SERIE C 2017/18:

PLAY OFF

Risultati gare d’andata 4°Turno (2a Fase Nazionale-quarti di finale) di mercoledì 30 maggio 2018:

Gara 1 : Viterbese Castrense (5a classificata nel Girone A)-Sudtirol Alto Adige (2° classificato nel Girone B) 2-2 (35′ autorete di Tait su tocco sotto-misura di Celiento [V.C.], 58’e 72’Rocco Costantino [S.A.A.], 88’Jefferson [V.C.]).

Gara 2 : Feralpisalò (6a classificata nel Girone B) -Catania (2° classificato nel Girone C) [Gara che è stata trasmessa in differita tv in chiaro su Rai Sport] 1-1 (44’Simone Guerra [F], 73’Francesco Ripa [C])

Gara 3 : Reggiana (6a classificata nel Girone B)-Robur Siena (2a classificata nel Girone A) 2-1 (18’Rondanini [R.S.], 19’Manfrin, 52’Altinier).

Gara 4: Cosenza (5° classificato nel Girone C)-SAMB (3a classificata nel Girone B) 2-1 (21’Bruccini, 60’Alessandro Marchi [S], 86’Baclet)

Naturalmente le gare di ritorno si giocheranno a campi invertiti in casa delle migliori classificate teste di serie.
A conclusione delle 4 gare doppie (andata e ritorno), risulteranno vincitrici le squadre che avranno ottenuto il miglior punteggio. In caso di parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, risulterà vincente la squadra meglio classificata al termine della regular season. Le 4 squadre vincitrici accederanno poi alle semifinali (sempre andata e ritorno).

Programma gare di ritorno 4°Turno (2a Fase Nazionale-quarti di finale) di domenica 3 giugno 2018 alle ore 20,30:

Gara 1 : Sudtirol Alto Adige (2° classificato nel Girone B)-Viterbese Castrense (5a classificata nel Girone A) [ore 18]

Gara 2 : Catania (2° classificato nel Girone C)-Feralpisalò (6a classificata nel Girone B)

Gara 3 : Robur Siena (2a classificata nel Girone A)-Reggiana (6a classificata nel Girone B)

Gara 4: SAMB (3a classificata nel Girone B)-Cosenza (5° classificato nel Girone C) sarà diretta da: Alessandro Prontera di Bologna, coadiuvato dagli assistenti: Lorenzo Biasini e Luca Bianchini, entrambi di Cesena. Quarto uomo: Nicolò Cipriani di Empoli (Firenze); la gara sarà trasmessa in diretta tv in chiaro su Rai Sport.

Sorteggiati anche gli abbinamenti delle Semifinali (mercoledì 6 giugno e domenica 10 giugno 2018):

Gara 1: vincente di Reggiana-Robur Siena [VS] vincente di FeralpiSalò-Catania

Gara 2: vincente di Viterbese Castrense-Sudtirol Alto Adige [vs] vincente di Cosenza-Sambenedettese

Il Cosenza calcio è giunto 5° a quota 54 nel Girone C. Nei primi 3 turni dei Play Off ha eliminato Sicula Leonzio (2-1 interno), Casertana (1-1 interno) e Trapani (doppio successo: 2-1 interno e 0-2 esterno) a cui prima di rincontrarlo ed eliminarlo nei Play Off aveva fatto perdere nell’ultima giornata della Regular season il 2° posto battendolo per 4-2 (16’e 26’Tutino, 36’autorete di Pasquale Fazio, 72′ ed 80’Drudi [T], 93’Tutino. Al 61’Bruccini del Cosenza ha fallito un rigore, parato dall’estremo ospite Furlan). E’ guidato in panchina da Piero Braglia (che ha rilevato alla 6a giornata l’esonerato Gaetano Fontana; la scorsa stagione ad un passo dal traguardo alla guida dell’Alessandria nel Girone A fu esonerato alla 36a giornata dopo il sorpasso in vetta della Cremonese ed un vantaggio che era arrivato fino a 10 punti dilapidato; nella sua carriera da allenatore sono 4 i successi più rilevanti: il Campionato di Serie C1 Girone B vinto nella stagione 2003/04 riportando il Catanzaro in B dopo 14 anni, i Play Off di Serie C1 Girone A vinti nella stagione 2006/07 riportando il Pisa in B dopo 13 anni, i Play Off di Serie C1 Girone B vinti nella stagione 2010/11 riportando la Juve Stabia in B dopo 58 anni e la Coppa Italia di Lega Pro vinta con la stessa Juve Stabia sempre nella stagione 2010/11)
I suoi migliori cannonieri in Campionato sono stati quest’anno il centrocampista Mirko Bruccini e l’attaccante Gennaro Tutino con 7 reti a testa.
La rosa calabrese dispone tra i tanti anche del fantasista francese Alain Pierre Baclet, del centrocampista ex Samb (nella stagione 2006/07 in Serie C1 Girone B) Massimo Loviso (che ha giocato anche in Serie A con Bologna e Livorno) e dell’attaccante Leonardo Perez (prelevato a gennaio dall’Ascoli).
Ma occhio davanti ai suoi 2 maggiori goleador finora in questi Play Off entrambi con 3 reti a testa: il velocissimo attaccante nigeriano David Okereke (prelevato a gennaio dallo Spezia) ed il già citato Gennaro Tutino (prelevato in estate dalla Carrarese).
La scorsa stagione il Cosenza sotto la guida di Stefano De Angelis (che aveva rilevato alla 21a giornata l’esonerato Giorgio Roselli di cui era vice) chiuse al 7° posto la Regular Season del Girone C partecipando ai Play Off dove eliminò la Paganese (giunta 8a nel Girone C) battuta 2-0 nella 1a Fase (Girone C) in gara unica ed il Matera (giunto 3° nel Girone C) nella doppia sfida (2-1 interno per il Cosenza all’andata d 1-1 a Matera al ritorno) degli ottavi (1a Fase Inter-Girone Nazionale).
Ma poi è stato eliminato dal Pordenone (giunto 3° nel Girone B) nella doppia sfida (1-0 interno per il Pordenone all’andata e 0-0 a Cosenza il ritorno) dei quarti (2a Fase Inter-Girone Nazionale) .

Gli ultimi 2 precedenti (1 al Riviera delle Palme ed 1 al San Vito) tra Cosenza e Samb in Campionato risalgono alla stagione 1988/89 in Serie B e si impose in entrambe le occasioni la squadra calabrese allora guidata da Bruno Giorgi e dove giocavano tra gli altri l’attaccante Michele Padovano ed i centrocampisti Giorgio Venturin e Donato detto Denis Bergamini, quest’ultimo tornato tristemente alle cronache di recente per la riapertura del caso sulla sua misteriosa morte (avvenuta sabato 18 novembre 1989) all’epoca attribuita frettolosamente al suicidio e poi anni dopo attraverso numerosi accertamenti ed indagini all’omicidio.
Alla 4a giornata d’andata di domenica 4 ottobre 1988, al Riviera delle Palme finì 0-1 (53’Lucchetti).
Mentre alla 23a giornata, 4a di ritorno di domenica 26 febbraio 1989, al San Vito finì 1-0 (57’Lucchetti) sempre per i calabresi.
In quella stagione (1988/89) il Cosenza neopromosso in Serie B, sfiorò la prima storica promozione in Serie A (per ora mai ottenuta) chiudendo il torneo cadetto 4°a pari punti (44) con Cremonese e Reggina (che poi si giocarono lo spareggio per la Serie A vinto dalla formazione lombarda) ma giudicato 6° a causa di una sfavorevole classifica avulsa a tre.
Mentre la Samb sulla cui panchina si alternarono tre tecnici (dalla 1a alla 4a giornata Angelo Domenghini, solo alla 5a giornata il preparatore dei portieri Piero Persico e dalla 6a alla 38a giornata Enzo Riccomini) giunse 18a retrocedendo in Serie C1.

