SAN BENEDETTO DEL TRONTO – È stato firmato, presso la sede dell’Università Politecnica delle Marche in via Mare a San Benedetto del Tronto, l’accordo di partnership tra la Banca del Piceno e l’Università Politecnica delle Marche.

Sarà stanziata una somma per finanziare stages internazionali nell’ambito del “Progetto Campus World” a favore di laureati della Facoltà di Economia “Giorgio Fuà” della sede di San Benedetto del Tronto, attraverso un’apposita convenzione: il progetto ha tra le sue finalità quelle di incrementare e promuovere l’attività di stage all’estero, favorire l’integrazione tra Università e mondo del lavoro internazionale, promuovere il processo di internazionalizzazione, consentire di conoscere nuove realtà economiche, offrire un nuovo servizio ad imprese ed enti e favorire la conoscenza delle lingue straniere.

“Il nostro obiettivo – ha dichiarato il Presidente della Banca del Piceno, Aldo Mattioli – è quello di interpretare con la massima precisione possibile le esigenze del territorio e, dunque, l’incarico che affidiamo all’Università Politecnica delle Marche rientra appieno nel più ampio progetto riorganizzativo e operativo di una banca, che dopo la fusione, ha maggiori risorse umane ed economiche ma anche maggiori responsabilità nei confronti della collettività”.

Il Rettore Sauro Longhi: “Con i corsi della Politecnica a San Benedetto del Tronto la triennale in Economia Aziendale e la magistrale in Management pubblico e dei sistemi socio-sanitari, prepariamo gli studenti della Politecnica con conoscenze multidisciplinari che consentono al laureato una molteplicità di sbocchi professionali legati al territorio.  L’alto tasso di occupazione pari al 91,9% (contro l’87,3% media nazionale secondo il XX Rapporto AlmaLaurea) è anche frutto della politica di internazionalizzazione degli studi che vede in questo progetto una ulteriore elemento di rafforzamento”.

Il Pro Rettore Gian Luca Gregori:” Con Campus World i laureati Univpm possono svolgere stage all’estero con ottimi risultati sul fronte occupazionale. L’85% degli studenti intervistati dopo il progetto è occupato, di questi il 72% ha trovato lavoro in Italia e in particolare il 54% nelle Marche. Un ringraziamento va alla Banca del Piceno che ha creduto nel progetto e che grazie a questa partnership consentirà ad un gruppo di laureati e residenti nel territorio di realizzare questa esperienza formativa che negli anni ha riscosso un notevole successo testimoniato dalla crescita dei partecipanti e dall’interesse evidenziato dal numero di domande”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 178 volte, 1 oggi)