SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Oggi, 12 giugno, noi di Robin Hood insieme alla CGIL di Ascoli Piceno ci ritroveremo al porto ittico di San Benedetto alle ore 19 per un presidio volto ad andare contro questa politica restrittiva del ministro dell’Interno Matteo Salvini che ha deciso di chiudere i porti lasciando alla deriva 629 persone nell’Aquarius per tre giorni”.

Questa, in una nota, la decisione del’associazione studentesca e del sindacato sullo spinoso caso dell’imbarcazione approdata successivamente in Spagna, dopo il No del Governo all’approdo in Italia, con a bordo oltre 600 migranti nordafricani: “Noi siamo di San Benedetto ed è per questo che abbiamo scelto il porto come posto per il presidio: vogliamo aprire i porti e non chiuderli. Invitiamo tutta la cittadinanza a partecipare”.

“La Cgil di Ascoli Piceno aderirà e parteciperà per manifestare il proprio sdegno per quanto sta accadendo in queste ore: i diritti umani universali, salvaguardati dal diritto internazionale e dal diritto marittimo, oltre che naturalmente dalla nostra Costituzione, sono calpestati sotto i colpi di una presa di posizione che deve indignarci tutti” afferma il sindacato.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.615 volte, 1 oggi)