ROSETO DEGLI ABRUZZI – Nell’ambito degli specifici servizi disposti per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti destinato soprattutto al mercato della costa teramana, agenti della Squadra Mobile nella serata di ieri, 27 settembre, hanno effettuato perquisizioni personali e domiciliari in diversi  appartamenti di Roseto degli Abruzzi.

All’esito dell’ampia operazione sono stati tratti in arresto in flagranza di reato due fratelli. In un appartamento situato nella zona centrale della città, sono stati rinvenuti complessivamente 104 grammi di marijuana contenuti in un vaso di vetro occultato all’interno di uni stipo della cucina. Rinvenuti anche 4 pezzi di hashish per un peso complessivo di 8 grammi già confezionati e pronti per lo spaccio al dettaglio. Il possessore dello stupefacente, un 40enne italiano è stato così tratto in arresto.

In un’altra abitazione di una contrada di Roseto, i Poliziotti hanno poi rinvenuto ulteriori 145 grammi di marijuana, occultata in una scatola di scarpe in un  fondaco. Inoltre, in un appezzamento di terreno adiacente l’abitazione, sono state anche trovate e sequestrate  tre piante di marijuana alte rispettivamente 100, 70 e 60 centimetri. Il possessore dello stupefacente, un 50enne, fratello del 40enne, e così anch’egli finito agli arresti.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.