CUPRA MARITTIMA – Sul caso dei vigili di Cupra Marittima pubblichiamo un comunicato di Ugl.La sigla sindacale risponde alle osservazioni fatte dall’amministrazione ieri. (CLICCA QUI)

“Il Tar della Marche ha fissato la data della discussione, nel merito, il 06/02/2019; una data straordinariamente ravvicinata per decidere sulla procedura di stabilizzazione del Comune di Cupra Marittima per la vicenda della polizia municipale; è un ottimo segno per il ricorrente che si vada subito nel merito.

E’ ovvio che nella logica delle cose la richiesta di sospensiva sia stata superata; nessun primo round al Comune, ma tutto in mano ai Giudici Amministrativi che decideranno il 06/02/2019.

Sulla trasparenza del Comune di Cupra Marittima ci permettiamo di dire all’amministrazione di andare con cautela ed evitare di farsi male da solo.

La procedura della stabilizzazione è sub iudice con una impugnativa che ne mette a nudo le carenze giuridiche e le discrezionalità amministrative.

La selezione del 28 giugno, per l’assunzione a tempo determinato per il periodo estivo di 2 agenti di polizia municipale, si è conclusa con un autentico colpo di scena; l’agente di polizia municipale precario, posto in selezione al numero 3 della graduatoria e quindi teoricamente escluso è stato, appena sabato scorso, chiamato in servizio;  i primi 2 risultanti in graduatoria hanno rifiutato l’incarico ed il Comune di Cupra Marittima ha dovuto per forza maggiore far scorrere la graduatoria. Doveva garantire un servizio importante ai cittadini e certamente non avrebbe potuto fare altrimenti; sarebbe stato impensabile azzerare una selezione appena fatta.

Il tempo è galantuomo e la Ugl è convinta che presto la giustizia amministrativa rimetterà le cose a posto con “ giustizia e trasparenza”.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.