SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Accordo fatto. Alla Samb vanno per un anno i campi del Centro Sportivo “Sabatino D’Angelo” del quartiere Agraria. La notizia era nell’aria già da un po’ ma solo oggi se ne è avuta l’ufficialità con tanto di presentazione davanti alla stampa da parte dei tre soggetti coinvolti: Amministrazione (col sindaco Piunti e l’assessore allo sport Pierluigi Tassotti), la stessa Samb presente con il Dg Andrea Gianni e l’Agraria Club che annuncia tramite il presidente Christian Pierantozzi e il segretario Gianluca Pasqualini che la società dei Fedeli assorbirà da questa stagione anche la scuola calcio e le giovanili del club viola.

Alla società di viale dello Sport vanno dunque tre campi: quello regolamentare, a 11, in erba naturale, un campo di calcetto e uno di calciotto che verrà rigenerato con l’installazione di nuova erba sintetica (si tratta di quella rimossa dal Ciarrocchi, ancora in buone condizioni, che verrà donata dal Porto d’Ascoli). Alla Samb anche l’uso della palestra del centro sportivo visto che l’Agraria le trasferirà la sua “quota ore”, con i rossoblu che si divideranno la struttura con le altre società sportive (dalla ginnastica alla pallavolo ad esempio) che frequentano il centro.

Il club rossoblu, tramite il Dg Gianni (che ringrazia sia l’amministrazione che l’Agraria Club per gli sforzi), fa sapere che dunque, per il prossimo anno, sarà l’Agraria la base (“il nostro quartier generale”), sia della prima squadra che delle giovanili. “Faremo lì l’80% dei nostri allenamenti” chiosa il dirigente che comunque ammette che molto probabilmente si rinnoverà anche l’affitto del Campo Europa, principalmente per le attività dei giovani.

“Questa è una risposta alle esigenze della nostra beneamata squadra, un atto dovuto per dare alla Samb i campi di cui ha bisogno da tempo” dichiarano all’unisono sia Pasqualino Piunti che Pierluigi Tassotti. “Si tratta di una soluzione non definitiva” continua il primo cittadino “perché si può sempre migliorare e in futuro potremmo individuare nuove aree”.

 

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.