SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sul “Caso” Happyland si esprime oggi la consigliera Pd Maria Rita Morganti. Ospitiamo qui la sua nota stampa.

“Quanto accaduto con la mancata realizzazione di Happyland è l’ultimo di tanti episodi frutto di una gestione improvvisata degli eventi turistici e culturali da parte dell’amministrazione Piunti.

L’evento Happyland non si terrà, non a causa di una volontà politica (peraltro legittima seppur da noi non condivisa) ma a causa della incapacità di dare una risposta certa. Chi organizza eventi ha bisogno soprattutto di certezze, essendo assai difficile prenotare la presenza di ospiti soprattutto se di prestigio. Ebbene, tale incapacità amministrativa arreca ancora una volta danno alla città, alle attività commerciali e al turismo.

Nelle passate settimane abbiamo più volte sottolineato la necessità di un regolamento per i contributi alle associazioni e di come questo sarebbe stato utile ad una proficua organizzazione degli eventi. Oggi un dato emerge chiaramente, cioè che, probabilmente, nessun regolamento riuscirebbe nel miracolo di dotare la compagine guidata dal sindaco Piunti di dinamismo e di solerzia nello svolgimento delle proprie funzioni. Mentre tutti i comuni limitrofi possono vantare la presenza di eventi di un determinato livello culturale e sociale, la nostra città non offre più nulla. L’ennesima occasione culturale e aggregativa se ne va e il cartellone estivo (già non memorabile) perde un ulteriore evento e si conferma ancor di più non all’altezza di una città come San Benedetto.”


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.