SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nell’ambito del piano di controlli e servizi estivi messi in atto dal Comando Provinciale di Ascoli Piceno, il 19 agosto le Stazioni di San Benedetto del Tronto e Porto d’Ascoli, sono intervenute con estrema prontezza in soccorso di una pensionata settantacinquenne del posto aggredita in casa a scopo di rapina.

La chiamata della donna è giunta al 112 e i carabinieri in servizio perlustrativo, oltre a recarsi subito nell’abitazione dell’anziana, si sono messi alla ricerca dell’autore della rapina che dopo il fatto si era dato a una precipitosa fuga.

Lo hanno rintracciato poco dopo in centro a San Benedetto del Tronto mentre cercava di far perdere le proprie tracce in sella ad una bicicletta e i militari sono riusciti a bloccarlo dopo un inseguimento prima in auto e poi a piedi. Il particolare è stato che ad entrare con violenza a casa della donna, a percuoterla e rapinarla di poche decine di euro era stato il nipote ventenne, già conosciuto alle forze dell’ordine.

Il giovane, una volta portato in caserma ed identificato, è stato dichiarato in arresto per rapina e tradotto al carcere di Marino del Tronto a disposizione della Magistratura ascolana.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.