L’ultima volta che le 2 formazioni si sono affrontate in 3a Serie risale alla stagione 1980/81 in serie C1 Girone B ed in entrambe le occasioni (andata e ritorno) finì in parità: 1-1 (72’Fabiano Speggiorn [S], 85’Reggiani [C]) l’andata (13a giornata di domenica 21 dicembre 1980) al Ballarin e 0-0 il ritorno (30a giornata di domenica 10 maggio 1981) al San Vito. Al termine di quella stagione la Samb allora guidata in panchina da Nedo Sonetti chiuse prima a pari punti (44) con la Cavese (che vinse il Campionato per gli scontri diretti [1-0 a Cava de’ Tirreni [Salerno], l’andata e 0-0 a San Benedetto del Tronto, il ritorno] o per una migliore differenza reti [+17 vs +15]) venendo promossa in Serie B. Mentre il Cosenza di Pietro Fontana chiuse 15° retrocedendo in Serie C2.

La Samb per ora nella sua storia non ha mai vinto a Cosenza segnando un solo gol esterno (stagione 1962/63 in Serie B, 5a giornata d’andata di domenica 14 ottobre 1962, Stadio Emilio Morrone: 2-1 [5’Lenzi su rigore, 11’Leopoldo Raimondi (S), 88’Marmoroli] per il Cosenza) ed ha battuto la squadra calabrese solo 2 volte entrambe in Serie B e tra le mura amiche del Ballarin.
2-1 (6’Paolo Beni, 25’Pennati, 75’Pagni [C]) nella stagione 1961/62 (27a giornata, 8a di ritorno di domenica 18 marzo 1962). Al termine di quella stagione la Samb guidata da Alberto Eliani (che aveva rilevato alla 13a giornata l’esonerato Osvaldo Fattori) chiuse al 12° posto a pari punti (35) con Bari (che però era stato penalizzato di 6 punti) e Parma mentre il Cosenza giunse 18°.
2-0 (4’Sestili, 66’Macor) nella stagione 1962/63 (24a giornata, 5a di ritorno di domenica 3 marzo 1963). Al termine di quella stagione la Samb sulla cui panchina si alternarono 4 allenatori (Francesco Petagna, Dino Spinozzi, Piero Pasinati ed infine Volturno Diotallevi) giunse 19a retrocedendo in Serie C, mentre il Cosenza di Paolo Todeschini giunse 14°.

Girone A: Quello A è l’unico Girone dei tre di C dove i Play Off hanno coinvolto anche l’11a classificata in quanto ne ha fatto parte l’Alessandria (vincitrice della Coppa Italia) che ha riposato nel 1° e 2° Turno, entrando in gioco nel 3° Turno (1a Fase Nazionale) in cui ha giocato la gara di ritorno in casa.
La Robur Siena (2a) ha riposato nel 1° (Fase Girone), 2° (Fase Girone) e 3° (1a Fase Inter-Girone-Nazionale) turno, entrando in gioco al 4° turno (2a Fase Inter-Girone-Nazionale [quarti di finale] del 30 maggio e 3 giugno) in cui giocherà la gara di ritorno in casa.
Il Pisa (3°) ha riposato nel 1° (Fase Girone) e 2° (Fase Girone) Turno, entrando in gioco nel 3° (1a Fase Inter-Girone-Nazionale [ottavi di finale] del 20 e 23 maggio) turno in cui ha giocato la gara di ritorno in casa, così come l’Alessandria giunta 6a ma come detto sopra vincitrice della Coppa Italia di Serie C.
Mentre il Monza (4°) ha riposato nel 1° turno (Fase Girone) ed è entrato in gioco nel 2° Turno (Fase Girone del 15 maggio) in cui ha giocato in casa.

Girone B: Il Sudtirol Alto Adige (2°) ha riposato nel 1° (Fase Girone), 2° (Fase Girone) e 3° (1a Fase Inter-Girone-Nazionale) Turno, entrando in gioco al 4° turno (2a Fase Inter-Girone-Nazionale [quarti di finale] del 30 maggio e 3 giugno) in cui giocherà la gara di ritorno in casa.
La Samb (3a) ha riposato nel 1° (Fase Girone) e 2° (Fase Girone) Turno, entrando in gioco nel 3° (1a Fase Inter-Girone-Nazionale [ottavi di finale] del 20 e 23 maggio) turno in cui ha giocato la gara di ritorno in casa.
Mentre la Reggiana (4a) ha riposato nel 1° turno (Fase Girone) ed è entrata in gioco nel 2° Turno (Fase Girone del 15 maggio) in cui ha giocato in casa.

Girone C: Il Catania (2°) ha riposato nel 1° (Fase Girone), 2° (Fase Girone) e 3° (1a Fase Inter-Girone-Nazionale) Turno, entrando in gioco al 4° turno (2a Fase Inter-Girone-Nazionale [quarti di finale] del 30 maggio e 3 giugno) in cui giocherà la gara di ritorno in casa.
Il Trapani (3°) ha riposato nel 1° (Fase Girone) e 2° (Fase Girone) Turno, entrando in gioco nel 3° (1a Fase Inter-Girone-Nazionale [ottavi di finale] del 20 e 23 maggio) turno in cui ha giocato la gara di ritorno in casa.
Mentre la Juve Stabia (4a) ha riposato nel 1° turno (Fase Girone) ed è entrata in gioco nel 2° Turno (Fase Girone del 15 maggio) in cui ha giocato in casa.

Riepilogo risultati gare d’andata 3°Turno (1a Fase Inter-Girone Nazionale-Ottavi di finale) di domenica 20 maggio 2018:

Gara 1 : Viterbese Castrense (5a classificata nel Girone A) -Pisa (3°classificato nel Girone A) 1-0 (34’Sini)

Gara 2 : Piacenza (8° classificato nel Girone A) -SAMB (3a classificata nel Girone B) 2-1 (21’Miracoli [S], 26’Jacopo Silva, 35’Bini)

Gara 3 : Cosenza (5° classificato nel Girone C)-Trapani (3° classificato nel Girone C) [Gara che è stata trasmessa in diretta streaming sul sito raisport.rai.it e poi in differita tv su Rai Sport] 2-1 (53’Tutino, 79’Okereke, 92’Polidori [T])

Gara 4: Feralpisalò (6a classificata nel Girone B) -Alessandria (vincitrice della Coppa Italia di Serie C) 2-3 (7’Pablo Andres Gonzalez, 64’Bellazzini, 76’Michele Marconi, 83’Staiti [F], 87’Andrea Ferretti [F])

Gara 5: Juve Stabia (4a classificata nel Girone C) -Reggiana (4a classificata nel Girone B) 0-0

Riepilogo risultati gare di ritorno 3°Turno (1a Fase Inter-Girone Nazionale-Ottavi di finale) di mercoledì 23 maggio 2018 :

Gara 1 : Pisa (3°classificato nel Girone A)-Viterbese Castrense (5a classificata nel Girone A) 2-3 (8’Ingrosso [P], 32′ Baldassin, 49’Michele Rinaldi, 57’Cenciarelli, 65’Daniele Mannini [P] su rigore)

Gara 2 : SAMB (3a classificata nel Girone B) -Piacenza (8° classificato nel Girone A) 3-1 (49’Miracoli su rigore, 59’Rapisarda, 87’Miracoli su rigore, 89’Stefano Franchi [P]. All’85’espulso direttamente dalla panchina per proteste e comportamento offensivo verso il direttore di gara il portiere di riserva del Piacenza Mattia Lanzano. La Samb sullo 0-0 ha colpito ben 4 legni: all’11’traversa di Miracoli, al 26’palo esterno di Bellomo, al 42’traversa di Bellomo su punizione ed al 46’traversa di Patti su conclusione dai 30 metri)

Gara 3 : Trapani (3° classificato nel Girone C)-Cosenza (5° classificato nel Girone C) 0-2 (63’Okereke, 78’Tutino)

Gara 4: Alessandria (vincitrice della Coppa Italia di Serie C)-Feralpisalò (6a classificata nel Girone B) 1-3 (17’Raffaello, 43’Simone Guerra, 55’Sestu [A] , 73’Andrea Ferretti)

Gara 5: Reggiana (4a classificata nel Girone B-testa di serie)-Juve Stabia (4a classificata nel Girone C) [Gara che è stata trasmessa in diretta tv in chiaro su Rai Sport] 1-1 (68’Simeri [J.S.], 80’Bastrini [R]. Espulsi: al 70’Andrea Bovo della Reggiana per fallo di reazione su Vicente ed all’84’lo stesso Vicente della Juve Stabia per accese e colorite proteste)

In neretto le squadre che accedono al 4° Turno (2a Fase Inter-Girone Nazionale-Quarti di finale).
Le 5 squadre qualificate accedono al 4° Turno (2a Fase Nazionale-Quarti di finale: andata mercoledì 30 maggio e ritorno domenica 3 giugno) dove entrano in gioco anche le tre seconde classificate: Robur Siena (Girone A), Sudtirol Alto Adige (Girone B) e Catania (Girone C), teste di serie così come la Samb (unica 3a classificata rimasta in corsa).

