SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Cassonetti nauseabondi, marciapiedi con presenza di  erbe alte un metro, vie imbrattate di eiezioni canine, fossi Collettore e Scolmatore invasi da arbusti e sterpaglie che ostacolano il regolare deflusso delle acque, ricettacoli  per zanzare, serpi, nutrie e topi, strade sporche con carte e foglie di alberi ovunque che occludono le caditoie con frequenti allagamenti dei fondaci: fossi limitrofi non puliti che contribuiscono ad intasare a valle il sistema della rete fognaria con fenomeni di allagamenti”.

Ad annunciare ciò è Elio Core, per conto dell’associazione Punto Aiuto Cittadini: “Dunque, per questi motivi, l’Associazione Punto Aiuto Cittadino non può esimersi dal registrare lo stato di degrado, incuria e di abbandono in cui versano le periferie di Porto D’Ascoli. Numerose sono le segnalazioni giornaliere con reperti fotografici e proteste dei cittadini che lamentano questa vergognosa situazione. Voglio ribadire ancora una volta che la Riviera delle palme è zona turistica e come tale non può assistere a questo degrado periferico – prosegue Core – Siamo in piena estate, i turisti sono già presenti sulla spiaggia sambenedettese e tutto ciò non rappresenta una buona promozione per la nostra città e  più in generale per la nostra economia locale”.

Core si rivolge a Leonardo Collina (Picenambiente): “Per quanto in premessa, le chiedo quindi, di porre in essere disposizioni atte a risolvere questa vergognosa situazione, nella considerazione che i cittadini di San Benedetto del Tronto per avere la pulizia della città ovvero strade, spiaggia, marciapiedi, fossi, cassonetti, pagano significative tasse. Vogliono e pretendono una città pulita. Occorre porre in essere nel corso dell’anno piani ciclici di radicale pulizia della città e particolarmente delle periferie. Gli operatori ecologici ai quali vengano demandate le pulizie delle strade siano giornalmente presenti in tutte le vie. Infine un invito ai cittadini ad una maggiore collaborazione con le disposizioni emanate dal Comune nel conferire l’immondizia nei giorni prescritti. E’ interesse di tutti avere una città pulita ed accogliente”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.