TERAMO – Non è sfuggita all’occhio degli investigatori della Sezione  Antidroga della Squadra Mobile di Teramo, diretta da Roberta Cicchetti, la torta decorata in modo singolare presente nel banco frigo di una pasticceria di Teramo.

La decorazione esaltava infatti l’uso della cocaina con un esplicito augurio in lingua albanese a “pippare” per altri cento anni.

E bastato poco agli investigatori della narcotici per capire chi fosse il destinatario del dolce. L’uomo, un albanese agli arresti domiciliari, veniva,  infatti sorpreso nel corso della festa di compleanno in compagnia anche di persone estranee al suo nucleo familiare, peraltro gravate pure da precedenti per reati in tema di sostanze stupefacenti.        

Della vicenda è stata notiziata la Magistratura di Sorveglianza per la violazione alle prescrizioni inerenti gli arresti domiciliari.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.