SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Francesco Signori è virtualmente un calciatore della Samb, oggi il centrocampista milanese è atteso in città per visite mediche e firma su un contratto che sarà di un anno. Il mediano ex Modena e Vicenza sarà molto probabilmente l’ultimo colpo estivo della Samb. Di questo e altro ne abbiamo parlato con l’Ad rossoblu Andrea Fedeli.

AGGIORNAMENTO ORE 19- Signori ha firmato nel pomeriggio e dalle 18 e 30 era già al Ciarrocchi di Porto D’Ascoli assieme alla squadra impegnata nell’amichevole contro il Montegiorgio.

Buongiorno Andrea, per Signori si può dare l’ufficialità allora?

“Ancora no, deve fare le visite mediche ma finché non firma non è ufficiale. Oggi è atteso per le visite e in serata dovrebbe firmare comunque”

Che tipo di giocatore dobbiamo aspettarci?

“Beh Signori è una mezz’ala di grande corsa, di grande esperienza ed è molto bravo oltre a essere di grande quantità.”

Con Signori il mercato è chiuso o dobbiamo aspettarci un altro colpo, magari un attaccante giovane?

“Con lui dovremmo essere a posto, a meno che qualcuno non chieda la cessione. Un altro attaccante mi piacerebbe anche perché lì davanti a livello di impatto fisico, di “grossi”, abbiamo solo Stanco. Però c’è da dire che trovare un giovane attaccante bravo è difficile perché i migliori vanno via subito, a inizio mercato.”

E poi, forse, questo potrebbe finalmente essere l’anno di Di Massimo.

“Quest’anno abbiamo un attacco di grande fantasia, dev’essere l’anno sia di Di Pasquale che di Di Massimo, devono diventare le nostre certezze, dobbiamo aiutarli a crescere.”

Con Di Massimo avete accordi col Pescara?

“No, lui ha un altro anno con noi poi va in scadenza. Col Pescara c’è solo un accordo sulla futura rivendita. Si farebbe metà per uno.”

Che squadra pensi sarà la Samb quest’anno?

“Forse è meno eclatante in certi nomi ma è più equilibrata rispetto allo scorso anno anche se Russotto e Calderini sono giocatori importanti.”

Cosa ne pensi delle ultime decisioni della Lega? Credi alle 7 promozioni di cui ha parlato Gravina ieri?

“E’ una farsa pazzesca, ci costringeranno a turni infrasettimanali assurdi e poi si chiedono perché le persone non vanno più allo stadio. Quella delle sette promozioni sinceramente mi sembra più una provocazione che qualcosa di concreto ma di questi tempi mi posso aspettare di tutto.”

Obiettivi quest’anno?

“Beh, fare meglio e puntare più in alto. Poi lo sappiamo, c’è un grande obiettivo di cui forse per scaramanzia è meglio non parlare, ma che sarebbe l’unica possibilità per creare una società quasi del tutto auto sostenibile (la serie B n.d.r).”

Come si trova col nuovo Ds?

“Lamazza mi ha colpito in positivo. Devo dire la verità, in quel ruolo io non cerco il fenomeno, cerco qualcuno che si inserisca nel gruppo normalmente e soprattutto senza secondi fini. Deve fare l’interesse della Samb e Lamazza lo fa”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.