CUPRA MARITTIMA – Grave episodio accaduto il 5 luglio sulla costa picena.

Si sarebbero persi i contatti con un pilota alla guida di un deltaplano. Forse un’avaria al motore con conseguente tentativo di ammaraggio secondo le prime indiscrezioni.

Sono in corso ricerche a Cupra Marittima in mare. In azione, con vari fari per fare luce, due barche di piccola pesca, la Cp 843 della Capitaneria di Porto e due pescherecci più grandi (Eragon e Alessandro).

Ricerche anche in superficie, sulle spiagge.

Qualcuno ha allertato i carabinieri del fatto e i militari hanno chiamato gli uomini della Guardia Costiera.

AGGIORNAMENTO 6 LUGLIO, ORE 00.55 “In base alle informazioni e alle dettagliate ricerche effettuate, alla mancanza di segnalazioni su potenziali persone scomparse, al momento si ritiene trattarsi di possibile falso allarme” fanno sapere dalla Capitaneria di Porto. In ogni caso i carabinieri moniteranno l’area tutta la notte.

AGGIORNAMENTO ORE 8 Nessun riscontro nella notte da parte dei carabinieri e militari della Guardia Costiera. Ricerche in mare interrotte alle 00.40. Un controllo in spiaggia è stato effettuato nella mattinata, anche qui nessun riscontro. Nessuna traccia di deltaplano e pilota, prende corpo quindi l’ipotesi di un possibile falso allarme e un’errata segnalazione.

AGGIORNAMENTO ORE 13.25  Si cerca chi ha dato la segnalazione risultata infondata. Rischia una denuncia per procurato allarme.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.