COSENZA – Nonostante la sconfitta rimediata dalla Samb, un incontro piacevole allo stadio San Vito l’abbiamo fatto. Si tratta di Santo Perrotta, cosentino doc accorso a vedere sfidarsi sul campo le sue due ex squadre.

Cresciuto nel Cosenza, Perotta passò dai rossoblu calabresi a quelli marchigiani nell’estate del 1980 compiendo i 630 chilometri che separano le due città assieme a Nedo Sonetti, con cui condivise anche la promozione in B. Stasera, come detto, era fra i diecimila del “suo” stadio a vedere Cosenza-Samb. Al triplice fischio ci abbiamo scambiato due chiacchiere.

“Se ero diviso tra il tifo per le due squadre avendo giocato con entrambe? Preferisco non rispondere, posso dire di aver visto una gara molto bella e combattuta, mi auguro di rivederle tutte e due presto in serie B” risponde diplomaticamente l’ex attaccante classe 1959, 107 presenze e 16 gol in 4 stagioni in riva all’Adriatico. 

Perrotta torna spesso anche a San Benedetto, l’ultima volta lo scorso anno alle tradizionali cene fra “ex” rossoblu organizzate da Bruno Ranieri. “Quest’anno non mi è stato possibile venire. Alla prossima ci sarò magari. Se domenica verrò a vedere la gara di ritorno al Riviera? Ci sto pensando.”


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.