ALBA ADRIATICA – Colpì con un violento pugno in pieno volto un coetaneo, identificato dai carabinieri grazie a Facebook. Nei guai un 17enne di Martinsicuro che lo scorso 7 agosto, in occasione del Carnevale estivo di Alba Adriatica, si rese protagonista, sul lungomare Marconi, di una violenta lite con un 17enne del posto. Il tutto fu scatenato, secondo quanto riferito dai presenti, da qualche apprezzamento di troppo nei confronti di una ragazza così, dopo un’animata discussione, si passò ai fatti con l’aggressore che, prima di darsi alla fuga, sferrò un violento pugno in faccia al rivale che cadde a terra privo di sensi.

Sul posto si erano portati immediatamente i sanitari del 118 e il ragazzo fu caricato in ambulanza per essere trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Sant’Omero dove gli venne riscontrata la frattura del setto nasale con una prognosi di 25 giorni. A quanto pare, i due non si conoscevano e il giovane rimasto ferito, nei giorni successivi si recò in caserma ad Alba Adriatica per sporgere denuncia contro ignoti.

I militari, diretti dal tenente colonnello, Emanuele Mazzotta, avviarono subito un’indagine e, grazie ad alcune testimonianze e alla descrizione fornita del 17enne, dopo qualche giorno erano riusciti a risalire alla sua identità servendosi anche di una mirata ricerca su Facebook, il social network più famoso. I risultati dell’attività investigativa, assieme alla denuncia a piede libero, sono stati poi inviati, tramite un dettagliato rapporto, al tribunale dei minori de L’Aquila.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.