Riepilogo risultati 2°Turno in gara unica (in casa delle meglio classificate al termine della Regular Season) di martedì 15 maggio 2018:

Girone A:

Monza (4°)-Piacenza (8°) [Gara che è stata trasmessa in diretta tv in chiaro su Sportitalia] 0-1 (83’Pesenti. Espulsi entrambi tra le fila del Piacenza: all’82’ il centrocampista francese Taugourdeau per doppia ammonizione ed all’88’ il centrocampista Della Latta per gioco falloso)

Viterbese Castrense (5a)-Carrarese (6a) [Gara che è stata trasmessa in differita tv su Rai Sport] 2-1 (5’Jefferson, 50’Di Paolantonio, 57’Murolo [C]. All’86’espulso il tecnico della Carrarese Silvio Baldini per proteste verso la terna arbitrale e comportamento offensivo e minaccioso verso un tesserato della squadra avversaria)

Girone B:

Reggiana (4a)-Bassano Virtus (8°) 1-0 (49’Alessandro Cesarini).

Albinoleffe (5°)-Feralpisalò (6a) 0-1 (32’Staiti. Al 95’espulso Sbaffo dell’Albinoleffe per reiterate proteste)

Girone C:

Juve Stabia (4a)-Virtus Francavilla (9a) 4-3 (4’Fabrizio Melara, 12’Canotto, 26’Partipilo [V.F.], 73’Filippo Berardi, 78’Partipilo [V.F.], 84’Prestia [V.F.], 88’Paponi).

Cosenza (5°)-Casertana (7a) 1-1 (2’Tutino [Co], 13’Finizio [Ca]. Al 93’espulso Rainone della Casertana per aver colpito un avversario a gioco fermo)

In neretto le 6 squadre che accedono al 3° Turno (1° Turno Nazionale-Ottavi [andata domenica 20 maggio e ritorno mercoledì 23 maggio]). A queste squadre qualificate si aggiungono le terze classificate: Pisa (Girone A), Samb (Girone B), Trapani (Girone C) e l’Alessandria (vincitrice della Coppa Italia di Serie C) teste di serie così come la Reggiana (migliore 4a).

Riepilogo risultati 1° Turno (1a Fase Gironi) in gara unica (in casa delle meglio classificate al termine della Regular Season) di venerdì 11 maggio 2018:

Girone A:

Viterbese Castrense (5a)-Pontedera (11a) [Gara che è stata trasmessa in diretta tv in chiaro su Sportitalia] 2-1 (29’Vandeputte, 39’Baldassin, 68’Luigi Grassi [P] su rigore)

Carrarese (6a)-Pistoiese (10a) [Gara che è stata trasmessa in diretta tv in chiaro su Rai Sport] 5-0 (21’Agyei su rigore, 38’Biasci, 41’Tortori, 60’Foresta, 83’Vassallo)

Piacenza (8°)-Giana Erminio (9a) 4-2 (8’Matteo Marotta [G.E.], 58’Taugourdeau, 71’Niccolò Romero, 79’Pesenti, 91’Niccolò Romero, 94’Greselin [G.E.]).

Girone B:

Albinoleffe (5°)-Mestre (10°) 2-2 (32’Gelli [A], 41′ Giorgione [A], 54’Beccaro [M], 89’Boscolo Papo [M])

Feralpisalò (6a)-Pordenone (9°) 3-1 (33’Magnaghi [P], 40’Raffaello, 51’e 65′ Mattia Marchi. Al 26’espulso il tecnico della Feralpisalò Toscano per proteste)

Renate (7°)-Bassano Virtus (8°) 0-2 (27’e 45’Abou Diop. Al 35’espulso Fietta del Renate per doppia ammonizione).

Girone C:

Cosenza (5°)-Sicula Leonzio (10°) 2-1 (59’Bollino [S.L.], 82’Okereke, 87’Baclet su rigore. A fine 1°tempo espulso il tecnico del Cosenza Piero Braglia per proteste)

Monopoli (6°)-Virtus Francavilla (9a) 0-1 (74’Partipilo)

Casertana (7a)-Rende (8°) 2-1 (69’Denny Gigliotti [R], 75’Paride Pinna, 92’Turchetta. Al 73′, sullo 0-1, Turchetta della Casertana ha fallito un rigore, parato dall’estremo ospite De Brasi. Espulsi: al 72’il tecnico del Rende Trocini per proteste ed all’85’il centrocampista della Casertana Emanuele D’Anna per doppia ammonizione).

In neretto le 9 squadre che accedono al 2° Turno. A queste squadre qualificate si aggiungono le quarte classificate: Monza (Girone A), Reggiana (Girone B) e Juve Stabia (Girone C).

Play Off e Play Out Serie C 2017-18

CALENDARIO DATE PLAY OFF:

FASE GIRONI

1° Turno in gara unica VENERDI’ 11 MAGGIO 2018

2° Turno in gara unica MARTEDI’ 15 MAGGIO 2018
Nel 2° turno (Fase Girone) le quarte classificate hanno giocato in casa.

FASE PLAY OFF NAZIONALI

1° Turno (ottavi) – Gara di Andata DOMENICA 20 MAGGIO 2018

1° Turno (ottavi)– Gara di Ritorno MERCOLEDI’ 23 MAGGIO 2018

Nel 1° turno (ottavi) Nazionale le terze classificate (Pisa, Samb e Trapani), l’Alessandria (vincitrice della Coppa Italia di Serie C) e la Reggiana (migliore 4a) in quanto teste di serie hanno giocato la gara di ritorno in casa.

2° Turno (quarti) – Gara di Andata MERCOLEDI’ 30 MAGGIO 2018

2° Turno (quarti) – Gara di Ritorno DOMENICA 3 GIUGNO 2018.

Nel 2° turno (quarti) le seconde classificate (Robur Siena, Sudtirol Alto Adige e Catania) giocheranno la gara di ritorno in casa.

FINAL FOUR 


Semifinale – Gara di Andata MERCOLEDI’ 06 GIUGNO 2018

Semifinale – Gara di Ritorno DOMENICA 10 GIUGNO 2018

Finale in gara unica SABATO 16 GIUGNO 2018 allo Stadio Adriatico “Giovanni Cornacchia” di Pescara.

In generale nelle gare ufficiali Sambenedettese e Cosenza si sono affrontate 13 volte e lo score dice: solo 2 successi per i rosso-blu marchigiani, 7 vittorie (compresa quella nei quarti d’andata dei Play Off) per i rosso-blu calabresi e 4 pareggi. Il bilancio delle gare giocate a Cosenza è di: 6 successi (compreso quello nei quarti d’andata dei Play Off) per la squadra calabrese ed un pareggio. Mentre lo score dei match giocati a San Benedetto del Tronto è il seguente: 2 vittorie Samb, un successo Cosenza e 3 pareggi.

