SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dal 18 agosto uno sportivo sambenedettese sta vivendo un’esperienza molto importante e significativa.

Parliamo di Roberto Palestini, specialista della Muay Thai, l’arte marziale più antica, considerata dai thailandesi non tanto come uno sport ma come un vero e proprio stile di vita. Il 31enne ha ottenuto molti riconoscimenti importanti nella sua carriera.

E per questo ha avuto l’occasione di partire per Dubai: si allenerà nel team più prestigioso ad oggi per quanto riguarda gli sport da combattimento: il Team Nogueira.

Una grandissima soddisfazione per Roberto Palestini. Riviera Oggi ha intervistato il combattente.

Dopo la vittoria del titolo mondiale, hai avuto un’occasione importante.

“Sì, ho avuto modo di entrare in contatto con uno dei team più prestigiosi al mondo, il Team Nogueira, e dopo una piccola riflessione personale ho deciso di accettare sono partito per Dubai insieme al mio allievo e amico Aldo Di Clemente che in quest’anno sportivo, più di tutti gli altri, si è contraddistinto per alcune qualità quali la tenacia, la determinazione e la costanza”.

Cosa farai a Dubai?

“A Dubai andrò per allenarmi e per fare da sparring partner ad atleti che nella mia categoria sono i migliori: d’altronde per migliorare bisogna allenarsi con i migliori, questo ho sempre pensato. Per me è un bel banco di prova in vista degli obiettivi che abbiamo nella stagione sportiva imminente. Avere occasioni come questa non è cosa da poco conto o che tutti possono arrivare a fare in carriera e già questo per me è un sogno che si realizza, anzi sono tasselli di un sogno che mano a mano vanno nel loro posto. Certamente siamo consapevoli che per quanto possiamo essere bravi, ci aspettano atleti di tutto rispetto sicuramente anche migliori di noi e andiamo lì proprio per crescere, migliorare e misurarci con loro e imparare qualcosa da ognuno di loro, d’altronde è quello che in tutti questi anni ho sempre fatto e fino ad adesso ha sempre portato i suoi frutti. Chiaramente sono consapevole che saranno giorni di allenamento intensi, ma non vedo l’ora di cominciare, perché come dico sempre a tutti coloro che entrano in palestra, questo sport è per tutti ma solo nel momento in cui siamo disposti a investire sudore, sacrifici, investire tempo costantemente per gli allenamenti e a fare delle scelte, poi nel tempo i risultati e i frutti delle scelte fatte si raccoglieranno, basta non avere fretta”.

Quali sono gli obiettivi per te e il tuo team in futuro?

“Per me gli obiettivi saranno ancora una volta saranno quello di riconfermare il titolo del mondo che quest’anno si disputerà il 3 e 4 novembre, per poi calcare dopo qualche anno di assenza i ring della Thailandia a dicembre e tentare di conquistare un altro titolo del mondo di un’altra sigla e poi tutte le occasioni che verranno cercherò di sfruttarle appieno e fino in fondo per crescere e portare lustro a San Benedetto, la città in cui sono nato, e a Martinsicuro, città che mi ha dato la possibilità di allenarmi. Per il mio team chiaramente gli obiettivi sono i medesimi ovvero crescere come gruppo e riportare quanti più risultati singolarmente e come squadra, questo da allenatore è sempre quello che ho cercato di insegnare al gruppo”.

Hai qualche ringraziamento da fare?

“Ringrazio tutti coloro che fino ad oggi hanno reso possibile tutto questo partendo da colui che mi allena oramai da quando ero un ragazzino e a oggi ancora mi sopporta, il 101caffè di San Benedetto del Tronto, Igino Di Ludovico dello Yop Tattoo Studio di Castel di Lama, al presidente della federazione Umberto Lucci che anche quest’anno mi ha affidato il compito di essere il suo responsabile regionale, Orthopan Pro nostro fornitore ufficiale di paradenti professionali, lo studio dentistico Queiroz Caponi, Fighter Inside nostro fornitore di abbigliamento sportivo e infine ma non per importanza il comune di Martinsicuro, in special modo all’assessore allo sport Alessandro Casmirri, che quest’anno ci ha dato la grande possibilità di allenarci in una sala del tutto rinnovata, che stiamo allestendo, e che sarà per le arti marziali e infine a voi di Riviera Oggi che, come sempre, siete sul pezzo e date visibilità a sport poco conosciuti come il mio ma molto importanti in tutto il mondo”.

In bocca al lupo a Roberto, da parte di tutta la redazione di Riviera Oggi-Piceno Oggi.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.