SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo la circolare del Ministero dell’Interno (CLICCA QUI) di circa una settimana fa, San Benedetto ha presentato il suo progetto “Spiagge Sicure”. Il Comune potrà attingere a circa 50 mila euro provenienti dal “Fondo Unico di Giustizia”.

Entro oggi, infatti, il progetto va inviato per l’approvazione al Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza. In caso di semaforo verde da parte loro entro il 23 la missiva va mandata a Roma. Ma ecco cosa chiede il Comune con i 50 mila euro messi a disposizione contro i “vu’ cumprà”.

Innanzitutto  8 agenti di polizia municipale verranno utilizzati sulle spiagge per un totale di 10 giorni (5 ore al giorno, 30 euro l’ora per gli straordinari) fra luglio e agosto per un costo attorno ai 12 mila euro. Con i soldi ministeriali questi, poi, verranno dotati di una particolare attrezzatura costituita da divise estive,  distanziometro, spray al peperoncino e guanti anti-taglio per altri 10 mila euro.

Poi verrà assunta anche una squadra di 8 agenti di sicurezza privata per un costo attorno ai 6 mila euro (stesse ore ma costo di 15 euro l’ora) . Infine, il Comune con i fondi comprerà anche un furgoncino per trasportare la merce sequestrata e 4 ciclomotori per un totale di 20 mila euro.

 

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.111 volte, 1 oggi)