SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Samb alla terza partita deludente dall’inizio della stagione. La vittoria ancora non arriva, con la Vis è solo 1 a 1. Le interviste del post partita. Come di consueto è il presidente a parlare per primo e si presenta in sala stampa visibilmente abbattuto.

Franco Fedeli

 “E’ stata una brutta serata ed è la terza di fila adesso. Abbiamo due punti in classifica, non è questa la mia Sambenedettese, non è quella che abbiamo costruito. Le responsabilità sono mie che ho scelto mister e giocatori, le ho fatte io le scelte tecniche, assieme a mio figlio e allo staff.

“COLPA MIA”. “Purtroppo il problema arriva dall’anno scorso in cui ci siamo dovuti sobbarcare dei giocatori che adesso ci rimangono sul groppone (probabile riferimento a Stanco, tra i più beccati anche dai tifosi al momento della sostituzione n.d.r.). Sono abbattuto, in altre condizioni avrei fatto fuoco e fiamme dopo una serata così, mi sento spento e demotivato. Io posso anche perdere o pareggiare ma in campo voglio vedere una squadra che lotta e corre in mezzo al campo. Prima o poi un risultato dovrà arrivare ma se l’atteggiamento della squadra è questo la vedo dura. Magi in discussione? Non non si discute niente adesso, l’allenatore l’ho scelto io e rimane.”

Giuseppe Magi

 “Ci aspettavamo di essere poco belli ma dovevamo essere di sostanza per vincere. Ci eravamo quasi riusciti. Poche occasioni? Quando non riesci a tenere palla nella metà campo avversaria purtroppo non riesci a creare in attacco. Ci sono giocatori importanti in questa squadra che possono prendere la condizione solo giocando e mi riferisco a calciatori come Signori, Stanco e Russotto. Loro hanno bisogno di mettere minuti per arrivare a un buon livello atletico. Su Stanco in particolare: “Ha concluso poco ma ha lottato su molti palloni. Nel complesso non credo che abbia fatto una gara così pessima. Purtroppo se Stanco non riesce a segnare è anche colpa di tutta la squadra che dovrebbe metterlo nelle condizioni”.

Sul gioco: “Vorremmo essere belli ma evidentemente qualcosa non va. La Vis a parte una girata di Petrucci non ha fatto un granché ma da parte nostra sono emersi i problemi che sono emersi anche a Teramo. Non mi aspettavo di dominare ma per certi tratti il campo lo abbiamo tenuto bene certo è che questo pareggio lascia parecchio amaro in bocca. I fischi? Fanno molto male, ce li siamo presi e adesso dobbiamo trasformare questa rabbia in energia positiva”.

Leonardo Colucci (tecnico della Vis Pesaro)

“Secondo me abbiamo meritato questo pareggio, siamo venuti qui a giocarcela a viso aperto. Abbiamo anche giocatori molto giovani (molti vengono dalla Sampdoria n.d.r.). I giovani li facciamo giocare, il loro percorso passa anche da alcuni errori”.

Andrea Zaffagnini

“C’è tanta amarezza, avremmo voluto vincere questa partita: per noi per i tifosi, per tutti. Secondo me manca solo un’iniezione di fiducia, qualcosa che ci faccia sbloccare. Speravo arrivasse oggi e per questo siamo delusi. Sul gol: Il gol? Sono io che ho crossato in mezzo e poi c’è stata una deviazione avversaria e la palla si è insaccata. Mi trovavo avanti perché ero salito a pressare sul difensore avversario, sono riuscito a toccare per Calderini che poi me l’ha ridata. Sulla prossima: “Andiamo in casa della Giana Erminio determinati. Siamo una squadra forte e lavoriamo bene, serve solo qualcosa, un risultato che ci faccia sbloccare”.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.