Ecco i 13 precedenti (tutti in campionato tra B e C) tra SAMB e Cosenza:
1961/62: Serie B 8a Cosenza-Samb 1-0 (40’Perli)
1961/62: Serie B 27a Samb-Cosenza 2-1 (6’Paolo Beni, 25’Pennati, 75’Pagni [C])
1962/63: Serie B 5a Cosenza-Samb 2-1 (5’Lenzi su rigore, 11’Leopoldo Raimondi [S], 88’Marmoroli)
1962/63: Serie B 24a Samb-Cosenza 2-0 (4’Sestili, 66’Macor)
1964/65: Serie C (Girone C) 7a Cosenza-Samb 2-0 (65’Gramoglia, 85’Ciabattari)
1964/65: Serie C (Girone C) 24a Samb-Cosenza 0-0
1965/66: Serie C (Girone C) 12a Cosenza-Samb 1-0 (1’Campanini)
1965/66: Serie C (Girone C) 29a Samb-Cosenza 1-1 (24’Achille Passoni [S], 58’autorete di Frigeri [C]).
1980/81: Serie C1 (Girone B) 13a Samb-Cosenza 1-1 (72’Fabiano Speggiorn [S], 85’Reggiani [C])
1980/81: Serie C1 (Girone B) 30a Cosenza-Samb 0-0
1988/89: Serie B 4a Samb-Cosenza 0-1 (53’Lucchetti)
1988/89: Serie B 23a Cosenza-Samb 1-0 (57’Lucchetti)
2017/18: andata quarti di finale Play Off di Serie C: Cosenza-Samb 2-1 (21’Bruccini, 60’Alessandro Marchi [S], 86’Baclet)

In neretto i 2 soli successi (entrambi in casa) raccolti per ora dalla Samb.

STATISTICHE REGULAR SEASON SAMB :
E’ stata annullata la gara interna della 1a giornata vinta per 2-0 col Modena (radiato). Ha riposato alla 10a, alla 20a (1a di ritorno) ed alla 29a (10a di ritorno) giornata.
Vittorie: 14 * (3-2 interno col Feralpisalò alla 3a giornata, 0-2 a Gubbio alla 4a, altro 0-2, stavolta a Reggio Emilia sul campo della Reggiana alla 6a, 1-2 a Portogruaro [Venezia] sul campo del Mestre alla 7a, 3-1 interno col Santarcangelo all’8a, 1-2 a Ravenna alla 14a, 0-2 a Teramo alla 16a, 0-1 a Bergamo, sul campo dell’Albinoleffe alla 18a, 3-0 interno con la Fermana alla 21a, 0-1 a Santarcangelo di Romagna [Rimini] alla 27a, 2-0 interno col Renate alla 28a, 2-1 interno col Vicenza alla 31a, altro 2-1 interno, stavolta col Ravenna alla 33a e 2-0 interno col Teramo alla 35a)
Pareggi: 11 (1-1 a Meda [Monza e Brianza] sul campo del Renate alla 9a giornata, 0-0 interno col Fano all’11a, altro 0-0 interno stavolta con il Bassano Virtus alla 15a, 1-1 interno col Pordenone alla 17a, altro 1-1 interno, stavolta con la Triestina alla 19a, di nuovo un 1-1 interno, stavolta col Gubbio alla 23a, ancora un 1-1, stavolta esterno, a Padova alla 24a, 0-0 interno con la Reggiana alla 25a, 1-1 a Fano alla 30a, altro 1-1 esterno, stavolta a Bolzano, sul campo del Sudtirol Alto Adige alla 32a ed ancora un 1-1 esterno, stavolta a Trieste alla 38a ed ultima giornata)
Sconfitte: 9 (2-0 a Fermo sul campo della Fermana alla 2a giornata, 0-1 interno col Padova alla 5a, 2-1 a Vicenza alla 12a, altro 0-1 interno, stavolta col Sudtirol Alto Adige alla 13a , 1-0 sul campo della Feralpisalò alla 22a, 0-2 interno col Mestre alla 26a, 2-0 a Bassano del Grappa [Vicenza] alla 34a, 4-0 a Pordenone alla 36a e 0-1 interno con l’Albinoleffe alla 37a)
Gol fatti: 38 * (20 * in casa e 18 fuori; 4 su rigore) con 13 * diversi marcatori: Bellomo (1), Bove (2), Di Massimo (3), Di Pasquale (2), Vittorio Esposito (3 di cui 1 su rigore), Gelonese (4), Mattia (1), Mirko Miceli (2), Miracoli (10 di cui 3 su rigore), Rapisarda (3), Stanco (3), Tomi (2) e Vallocchia (1; poi passato all’Olbia nel mercato di gennaio). Alle reti degli 11 diversi marcatori rossoblu va aggiunta l’autorete di Maistrello (Ravenna) alla 14a giornata.
Gol subiti: 31 (13 in casa e 18 fuori).
Differenza reti: + 7 * (38-31)
Capocannoniere: Luca Miracoli con 10 reti (di cui 3 su rigore)
Punti interni: 27 * (su 17 * gare casalinghe), frutto di 7 * successi, 6 pareggi e 4 ko interni.
Punti esterni: 26 (su 17 gare in trasferta), frutto di 7 successi, 5 pareggi e 5 ko esterni.
Espulsioni (di giocatori): 3 (Di Massimo per proteste alla 17a giornata, Alessandro Marchi per fallo da ultimo uomo alla 30a giornata e Ceka per proteste alla 36a giornata)
Ammonizioni: 92 *.
Media inglese: -15.
Nei Play Off la Samb (giunta 3a) è entrata in gioco al 3° turno (1a Fase Inter-Girone Nazionale) eliminando il Piacenza (8° classificato nel Girone A). Dopo aver perso 2-1 (21’Miracoli [S], 26’Jacopo Silva, 35’Bini) il match d’andata al Garilli ha ribaltato la situazione vincendo per 3-1 (49’Miracoli su rigore, 59’Rapisarda, 87’Miracoli su rigore, 89’Stefano Franchi [P]. All’85’espulso direttamente dalla panchina per proteste e comportamento offensivo verso il direttore di gara il portiere di riserva del Piacenza Lanzano. La Samb sullo 0-0 ha colpito ben 4 legni: all’11’traversa di Miracoli, al 26’palo esterno di Bellomo, al 42’traversa di Bellomo su punizione ed al 46’traversa di Patti su conclusione dai 30 metri) tra le mura amiche del Riviera delle Palme.
E’approdata così al 4° turno (2a Fase Inter-Girone Nazionale-Quarti di finale), dove nel match d’andata è stata sconfitta per 2-1 (21’Bruccini, 60’Alessandro Marchi [S], 86’Baclet) sul campo del Cosenza (5°classificato nel Girone C). Ritorno domenica 3 giugno alle ore 20,30 al Riviera delle Palme di San Benedetto del Tronto.
Nella Coppa Italia Tim la squadra rossoblu dopo aver eliminato nel 1° Turno la Lucchese vincendo per 2-0 ai tempi supplementari (5’del 1°T.S. Tomi e 7’del 1°T.S. Di Massimo) tra le mura amiche del Riviera delle Palme, è stata eliminata nel 2° turno dal Cesena perdendo 2-1 (17’Laribi su rigore, 56’Alessio Vita, 92’Nicola Valente [S]) all’Orogel Stadium Dino Manuzzi.
Nella Coppa Italia di Serie C invece è entrata in gioco nel 1° Turno in gara unica della Fase Finale vincendo 1-3 (36’Valente, 44’Candellori, 46’Burzigotti [G], 79’Valente. Al 78’espulso Dierna del Gubbio per fallo da ultimo uomo) sul campo del Gubbio ed eliminandolo.
Ma poi nel 2°turno (sedicesimi di finale) sempre in gara unica è stata eliminata perdendo 3-1 (9’Di Pasquale [S], 65′ e 92 [2′ del 1°T.S.] Alfageme, 100’Cigliano. Espulsi: al 103′ il tecnico della Samb Capuano per proteste, al 113’Alfageme della Casertana e Patti della Samb per reciproche scorrettezze ed intemperanze) dopo i tempi supplementari sul campo della Casertana.

