GROTTAMMARE – Si intensifica nei mesi estivi il servizio di disinfestazione per contrastare la diffusione e lo sviluppo delle zanzare nel territorio comunale.

La disinfestazione antizanzare consiste in due tipologie di  intervento, per un totale di 21 trattamenti annui: la disinfestazione adulticida, volta a contrastare l’insetto nella sua forma adulta, eseguita su tutto il territorio comunale ogni 10 giorni nei mesi di giugno, luglio e agosto, più 1 ad aprile, 1 a maggio e 1 a settembre, e la disinfestazione antilarvale, per contrastare lo sviluppo delle larve dell’insetto, eseguita nelle zone di maggiore umidità (grandi parchi e  giardini, viali alberati, caditoie stradali, fossi e torrenti, ecc.) per un totale di 7 interventi tra marzo e settembre.

Oltre a quelli descritti, la disinfestazione contro le zanzare si effettua anche nei 5 plessi scolastici cittadini, nei mesi di giugno e settembre.

In continuità con il precedente assessorato prosegue dunque a Grottammare la lotta alle zanzare. Lo ricorda la neo assessora alla Sostenibilità ambientale e Salute, Alessandra Biocca: “Si è scelto di dare continuità al lavoro consolidato negli anni passati, in risposta alle esigenze segnalate dalla cittadinanza, tenuto conto  dei risultati finora ottenuti, che ricordo sono molto influenzati dall’andamento climatico: piogge estive e elevata umidità favoriscono la proliferazione e lo sviluppo dell’insetto, riducendo l’efficacia dei prodotti utilizzati”.

I trattamenti sono regolati da un accordo triennale (in scadenza al 30 novembre di quest’anno) con la ditta specializzata Quark di Jesi, che ha ottenuto l’affidamento al costo di 31.183,20 euro iva inclusa.

Nel costo è prevista anche l’esecuzione di altri servizi ambientali, quali la fumigazione della rete fognante (2 trattamenti annui), la derattizzazione (12 trattamenti annui), sia del territorio comunale (centro e zone periferiche) che dei 5 edifici scolastici, e la fornitura di 100 dispenser topicida.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.