CATANIA – Non riesce la Happy Car Samb a conquistare la Supercoppa 2018 di Beach Soccer. In finale, il 9 agosto (qui la cronaca), la formazione del presidente Giancarlo Pasqualini viene sconfitta ai tiri di rigore dagli eterni rivali del Viareggio dopo aver terminato 2 a 2 la gara. Errore decisivo di Palma al dischetto, il primo a battere per i rossoblu e l’unico a sbagliare.

“È una grande delusione – ha commentato con amarezza Oliviero Di Lorenzo – perché abbiamo giocato una bruttissima partita, nella quale abbiamo fatto sempre il rovescio di ciò che dovevamo fare. Purtroppo quando non giochiamo da squadra diventiamo una formazione prevedibile e questo è quanto è successo in questa finale. Dopo un buon primo tempo, in campo siamo scesi di intensità e non c’era più una squadra, ma dieci persone comuni. Dovevamo dimenticare di essere i favoriti e invece abbiamo iniziato a pensare di essere i più forti, ma probabilmente è colpa mia che non ho saputo dare alla squadra la carica giusta e abbiamo sbagliato anche l’impossibile. Noi dobbiamo giocare con unione, voglia e cuore e invece in questa partita non c’era nulla di tutto ciò”.

Il Viareggio conquista così la sua prima Supercoppa della storia, mentre ai rossoblu non resta che concentrarsi sulle finali scudetto che iniziano venerdì 10 agosto, sempre a Catania. La Happy Car affronterà i siciliani del Palazzolo con inizio alle ore 16.30.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.