*= Annullato il 2-0 interno col Modena della 1a giornata e con esso i gol realizzati quel giorno da Troianiello (poi passato al Fano da svincolato a metà febbraio) e Nicola Valente e l’ammonizione subita (Damonte).

Statistiche Regular Season COSENZA (Avversario della Samb ai quarti in gara doppia dei Play Off Nazionali) :
Serie Positiva conclusiva: 2 successi consecutivi (1 interno ed 1 esterno), 3 successi nelle ultime 4 gare, 4 di fila esterni.
Vittorie: 14 (0-1 a Reggio Calabria, sul campo della Reggina alla 7a giornata, 2-1 interno col Bisceglie alla 10a, 0-2 sul campo dell’Akragas alla 13a, 1-0 interno con la Juve Stabia alla 14a, 4-1 con la Virtus Francavilla alla 18a, 1-2 a Trapani alla 19a, 2-0 interno col Monopoli alla 20a, 0-2 sul campo della Paganese alla 21a, 2-1 interno col Matera alla 22a, 0-1 sul campo della Racing Fondi alla 31a, 1-2 a Castellammare, sul campo della Juve Stabia alla 33a, 0-1 sul campo della Sicula Leonzio alla 35a, 1-5 sul campo della Virtus Francavilla alla 37a e 4-2 interno col Trapani alla 38a)
Pareggi: 12 (0-0 a Matera alla 3a giornata, 1-1 interno con la Fidelis Andria alla 4a, altro 1-1 interno, stavolta con la Racing Fondi alla 12a, 0-0 interno col Sicula Leonzio alla 16a, altro 0-0, stavolta esterno nel derby di Rende [Cosenza] alla 17a, 1-1 ad Andria alla 23a, 0-0 interno col Siracusa alla 24a, 2-2 a Catania alla 25a, 1-1 interno con la Reggina alla 26a, 0-0 a Bisceglie alla 29a, altro 0-0 stavolta interno con l’Akragas alla 32a ed ancora uno 0-0 interno, stavolta col Catanzaro alla 34a)
Sconfitte: 10 (3-1 a Monopoli alla 1a giornata, 0-2 interno con la Paganese alla 2a, 4-2 a Siracusa alla 5a, 0-1 interno col Catania alla 6a, 0-3 interno con la Casertana all’8a, 1-0 a Lecce all’11a, 2-1 a Catanzaro alla 15a, 1-0 a Caserta alla 27a, 0-1 interno col Lecce alla 30a e 0-3 interno nel derby cosentino col Rende alla 36a)
Gol fatti: 41 (18 in casa e 23 in trasferta; 5 su rigore) con 15 diversi marcatori: il fantasista francese Baclet (3 di cui 1 su rigore), Bruccini (7 di cui 1 su rigore), Calamai (1), Angelo Corsi (2), Tommaso D’Orazio (3), il difensore albanese Dermaku (1), Idda (1), Loviso (2 su rigore), Mendicino (3; poi passato al Monza nel mercato di gennaio), Mungo (4), l’attaccante nigeriano Okereke (1), Manuel Pascali (2), Leonardo Perez (2 di cui 1 su rigore), Statella (1; poi passato alla Ternana nel mercato di gennaio) e Tutino (7). Alle reti dei 15 diversi marcatori rosso-blu va aggiunta l’autorete di Pasquale Fazio (Trapani) alla 38a ed utima giornata.
Gol subiti: 35 (18 in casa e 17 fuori).
Differenza reti: +6 (41-35)
Capocannonieri: Mirko Bruccini (un rigore trasformato) e Gennaro Tutino con 7 reti a testa.
Punti interni: 25 (su 18 gare casalinghe), frutto di 6 successi, 7 pareggi e 5 ko interni.
Punti esterni: 29 (su 18 gare esterne), frutto di 8 successi, 5 pareggi e 5 ko esterni.
Media inglese: -18.

Il Cosenza è una squadra dell’omonimo comune calabrese.

La scorsa stagione il Cosenza sotto la guida di Stefano De Angelis (che aveva rilevato alla 21a giornata l’esonerato Giorgio Roselli di cui era vice) chiuse al 7° posto la Regular Season del Girone C partecipando ai Play Off dove eliminò la Paganese (giunta 8a nel Girone C) battuta 2-0 nella 1a Fase (Girone C) in gara unica ed il Matera (giunto 3° nel Girone C) nella doppia sfida (2-1 interno per il Cosenza all’andata d 1-1 a Matera al ritorno) degli ottavi (1a Fase Inter-Girone Nazionale).
Ma poi è stato eliminato dal Pordenone (giunto 3° nel Girone B) nella doppia sfida (1-0 interno per il Pordenone all’andata e 0-0 a Cosenza il ritorno) dei quarti (2a Fase Inter-Girone Nazionale) .

Nella sua storia ha partecipato a 19 Campionati di Serie B (il primo nella stagione 1946/47 e l’ultimo in quella 2002/03).
I suoi migliori risultati in Serie B sono: il 4° posto a pari punti con Cremonese e Reggina (che risultarono però davanti nella classifica avulsa a tre tagliando fuori i calabresi ed andando a fare spareggio per andare in Serie A poi vinto dai lombardi) con Bruno Giorgi in panchina in quella 1988/89, il 5° (a soli 2 punti dal 4° posto che avrebbe voluto dire ai tempi Serie A) con Edoardo Reja tecnico nella stagione 1991/92 ed il 7° (a cinque punti dal 4° che allora voleva dire Serie A) con Fausto Silipo allenatore in quella 1992/93.
Finora ha partecipato anche a ben 47 Campionati di 3a Serie (tra Serie C, Lega Pro, 1a Divisione, Serie C1 ecc.). Dopo Lecce (35) e Piacenza (33) è la squadra che ha disputato più Campionati di Serie C (inteso come Serie C e Lega Pro non compresi Serie C1 e 1a Divisione o altro) : 32.

Nel suo Palmares ci sono: una Coppa Angolo-Italiana di Serie C (vinta nel 1983), 3 Campionati di Serie D (vinti nelle stagioni 1957/58 [Girone C], 1974/75
[Girone I] e 2007/08 [Girone I]), un Campionato di Serie C2 Girone D (vinto nella stagione 1979/80), un Campionato di 2a Divisione Lega Pro Girone C (vinto nella stagione 2008/09), un 2° posto con conseguente prima storica promozione in Serie B
nel girone F Calabria-Sicilia della Lega Nazionale Centro-Sud di Serie C (nella stagione 1945/46), un “2°” posto con conseguente promozione in Serie B nel Campionato di serie C1 Girone B (1° a pari punti [45] col Licata [giudicato per differenza reti o per scontri diretti vincitore del Campionato] nella stagione 1987/88) , un Campionato di Serie C Girone C (vinto nella stagione 1960/61), un Campionato di Serie C1 Girone B (vinto nella stagione 1997/98) e una Coppa Italia di Lega Pro (vinta nella stagione 2014/15).

