e tematiche nel Vecchio Incasato di Grottammare. Decine sono gli appuntamenti, distribuiti da ottobre a maggio, tra questi della XXIV stagione e quelli collaterali da noi organizzati in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura, l’Assessorato alle Politiche Giovanili e l’Assessorato all’Inclusione Sociale e alle Pari Opportunità, all’Ospitale Casa delle Associazioni, al Dep Art, al Teatro dell’Arancio, al Kursaal e alla ludoteca “L’Isola che c’è”.

Il primo a riprendere l’attività sarà il 1° di ottobre il maestro Vincenzo Di Bonaventura con la Scuola di teatro, che proseguirà fino a luglio 2019, tutti i lunedì alle 21, Officina Teatrale – La Macchina Attorriale di Teatrlaboratorium 27 Aikot. La scuola, che negli scorsi anni è riuscita a produrre due grandi successi di critica e di pubblico (“Edipo Re” e “Antigone”), è riservata ai tesserati Blow Up (10 euro) ed ha un costo di 40 euro mensili. Info e iscrizioni: 338 1042523.

Il primo film “storie di famiglie” si terrà giovedì 4 ottobre alle ore 21.15 presso l’Ospitale Casa delle Associazioni  con la proiezione di “Captain Fantastic” di Matt Ross (Usa 2016) film che dà inizio ai percorsi del Blow Up attraverso i labirinti familiari con una prima sezione dedicata alle famiglie nel loro complesso, a cui seguiranno altre tre sezioni con riflessioni e storie sulle figure paterne, materne e sui figli, mentre venerdì 5 ottobre al Dep Art, alle ore 20, si terrà Vhs (Videotape High School): doppia videoproiezione, dj set e aperitivo lungo.

A tutte le iniziative di natura conferenziale e didattica sui temi legati a “Labirinti familiari” saranno invitati alla partecipazione psicoanalisti, psicoterapeuti, psicologi, assistenti sociali, educatori, insegnanti, pedagogisti, famiglie (genitori, figli, nonni), nella speranza che in ogni occasione si possa creare un confronto costruttivo sul tema.

“Labirinti familiari” e “LABirinti familiari” è anche riuscire a fare cultura nelle modalità in cui “noi di Blow Up l’intendiamo: come un servizio, possibilmente priva di sensazionalismi, svincolata dalle logiche dettate dalla Tv, capillare nel territorio, concreta, quotidiana, che valorizzi i talenti e le potenzialità delle persone, che crei aggregazione sociale, che sviluppi il senso civico. Nonostante tutto, però, la nostra forza è, e rimane, la tua presenza fisica alle nostre iniziative, il passaparola, l’essere seguiti in rete (pagina Facebook e sito), i messaggi e le richieste di collaborazione che riceviamo e che inoltriamo e che di anno in anno accrescono e migliorano i nostri contatti” si legge nella nota di presentazione.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.