Di Alessandro Maria Bollettini

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – C’è attesa a San Benedetto per gli appuntamenti culturali autunnali, invernali e primaverili.

Dopo l’annuncio della Stagione di prosa ad Ascoli (clicca qui), ecco gli eventi previsti in Riviera presentati nella mattinata del 12 settembre conferenza stampa in Comune.

Date e ospiti diramati con un filmato durante presentazione nel municipio sambenedettese

Tra gli ospiti ci saranno al Concordia Francesco Pannofino, Rocco Papaleo, Michele Placido e tanti altri.

Il Sindaco Pasqualino Piunti ha tenuto particolarmente a ringraziare per la loro collaborazione l’AMAT e il BIM Tronto, fondamentali per lo sviluppo della programmazione e ha poi dichiarato: “Siamo veramente soddisfatti per aver portato a San Benedetto artisti di grande fama, come Rocco Papaleo, Francesco Pannofino, Michele Placido, solo per dirne alcuni. Siamo anche riusciti ad offrire tre repliche sui sette spettacoli in programma, per rendere disponibili le messe in scena a più persone possibile”.

L’Assessore alla Cultura Annalisa Ruggeri ha così commentato il nuovo cartellone, su cui ha lavorato da giugno: “La stagione teatrale cerca di raggiungere un po’ tutti i gusti e ci auguriamo la massima partecipazione degli abbonati e di tutti gli altri. La nostra soddisfazione è molto ampia soprattutto perché siamo riusciti a riproporre le repliche ed il teatro per famiglie, che stiamo riuscendo a coinvolgere ma per cui vogliamo fare sempre di più.”

Il Presidente dell’AMAT Gino Troli è parso entusiasta dell’offerta presentata: “Ieri abbiamo presentato il cartellone del Ventidio Basso di Ascoli Piceno e posso affermare con certezza che l’offerta provinciale complessiva dei teatri di Ascoli e San Benedetto è quella di una città metropolitana, non ci sono città che superino questo programma visto nel suo insieme. Quest’offerta provinciale è straordinaria, nelle Marche solo Pesaro vi si avvicina e ritengo che il Concordia, per quello che ospita e per l’interesse che riscuote nei suoi cittadini, non sia un teatro consono, in quanto a dimensioni, alla città di San Benedetto. Peccato per il Palacongressi, che continua ad avere qualche problema nell’ambito della prosa, comunque sia, la visione d’insieme ci dice che il teatro e la cultura in questa provincia godono di un ottimo stato di salute ed è una delle programmazioni più importanti che possano essere proposte alla popolazione.”

Ha concluso l’incontro, con la presentazione del cartellone, ancora Gilberto Santini: “Nell’ultimo paio d’anni abbiamo ribaltato la stagione, ora vantiamo quindici appuntamenti e a San Benedetto c’è un’attenzione per il teatro che porterebbe a riempire stabili tre volte più grandi del Concordia. Abbiamo proposto come lo scorso anno abbonamenti e mini-abbonamenti, che si sono rivelati un ottimo investimento e che consentono, con una spesa tra i 20 ed i 50 euro, di aggiudicarsi tre spettacoli. Porteremo ancora avanti poi il progetto “Scuola di platea”, che porta a teatro i ragazzi delle scuole superiori ma soprattutto offre loro lezioni introduttive su quanto vedranno dal vivo. Questa stagione l’abbiamo definita ‘effervescente naturale’, siamo riusciti a canalizzare qui spettacoli che non ci sono in tutta la zona.”

Foto di gruppo durante la presentazione della stagione teatrale, 12 settembre 2018

Gilberto Santini è poi venuto alla vera e propria presentazione del cartellone.

“Bukurosh, mio nipote” dell’ 8 e 9 novembre, con il famoso doppiatore Francesco Pannofino e l’altrettanto celebre Emanuela Rossi, è una commedia divertentissima con dei ritmi indiavolati, con delle storie familiari mescolate e raccontate in maniere differenti;

“Coast to coast” del 7 dicembre è uno spettacolo di Rocco Papaleo, che non ha bisogno di presentazioni, porterà recitazione e canzone, con vari musicisti in scena;

il 20 ed il 21 dicembre Daniele Pecci porterà in scena il celebre “Il fu Mattia Pascal” di Luigi Pirandello, prendendo una versione particolare, dando vita ad un bell’adattamento;

“Belle ripiene” dell’8 gennaio sarà solo qui nelle Marche e porterà sul palco del Concordia Tosca d’Aquino, Rossella Brescia, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo, è uno spettacolo curioso sul tema del cibo e della femminilità, con esecuzione in scena di vere e proprie ricette;

il 6 e il 7 febbraio sarà il turno di Romeo e Giulietta, interpretato dallo Stivalaccio, una compagnia veronese, che usa lo stile della commedia dell’arte, con grande vivacità e vitalità, a partire dal fenomeno italiano coevo a Shakespeare, il confronto tra attori è veramente entusiasmante;

il 7 marzo Michele Placido si confronterà con Anna Bonaiuto in “Piccoli crimini coniugali”, si tratta di grandi attori che opereranno su un grande testo, che parla di un marito che subito un trauma perde la memoria e si fa raccontare passo passo dalla moglie la sua vita precedente, salvo poi scoprire pian piano che lei sta raccontando la vita che avrebbe voluto e non quella realmente vissuta;

il 12 aprile chiuderà la stagione per adulti il TIR Danza con “De rerum natura”, che potrebbe rappresentare la nascita di un nuovo talento, fatto di ragazzi appena diplomati alla scuola del Nuovo Balletto di Toscana, per la danza italiana.”

Gli abbonamenti saranno acquistabili dal 6 ottobre 2018 in poi, per chi possiede la prelazione, ovvero aveva già acquistato l’abbonamento per la scorsa stagione teatrale, mentre per i nuovi abbonati bisgonerà aspettare il 15 ottobre. Gli spettacoli hanno tutti inizio alle 20.45 ed è raccomandata la massima puntualità.

Si ricorda che il costo dell’abbonamento totale, rimasto invariato, va dai 50 ai 110 euro, mentre il mini-abbonamento per soli tre appuntamenti va dai 20 ai 50 euro e si riferiscce solo agli spettacoli in doppia replica (“Bukurosh, mio nipote”, “Il fu Mattia Pascal” e  “Romeo e Giulietta, l’amore è saltimbanco”).

Ecco il programma della stagione teatrale 2018-2019


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 694 volte, 1 oggi)