La formazione di Piero Braglia (che ha rilevato alla 6a giornata l’esonerato Gaetano Fontana) ha chiuso il Girone C di Serie C al 5° posto con 54 punti in 36 partite (ha riposato alla 9a e 28a giornata). Con la 5a posizione si è qualificata per i Play Off dove nel 1° Turno (Fase Girone C) in gara unica ha battuto 2-1 (59’Bollino [S.L.], 82’Okereke, 87’Baclet su rigore. A fine 1°tempo espulso il tecnico del Cosenza Piero Braglia per proteste) tra le mura amiche del San Vito Gigi Marulla ed eliminato il Sicula Leonzio (giunto 10°).
Nel 2° Turno (Fase Girone C sempre in gara unica) si è ripetuta stavolta pareggiando 1-1 (2’Tutino [Co], 13’Finizio [Ca]. Al 93’espulso Rainone della Casertana per aver colpito un avversario a gioco fermo) sempre in casa, con la Casertana (giunta 7a). Poi nel 3° Turno (1a Fase Inter-Girone Nazionale-Ottavi) ha eliminato il Trapani (giunto 3° sempre nel Girone C) vincendo sia la gara d’andata: 2-1 (53’Tutino, 79’Okereke, 92’Polidori [T]) interno tra le mura amiche del San Vito-Gigi Marulla che quella di ritorno: 0-2 (63’Okereke, 78’Tutino) esterno al Polisportivo Provinciale. E’approdata così al 4° turno (2a Fase Inter-Girone Nazionale-Quarti di finale), dove nel match d’andata ha battuto per 2-1 (21’Bruccini, 60’Alessandro Marchi [S], 86’Baclet) tra le mura amiche del San Vito-Gigi Marulla la Samb (3a classificata nel Girone B). Ritorno domenica 3 giugno alle ore 20,30 al Riviera delle Palme di San Benedetto del Tronto.

Nella Coppa Italia di Serie C la squadra rosso-blu è entrata in gioco nel 2° turno (sedicesimi) in gara unica della fase finale vincendo 1-2 (56′ e 76’Liguori, 78’Russotto [CAT]) sul campo del Catania.
Poi si è ripetuta negli ottavi (sempre in gara unica) battendo per 1-0 (95’Calamai. Al 91′ espulso Daniel Pasquale Fazio del Trapani per fallo da ultimo uomo. Al 92’Mendicino del Cosenza ha fallito un rigore, parato dall’estremo ospite Pacini) ed eliminando il Trapani e nei quarti (sempre in gara unica) espugnando per 0-2 (61’Okereke, 68’Loviso) il campo del Lecce.
Ma poi nella doppia semifinale è stato eliminato dalla Viterbese Castrense perdendo 3-1 (6’autorete di Pascali, 33′ Jefferson, 41′ Bruccini [C ], 90’De Sousa su rigore. Espulsi entrambi nelle fila del Cosenza: al 13′ Mungo per proteste e comportamento offensivo verso l’arbitro conditi da espressione blasfema ed al 57′ Loviso per un bruttissimo fallo di gioco su Sanè) l’andata a Viterbo e poi vincendo 2-1 (31′ Tutino, 81’Calderini [V.C.], 89’Leonardo Perez) il ritorno tra le mura amiche del San Vito Gigi Marulla.
Nella Coppa Italia Tim invece la formazione calabrese è stata subito eliminata al 1° turno perdendo 2-3 (87’autorete di Matteo Fissore [C], 91’Riccardo Cazzola, 105’Pascali [C], 108’Celjak, 116’Casasola. All’88’espulso l’attaccante italo-argentino Pablo Andres Gonzalez dell’Alessandria per aver sputato ad un giocatore avversario) dopo i tempi supplementari in casa con l’Alessandria.

Queste le 3 squadre dei rispettivi Gironi di Serie C promosse in Serie B :
Girone A: Livorno promossa in Serie B (dove manca dalla stagione 2015/16).
Girone B (dove il Modena è stato radiato dopo la 12a giornata lasciando il Campionato da 19 a 18 squadre): Padova promosso in Serie B (dove manca dalla stagione 2013/14).
Girone C: Lecce promosso in Serie B (dove manca dalla stagione 2009/10)
In neretto le squadre promosse in Serie B
Alle 3 squadre sopra citate (vincitrici dei rispettivi Gironi) si aggiungerà la vincente dei Play-Off (vinti la scorsa stagione dal Parma).

SUPERCOPPA DI SERIE C 2018:

Girone Triangolare con Livorno (vincitore del Girone A), Padova (vincitore del Girone B) e Lecce (vincitore del Girone C).

1a Giornata di sabato 12 maggio: Padova (3 punti)-Livorno (0 punti) 5-1 (20’Belingheri, 45’Capello, 47’Belingheri, 49’Vantaggiato [L] su rigore, 66’Capello, 79′ Ravanelli) . Ha riposato: Lecce (-).

2a giornata di sabato 19 maggio: Livorno (3)-Lecce (0) 3-1 (3’Gabriele Morelli, 18’Mendes Murilo, 21’Di Piazza [Le], 56’Vantaggiato su rigore). Ha riposato: Padova (3).

3a ed ultima giornata di sabato 26 maggio : Lecce-Padova (Gara che è stata trasmessa in diretta tv in chiaro su Sportitalia) 0-1 (14’Daniel Cappelletti). Ha riposato: Livorno.

Classifica Finale: Padova 6, Livorno 3 e Lecce 0.
Il Padova (al 1° titolo) di Pierpaolo Bisoli succede nell’Albo d’oro al Foggia (che aveva vinto il trofeo nella scorsa stagione) vincendo la Supercoppa di Serie C 2018.

ALBO D’ORO SUPERCOPPA DI SERIE C (LEGA PRO):(dal 2000 al 2014 era a 2 squadre ossia le 2 vincenti degli unici 2 gironi di Serie C1 poi ribattezzata 1a Divisione Lega Pro, mentre dal 2015 è a 3)
1999/00 (a 2 squadre) : Siena ; 2000/01: Modena ; 2001/02 : Ascoli; 2002/03: Treviso ; 2003/04: Arezzo ; 2004/05: Rimini; 2005/06: Spezia; 2006/07: Grosseto ; 2007/08: Sassuolo; 2008/09: Gallipoli; 2009/10: Novara; 2010/11: Nocerina; 2011/12: Spezia; 2012/13: Avellino ; 2013/14 (a 2 squadre): Perugia; 2014/15 (a 3 squadre): Novara ; 2015/16: Spal; 2016/17: Foggia; 2017/18: Padova .

PLAY OUT (Andata sabato 19 maggio in casa della peggio classificata e ritorno sabato 26 maggio in casa della meglio classificata)

Girone A :

Gara d’andata: Cuneo (18°)-Gavorrano (17°) 1-0 (31’Zamparo. Al 45’Lorenzo Remedi del Gavorrano ha fallito il rigore del possibile pari, calciandolo alto al di sopra della traversa. All’85’espulso Domenico Marchetti del Gavorrano per doppia ammonizione. Al 90’brutta rissa davanti alla panchina del Gavorrano).

Gara di ritorno: Gavorrano (17°)-Cuneo (18°) 0-0.

In neretto la squadra salva e che dunque rimane in serie C.

Il Cuneo è salvo rimanendo in serie C, mentre il Gavorrano retrocede in Serie D.

Ricordiamo che il Prato è direttamente retrocesso in Serie D in quanto ha chiuso regular season con un distacco (-11) superiore agli 8 punti dalla 16a (Arezzo, salvo).

Girone B:

Gara d’andata: Vicenza (18°)-Santarcangelo (17°) [Gara che è stata trasmessa in diretta tv in chiaro su Sportitalia] 2-1 (47’Alimi, 54′ Lesjak [S], 67’Giacomelli. Al 58’espulso il difensore croato del Santarcangelo Lesjak per doppia ammonizione).

Gara di ritorno: Santarcangelo (17°)-Vicenza (18°) 1-1 (81’Giacomelli [V], 95’Gianmarco Piccioni [S]. All’88’Nicola Ferrari del Vicenza ha fallito un rigore, colpendo il palo) .

In neretto la squadra salva e che dunque rimane in serie C.

Il Vicenza è salvo rimanendo in serie C, mentre il Santarcangelo (che sul campo si era salvato prima che arrivasse la penalizzazione di 2 punti a Campionato terminato, penalizzazione per la quale non ha poi presentato ricorso) retrocede in Serie D dopo 7 stagioni consecutive nei Professionisti.

Ricordiamo che in questo Girone il Modena è stato radiato dopo la 12a giornata e non si sa per ora da quale Serie (o Categoria che dir si voglia ripartirà).

