Di Alessandro Maria Bollettini

CUPRA MARITTIMA – L’Amministrazione comunale di Cupra Marittima ha iniziato  lo scorso Maggio, in via sperimentale, un progetto dal nome “Cupra per l’ambiente”, in collaborazione con “Marche a Rifiuti Zero”. L’iniziativa mette insieme tante azioni virtuose per l’ambiente e si occupa dunque anche della lotta allo spreco alimentare, tema spesso all’ordine del giorno negli ultimi anni.

Molto importante il contributo di “Spinsanti packaging”,  grazie al quale  vengono messe a disposizione dei ristoranti che aderiscono all’iniziativa delle “family bags”, sulle quali è impresso il logo del progetto “Cupra per l’ambiente”; i contenitori possono essere distribuiti ai clienti che ne facciano richiesta, per portare a casa eventuali avanzi.

Queste scatole per il cibo sono volutamente eleganti, con il fine di sdoganare il messaggio che chiedere di portare a casa gli avanzi sia una richiesta di cui non bisogna  assolutamente vergognarsi, ma anzi di come sia un atto di civiltà contro lo spreco alimentare, tanto che i ristoranti in questione esporranno addirittura degli inviti a richiedere le “family bags”.

“Un tempo  a questi contenitori era stato affibbiato il soprannome di ‘doggy bags’-afferma l’Assessore di Cupra Marittima curante il progetto, la dott.ssa Roberta Rossi –“cioè borse per portare a casa gli avanzi per i cani; oggi con questo nome ‘family bags’, si vuole sottolineare che parliamo di cibo buono , pertanto dedicato alla famiglia e non certo da gettare nella pattumiera!”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 324 volte, 1 oggi)