ALBA ADRIATICA – Girava con in tasca un coltello “a farfalla” durante il Carnevale estivo di Alba Adriatica: identificato e denunciato dai carabinieri. Nei guai V.L.S, 20enne di origini rumene, senza fissa dimora in Italia, che, alla vista dei militari, ha cercato di disfarsi dell’arma bianca, dalla la lama di oltre 23 centimetri. Il giovane è stato, però, prontamente bloccato e il coltello recuperato subito dopo e posto sotto sequestro. Inevitabile per lui la denuncia a piede libero per porto d’armi abusivo.
Nell’ambito degli stessi rafforzati controlli, disposti dal tenente colonnello della caserma di Alba Adriatica, Emanuele Mazzotta, in occasione del carnevale estivo, evento che richiama ogni anno migliaia di turisti e appassionati della zona, è stato denunciato anche un richiedente asilo, originario della Sierra Leone. Il giovane, A.M.I, 20 anni, ospite in una struttura della zona, è stato fermato nei pressi della pineta e, durante la perquisizione personale, i carabinieri del radiomobile gli hanno trovato addosso circa 20 grammi di marijuana, già suddivisa in dosi e pronta per essere spacciata durante la serata di festa. Inoltre, il giovane avrebbe dato ai militari generalità false ed è stato quindi accompagnato in caserma per ulteriori accertamenti. Da un controllo incrociato con il Ministero degli Interni, i carabinieri sono riusciti a risalire alla sua reale identità e il 20enne è stato quindi denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e falsa attestazione sulla propria identità.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.