Girone C:

Gara d’andata: Racing Fondi (18°)-Paganese (17a) 2-2 (11’Christian Cesaretti [P], 56’e 58’Nolè [R.F.], 89’Bensaja [P]).

Gara di ritorno: Paganese (17a)-Racing Fondi (18°) 2-1 (48’Ciotola [R.F.], 57’Christian Cesaretti, 84’Francesco Scarpa. All’85’espulso direttamente dalla panchina dopo essere stato sostituito, Cesaretti della Paganese per comportamento scorretto e provocatorio verso i componenti della panchina della squadra avversaria).

In neretto la squadra salva e che dunque rimane in serie C.

La Paganese è salva rimanendo in Serie C, mentre il Racing Fondi retrocede in Serie D.

Ricordiamo che l’Akragas è direttamente retrocesso in Serie D in quanto ha chiuso regular season con un distacco (-36) superiore agli 8 punti dalla 16a (Matera, salvo).

SERIE B: (a 22 squadre, dove l’Ascoli è giunto 18° e si è poi salvato dopo il play out pareggiato contro la Virtus Entella)

I verdetti parziali (manca disputa dei Play Off):

Empoli (1°, vince per la 2a volta [la prima era stata nella stagione 2004/05] nella sua storia il Campionato di Serie B, succedendo nell’Albo d’Oro alla Spal, tornando in Serie A dove manca dalla scorsa stagione 2016/17) e Parma (2°; torna in Serie A dove manca dalla scorsa stagione 2014/15; dopo il fallimento del 2015 3 promozioni consecutive: stagione 2015/16 dalla Serie D vincendo il Girone D alla Lega Pro, stagione 2016/17 dalla Lega Pro alla Serie B attraverso la vittoria dei Play Off ed infine questa stagione 2017/18 dalla Serie B alla Serie A. Una tripla promozione dalla D alla A senza precedenti nella storia del calcio professionistico italiano) direttamente promosse in Serie A.

Albo d’Oro promozioni dalla Serie B alla Serie A

Parma e Frosinone hanno chiuso Regular Season seconde a pari punti (72) ma in base agli scontri diretti (2-1 interno per il Frosinone all’andata e 2-0 per il Parma al ritorno) la squadra ducale risulta davanti (2a) e dunque è promossa in Serie A , mentre quella ciociara (3a) disputerà i Play Off.

I PLAY OFF (vinti la scorsa stagione dal Benevento) a cui partecipano quest’anno: Frosinone (3°), Palermo (4°), Venezia (5°), Cittadella (6°), Bari (7°) e Perugia (8°) decideranno la terza ed ultima promozione in Serie A.

Il calendario dei Play Off è stato poi modificato con le date posticipate (sotto il programma aggiornato) a causa del caso Bari (penalizzato di 2 punti e scavalcato dal Cittadella che dunque giocherà in casa il Turno Preliminare in gara unica) e del reclamo presentato per lo stesso dal Cittadella calcio.

Turno preliminare in gara unica (in casa delle meglio classificate nella Regular Season) :

Domenica 3 giugno 2018 ore 18,30: Cittadella (6°)-Bari (7°)

Domenica 3 giugno 2018 ore 21: Venezia (5°)-Perugia (8°) .

In caso di parità di punteggio al termine dei 90 minuti regolamentari, si disputano i tempi supplementari. Qualora la parità persistesse passano le migliori posizionate in campionato (Venezia e Cittadella).

Semifinali andata e ritorno (in casa delle meglio classificate nella Regular Season) :

Mercoledì 6 giugno 2018 ore 18,30: Vincente di Cittadella-Bari VS Frosinone (3°). Ritorno domenica 10 giugno 2018 ore 21.

Mercoledì 6 giugno 2018 ore 21: Vincente di Venezia-Perugia VS Palermo (4°). Ritorno domenica 10 giugno 2018 ore 18,30.

In caso di parità di punteggio e differenza reti nel doppio confronto, passano le migliori posizionate in campionato (Frosinone e Palermo) senza disputare i tempi supplementari.

Finale Play Off andata (mercoledì 13 giugno ore 20,30) e ritorno (sabato 16 giugno ore 20,30, sul campo della meglio classificata nella Regular Season):

In caso di parità di punteggio e differenza reti nel doppio confronto, sarà promossa in Serie A la squadra meglio posizionata in campionato senza disputare i tempi supplementari.

Spareggio Play Out (ha deciso la 4a ed ultima retrocessione stagionale in Serie C ) di giovedì 24 maggio (andata) e giovedì 31 maggio (ritorno sul campo della quintultima in classifica nella Regular Season ossia l’Ascoli) :
Virtus Entella (19a)-Ascoli (18°) 0-0 (Al 91’espulsi i 2 tecnici Volpe dell’Entella e Cosmi dell’Ascoli per battibecco e proteste) l’andata al Comunale di Chiavari (Genova) e 0-0 anche il ritorno al Del Duca.

L’Ascoli è salvo in virtù del miglior piazzamento al termine della Regular Season. La Virtus Entella retrocede in Serie C. Dopo 4 stagioni tra i cadetti la squadra di Chiavari (in provincia di Genova) torna in 3a Serie dove manca dalla stagione 2013/14 (che allora si chiamava Prima Divisione Lega Pro). A dire il vero la formazione genovese era retrocessa sul campo anche nella stagione 2014/15 anche allora pareggiando (2-2 l’andata a Chiavari ed 1-1 il ritorno a Modena), il doppio spareggio play out in quell’occasione contro il Modena che si era piazzato davanti (18° vs 19°) al termine della Regular Season. Ma poi in estate la Virtus fu ripescata al posto del Catania retrocesso d’ufficio in Lega Pro per illecito sportivo.
Ascoli ed Entella in questa stagione si sono incontrate 4 volte ed è finita sempre in parità. I 2 match di Campionato entrambi 1-1 e quelli dei play out entrambi 0-0.

Novara (20°), Pro Vercelli (21a) e Ternana (22a), ultime tre della classifica sono retrocesse direttamente in Serie C .

Virtus Entella e Novara hanno chiuso Regular Season 19esime a pari punti (44) ma in base agli scontri diretti (entrambi vinti dalla Virtus Entella: 2-1 interno a Chiavari l’andata e 0-1 esterno a Novara al ritorno) la squadra ligure è risultata davanti (19a) e dunque ha disputato il play out, mentre quella piemontese (20a) è direttamente retrocessa in Serie C.

SERIE D
Queste le 9 squadre dei rispettivi Gironi di Serie D promosse in Serie C:
Girone A (a 20 squadre): Gozzano ;
Girone B (a 19 squadre, visto il ripescaggio in soprannumero della Calcio Romanese) : Pro Patria ;
Girone C : Virtus Vecomp Verona ;
Girone D (a 20 squadre): Rimini;
Girone E: Albissola 2010 ;
Girone F: Vis Pesaro ;
Girone G : Rieti ;
Girone H : Potenza ;
Girone I : Vibonese che nello spareggio del Comunale Granillo di Reggio Calabria ha battuto (5-3 ai rigori, dopo lo 0-0 tempi regolamentari e supplementari) il Troina con cui aveva chiuso Regular Season in testa a pari punti (76). Sequenza rigori: Kenneth Obodo (V) gol, Giovanni Fricano (T) gol, Franchino (V) gol, Tuninetti (T) gol, Luigi Silvestri (V) gol, Federico Vazquez (T) gol, Bubas (V) gol, Giacomo Fricano (T) alto ed Alan Arario (V) gol.
In neretto le 9 squadre promosse in Serie C
Le 9 vincitrici dei rispettivi gironi si giocano lo Scudetto Dilettanti (vinto la scorsa stagione dal Monza).
A queste 9 squadre promosse si aggiungono nella Serie C che verrà (2018/19) Virtus Entella (19a, retrocessa dopo il play out pareggiato con l’Ascoli), Novara (20°), Pro Vercelli (21a) e Ternana (22a) retrocesse dalla Serie B.

