GROTTAMMARE – Un progetto che parte da basi solide, quello che riguarda la SSD Grottammare calcio, grazie soprattutto all’arrivo del nuovo direttore generale Alceo Galiè.

“Il processo di risanamento economico è già avviato – esordisce il presidente Luigi Merli -, degno di una squadra sempre attenta ai particolari e che milita in eccellenza senza che ciò necessiti di eccessivi sforzi. Abbiamo la fortuna di avere un gruppo di professionisti impegnati su tutti i fronti, spinti principalmente dalla passione che li lega al calcio grottammarese. I sacrifici sono da parte nostra voluti, poiché alla base c’è un progetto degno della nostra storia”.

“Alceo – continua Merli – non è solo un dirigente di grande esperienza, ma è anche un amico di tutti, una persona che sa amalgamare ogni persona all’interno di un gruppo”.

La parola passa poi allo stesso Dg della squadra Alceo Galiè, che spende le sue prime parole in ricordo della leggenda del calcio grottammarese scomparsa pochi giorni fa, il giornalista Giuseppe Verdecchia: “Sono sicuro che l’amico Peppino sarebbe fiero di questo gruppo. Ringrazio tutta la società e il presidente per l’incarico conferitomi. Ho presentato una bozza di progetto mesi fa ed è stato accolto all’unanimità, un progetto che si insinua in un organico già ben delineato. Ciò che mancava era un impronta professionistica, necessaria anche in una squadra dilettantistica come la nostra, poiché agevola il lavoro e i risultati finali”.

“Punto importante del progetto è il settore giovanile – prosegue Galiè – tanti si riempiono la bocca di questa branca della squadra, ma al momento dei miglioramenti si fa fatica a farla decollare. Il progetto mira a creare un unicum che parta dalla scuola calcio e arrivi alla prima squadra, senza differenziare i due settori; ciò è possibile grazie all’ampliamento dell’organico. Massimiliano Zazzetta è il responsabile degli juniores, Massimiliano Lattanzi è il nuovo preparatore atletico del settore giovanile, riducendo la portata di lavoro del preparatore della prima squadra Massimo Mariotti, responsabile della prima squadra, aumentando l’efficienza in entrambi gli ambiti. Con Manolo Manoni, allenatore della prima squadra, siamo riusciti a valorizzare le capacità di ogni singolo giocatore, andando a colmare i gap presenti in alcuni ruoli”.

“In ultimo – conclude il Dg – sono felice di poter creare una squadra femminile, capace di farsi valere in competizioni dove le società dilettantistiche occupano le ultime file”.

Il progetto ha un margine che va dai 3 ai 5 anni e prevede i seguenti ruoli dirigenziali: Amministratore unico Carlo Mora. L’area tecnica è presieduta dal Dg Alceo Galiè, in collaborazione con il Ds Giuseppe Cocci e il coordinatore tecnico di tutte le squadre, Paolo Beni.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.