MONSAMPOLO DEL TRONTO – Brutta storia proveniente dall’entroterra.

Due settimane fa una ragazza di Stella di Monsampolo chiama i carabinieri per segnalare che una sua amica era stata aggredita dal fidanzato. I militari giungono sul posto e trovano la giovane in questione piena di escoriazioni e ferite. Portata in ospedale, rimedierà una prognosi di 22 giorni.

Il fidanzato, originario della provincia ascolana, si era reso irreperibile e non aveva fissa dimora: stazionava solitamente dalla ragazza o da altri amici. I carabinieri del Norm hanno fatto scattare le indagini e la magistratura dava l’ok per l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del soggetto.

Nella notte tra il 24 e 25 luglio i militari della stazione di Castel di Lama allertano i colleghi sambenedettesi e riferiscono che il ragazzo potrebbe trovarsi in un bar della cittadina situato sulla Salaria. I carabinieri giungono immediatemente sul posto e trovano la persona in questione. Il ragazzo, 29enne pregiudicato, viene perquisito: nei pantaloni e nella camera dove alloggiava, a casa di un amico, viene trovata della marijuana.

Il ragazzo viene arrestato e portato al carcere di Marino del Tronto. I reati contestati sono maltrattamento in famiglia, lesioni personali aggravate, minacce e violazione di domicilio.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.