CATANIA – Nel pomeriggio del 9 agosto è andata in scena un’importante tappa della stagione 2018 dell’Happy Car.

Parliamo di Beach Soccer: a Catania in campo Samb e Viareggio per la finale di Supercoppa Italiana. I rossoblu devono difendere il trofeo conquistato lo scorso anno a San Benedetto in una gara incredibile. I bianconeri toscani sono stati sconfitti nel 2017 per 6 reti a cinque. Gli uomini di mister Oliviero Di Lorenzo vogliono dare soddisfazioni alla Riviera. Spettatori molto interessati, i calciatori del Catania che affronteranno Viareggio nella prima partita della Finale Scudetto.

Quasi 40 gradi in Sicilia, è partito il primo tempo: inizio equilibrato con, naturalmente, le squadre che si studiano in attesa di sferrare il primo attacco. Team come cobra, cercano entrambe il morso decisivo ma le difese al momento reggono. Di Palma coglie una traversa clamorosa dopo un malinteso tra portiere e difensore bianconero, Samb vicino al vantaggio. Ma Josip Junior, subito dopo, segna la rete dell’uno a zero! Esultanza in campo ma anche sugli spalti con una buona presenza di tifosi da San Benedetto. Viareggio tenta subito una reazione ma il tiro da centrocampo finisce fuori. Proteste rossoblu per un mancato rigore assegnato a Ietri, il fallo sembrava netto ma l’arbitro ha fatto correre. I bianconeri provano ad attaccare ma la difesa della Samb si dimostra compatta e lascia pochi spazi. Ma Simone Marinai trova un gol pazzesco per Viareggio: una punizione che non lascia scampo al portiere Simone Del Mestre ed è 1 a 1. Gara in parità quando manca poco alla fine della prima frazione. Ed infatti l’arbitro manda tutti a riposo.

Via il secondo tempo: le squadre si affrontano senza risparmiarsi, la Samb lamenta ancora alcune scelte arbitrali per falli subiti non concessi. Viareggio vicino al vantaggio ma il portiere rossoblu Andrea Chiodi, entrato ad inizio frazione, dice di no. Mister Oliviero Di Lorenzo si arrabbia in panchina perché vede i giocatori bloccati, al momento, che non compiono i movimenti giusti. La Samb sembra, in effetti, non avere il mordente giusto e qualche errore di troppo complica un pò il gioco. Arbitraggio troppo “inglese”: un altro fallo non fischiato ai rossoblu fa arrabbiare panchina e tifoseria sambenedettese. Ma Alessandro Ietri fa scoppiare, stavolta, di gioia l’intera squadra con un grande gol! Ed è 2 a 1 per la Samb. E finisce il secondo tempo, meglio di così non poteva finire per affrontare al meglio l’ultima frazione.

Ed inizia il terzo e ultimo tempo: punizione molto interessante per i rossoblu in avvio. Ma Moran spreca il possibile 3 a 1 e calcia malamente fuori, peccato. La Samb cerca a tutti i costi la rete che potrebbe chiudere la partita, Viareggio fa fatica a rientrare in gara. Del Mestre devia una punizione insidiosa dei toscani, molto bravo l’estremo difensore rossoblu. E il portiere si ripete poco dopo e la gara resta a favore della Samb. Di Palma vicino alla terza rete ma nulla di fatto. I toscani si riversano in attacco per cercare il pareggio. Gli ultimi minuti saranno battaglia vera. Doppio miracolo di Del Mestre che salva letteralmente il risultato. Ma nulla può quando Simone Marinai, il capitano dei bianconeri, realizza un altro grande gol: ed è 2 a 2, Viareggio pareggia. A meno di tre minuti la situazione torna in equilibrio. E la Samb sfiora subito il terzo gol ma i rossoblu risultano imprecisi sottoporta. Ma anche Viareggio non scherza e va vicino alla terza rete. Una gara molto combattuta ma d’altronde è una finale. Bruno Novo stava per compiere il gol decisivo ma è sfortunato. E finisce il terzo tempo. Ancora parità. Si andrà al tempo supplementare.

Inizia l’extra time: Ietri ci prova subito ma la palla termina a lato. Viareggio vicino al vantaggio ma ancora sugli scudi Del Mestre che compie una parata fondamentale. Partita al cardiopalma. I rigori sembrano sempre più vicini per decidere la vincitrice della finale di Supercoppa. Palma protesta per un fallo non concesso, l’arbitro però fischia una sua presunta simulazione. Finisce il tempo supplementare. Decideranno i calci di rigore. E’ la prima volta che accade in Supercoppa.

Palma (Samb): tiro parato;

Marinai (Viareggio): gol;

Jordan (Samb): gol;

Bryan (Viareggio): gol;

Bruno Novo (Samb): gol;

Remedi (Viareggio): gol;

Viareggio vince la Supercoppa Italiana ai calci di rigore. Una sconfitta che brucia: i rossoblu sembravano controllare il match a pochi minuti dalla fine e invece è arrivata la beffa con il pareggio quasi in extremis nei tempi regolamentari per poi cadere dal dischetto.

 

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.