SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Pasqualino Marzonetti ed Emidio Del Zompo a braccetto per la causa dei cani in spiaggia. E chissà che non sia una prova generale per un’alleanza di più ampio respiro fra il consigliere di maggioranza e quello fuoriuscito dal Pd. Per adesso, però, i due si concentrano sul loro progetto: aprire le spiagge sambenedettesi ai cani.

Marzonetti aveva anticipato l’idea qualche giorno fa (CLICCA QUI) e la ribadisce anche oggi davanti alla stampa. “La legge da tempo ha riconosciuto il cane come essere senziente” chiosa l’ex “dem” “quella che presentiamo è un’idea che riconosca che imporre certi distacchi fa soffrire sia gli animali che i padroni, d’altronde sono già diverse le realtà marchigiane che hanno recepito questo orientamento” prosegue il consigliere spiegando che certe “dog beach” nella nostra Regione sono nate a seguito della modifica della legge regionale del 2012 che ha aggiornato l’articolo 9 permettendo l’accesso dei cani sulla costa a determinate condizioni.

“E’ da premettere che una spiaggia per cani a San Benedetto esiste già e si trova a Nord del Porto (anche se non è balneabile n.d.r.)” commenta invece Del Zompo, prima di esporre con Marzonetti il piano “cani in spiaggia”. Il primo passo dovrà essere la modifica del Regolamento Comunale sull’utilizzo del litorale marittimo e in particolare l’articolo 3 comma 2 che alla lettera B vieta l’accesso degli animali da compagnia. l’idea è quella di fare un’eccezione alla regola per quegli stabilimenti balneari che vorranno diventare “pet friendly”. Niente spiaggia creata ex novo per cani e padroni dunque (come per esempio a Martinsicuro nei pressi del “biotopo”) ma saranno gli chalet che vorranno aprire ai turisti cinofili a doversi mettere in regola creando ad esempio spazi idonei recintati con cucce, ciotole per l’abbeveramento, divisori e cancelli di sicurezza che dividano dagli altri chalet.

Visto l’iter abbastanza lungo è probabile, se i balneari aderiranno, che si possa partire per l’estate 2019. nel frattempo, assicurano i due consiglieri “ci saranno degli incontri con le associazioni di categoria: Itb e Assoalbergatori in primis”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.