GROTTAMMARE – Quando far parte degli scout fa crescere lo spirito di avventura. È il caso di tre ragazzi di Grottammare e San Benedetto che, alla fine di un percorso da ‘seguaci’ di Robet Baden-Powel, hanno deciso di attraversare a piedi tutta la Salaria per arrivare dalla nostra riviera a Roma. In questo momento sono quasi alla fine del loro faticoso cammino iniziato 5 giorni fa. La conclusione sarà giustamente una visita, sempre rigorosamente a piedi, dei luoghi più suggestivi della nostra capitale.

Sarebbe stato più bello se la passeggiata turistica l’aveste fatta dopo un comodo viaggio in pullman? Abbiamo chiesto ad Andrea Ottaviani, uno dei tre coraggiosi ragazzi nonché figlio del noto bancario e arbitro Ilario e di Annalisa Ciaralli

“La visita alla città è solo la naturale conclusione di un’avventura che si sta rivelando molto più dura di quanto immaginavamo. Mi sta aiutando certamente lo spirito di sacrificio del mio cammino scout”

Avete portato scarpe di ricambio che in questi casi sono indispensabili?

“Io dopo i primi due giorni ho preferito continuare con le ciabatte. Per fortuna il clima ci sta aiutando”

Un tipo di avventura che ripeterete magari in posti anche più lontani?

“In questo momento la risposta sarebbe no e capirai perché. Preferisco quindi risponderti a mente e piedi… freddi”

Buon viaggio Andrea a te ai tuoi amici. A presto.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.