SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si chiama “International Meeting Water Cities” ed è un convegno internazionale in programma a San Benedetto dal 14 al 16 di settembre che vedrà sbarcare in Riviera 12 delegati provenienti da cinque diverse città europee.

Il filo conduttore dell’evento è l’elemento dell’acqua con cui, ognuna delle sei realtà (San Benedetto compresa), ha a che fare fra mare, fiumi e laghi. In città sbarcheranno rappresentanti provenienti da Bruges (Belgio), Breslavia e Nysa (Polonia), Porvoo (Finlandia) e Daugavpils (Lettonia) e ci rimarranno tre giorni. Il “clou” della manifestazione, che avrà tutti i crismi, in termini di accoglienza e di conduzione dei lavori, dei più importanti incontri ufficiali europei, sarà il convegno della mattina del 15 settembre in cui ognuno dei partecipanti relazionerà su diverse tematiche (dal welfare allo sport, passando per l’accoglienza) dando il proprio contributo agli altri. Ogni intervento godrà anche di una trascrizione simultanea in inglese.

“Mettiamo a disposizione le nostre eccellenze e vogliamo recepire quelle degli altri” chiosa alla presentazione del meeting il sindaco Piunti che ha lavorato all’organizzazione dell’evento assieme al team composto dai dipendenti comunali Antonio Prado e Mauro Alfonsi e il capo del suo staff Luigi Cava. La tre giorni, a cui parteciperà anche una delegazione del Ministero dello Sviluppo Economico, proseguirà con una serie di tour che porteranno gli ospiti a scoprire le bellezze di San Benedetto e poi anche quelle del resto della Provincia, con gite ad Ascoli e  Offida.

Al termine della manifestazione verrà firmato, fra le sei città, un protocollo di scambio e collaborazione, una sorta di “patto di amicizia” come lo chiama Antonio Prado. Il convegno, inoltre, ha ricevuto negli scorsi giorni anche l’alto patrocinio del Parlamento Europeo.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 825 volte, 1 oggi)