POULE SCUDETTO 2018:

Girone Triangolare 1: Gozzano (Girone A), Pro Patria (Girone B) e Virtus Vecomp Verona (Girone C)

Girone Triangolare 2: Rimini (Girone D), Albissola (Girone E) e Vis Pesaro (Girone F)

Girone Triangolare 3: Rieti (Girone G), Potenza (Girone H) e Vibonese (Girone I)

Fase finale per il Titolo di Campione d’Italia Dilettanti 2017/18:

Risultati 1a Giornata Gironi Triangolari di domenica 13 maggio 2018 :

Girone Triangolare 1: Pro Patria (3 punti)-Virtus Vecomp Verona (0 punti) 3-1 (12’Zaro, 35’Pedrinelli [V.V.V.], 64’Cottarelli, 91’Mozzanica). Ha riposato: Gozzano (-).

Girone Triangolare 2: Rimini (un punto)-Albissola (un punto) 4-4 (6’Cargiolli [A], 18’Cargiolli [A] su rigore, 48’Gargiulo [A], 65’Guiebre [R], 68’Carballo [A], 84’Alex Ambrosini [R], 86’Valeriani [R], 90’Cicarevic [R]. All’89’espulso Boveri dell’Albissola per doppia ammonizione. Ha riposato: Vis Pesaro (-)

Girone Triangolare 3: Potenza (un punto)-Rieti (un punto) 0-0 (Al 12’espulso Ciro Panico del Potenza per fallo da ultimo uomo). Ha riposato: Vibonese (-).

Risultati 2a giornata di domenica 20 maggio:

Girone Triangolare 1: Virtus Vecomp Verona (0)-Gozzano (3) 0-2 (17’Gemelli, 66’Paolo Romeo). Ha riposato: Pro Patria (3).

Girone Triangolare 2: Vis Pesaro (0)-Rimini (4) [Gara giocata sul neutro Comunale di Fossombrone ed a porte chiuse] 1-2 (40’Baldazzi [V.P.], 58’Daniele Simoncelli, 89’Alex Ambrosini) . Ha riposato: Albissola (1).

Girone Triangolare 3: Vibonese (3)-Potenza (1) 4-0 (7’Silvestro, 51’Bubas, 57’Tito e 66’Pietro Ciotti). Ha riposato: Rieti (1).

Risultati 3a ed ultima giornata di mercoledì 23 maggio :

Girone Triangolare 1: Gozzano-Pro Patria 0-0 (Al 48’Le Noci della Pro Patria, ha fallito un rigore, parato dall’estremo locale Gattone che ha deviato la sfera in corner). Ha riposato: Virtus Vecomp Verona.
Classifica Finale: Pro Patria * (differenza reti +2, gol fatti 3) e Gozzano ** (differenza reti +2, gol fatti 2; migliore seconda) 4 , Virtus Vecomp Verona 0.

*= 1a classificata in quanto a parità di punti, scontro diretto e differenza reti ha segnato un gol in più (3 vs 2) rispetto alla squadra giunta 2a.
**= Qualificata alle semifinali come migliore tra le seconde grazie ad migliore differenza reti (+2 vs +1) rispetto al Rimini.

Girone Triangolare 2: Albissola-Vis Pesaro 2-0 (46′ e 75’Cargiolli). Ha riposato: Rimini.
Classifica Finale: Albissola (differenza reti +2) * e Rimini (differenza reti +1) 4, Vis Pesaro 0.

*= 1a classificata in virtù della migliore differenza reti rispetto alla squadra giunta 2a.

Girone Triangolare 3: Rieti-Vibonese 1-2 (8’Bubas, 29’Tiraferri [R], 37’Pietro Ciotti. All’85’espulso Giacomo Biondi del Rieti per doppia ammonizione) Ha riposato: Potenza.
Classifica Finale: Vibonese 6, Rieti e Potenza 1.

In neretto le 4 squadre approdate alle semifinali.

Risultati semifinali in gara unica di giovedì 31 maggio 2018:

1a semifinale al Comunale di Rignano sull’Arno (Firenze): Aurora Pro Patria-Albissola 4-0 (8’Mario Alberto Santana, 55’Le Noci, 69’Alex Pedone, 88’Alex Pedone su rigore)

2a semifinale al Comunale Fedini di San Giovanni Valdarno (Arezzo): Gozzano-Vibonese 1-3 (7’Michele Silvestro, 64’Messias [G], 66’Luigi Silvestri, 83’Pietro Ciotti. Al 78’espulso per gioco falloso l’attaccante brasiliano del Gozzano Messias)

In neretto le 2 squadre approdate in finale.

Finale in programma sabato 2 giugno 2018 ore 17 al Comunale Fedini di San Giovanni Valdarno (Arezzo):
Vibonese-Aurora Pro Patria

In caso di parità al termine dei 90 minuti regolamentari si andrà direttamente ai calci di rigore per stabilire la squadra vincente.

Calendario Poule Scudetto:
13 maggio 2018: 1a gara Gironi triangolari
20 maggio 2018: 2a gara Gironi triangolari
23 maggio 2018: 3a ed ultima gara Gironi triangolari
giovedì 31 maggio 2018: semifinali in gara unica e campo neutro (Comunale di Rignano sull’Arno [Firenze] e di San Giovanni Valdarno [Arezzo])
sabato 2 giugno 2018: finale ore 17 in gara unica e campo neutro (Comunale Fedini di San Giovanni Valdarno [Arezzo]).

Risultati delle 9 Finali (2a Fase) Play Off dei rispettivi Gironi di Serie D di domenica 20 maggio:

Girone A: Como (2°)-Chieri (4°) 3-2 D.T.S.

Girone B: Pergolettese (4a)-Darfo Boario (5°) 1-0

Girone C: Campodarsego (2°)-Union Azignanochiampo (3°) [Gara giocata sabato 26 maggio] 3-4

Girone D: Imolese (2a)-Forlì (3°) [Gara giocata domenica 27 maggio] 1-0

Girone E: Unione Sanremo (2a)-Ponsacco (3°) 0-2

Girone F: Matelica (2°)-Pineto (4°) 2-0 (26’Gianmarco Gabbianelli, 32’Angelilli)

Girone G: Albalonga (2°)-Trastevere (4°) 3-1 D.T.S.

Girone H: Cavese (2a)-Taranto (4°) [Gara giocata senza la presenza del pubblico ospite visto divieto deciso dal Prefetto di Salerno per motivi di sicurezza] 3-1.

Girone I: Ercolanese (4a)-Igea Virtus Barcellona (5°) [Gara giocata domenica 27 maggio] 0-3.

D.T.S.= Dopo Tempi Supplementari

In neretto le 9 squadre che hanno vinto i Play Off dei rispettivi Gironi.

Le squadre vincenti formano una graduatoria per eventuali ripescaggi in Serie C.

La classifica dei ripescaggi 2018

Di seguito la classifica valida per i ripescaggi in Serie D, quella delle perdenti verrà usata in caso fosse termintata la prima:

Classifica coefficienti delle vincenti Play Off

1) Cavese 2,235
2) Como 2,131
3) Matelica 2,088
4) Albalonga 2,058
5) Union Azignanochiampo 1,970
6) Imolese 1,868
7) Pergolettese 1,861
8) Ponsacco 1,823
9) Igea Virtus Barcellona 1,764

Classifica coefficienti delle perdenti delle finali play off
1) Campodarsego 2,50 (primo per il miglior piazzamento al termine della regular season + 0,50 di bonus per aver vinto la Coppa Italia di Serie D)
2) Taranto 2
3) Unione Sanremo 1,970
4) Ercolanese 1,882
5) Chieri 1,868
6) Trastevere 1,823
7) Darfo Boario 1,772 (1,722 + 0,05 Bonus Giovani “D” Valore)
8) Forlì 1,760 (1,710 +0,05 Bonus Giovani “D” Valore)
9) Pineto 1,726 (1,676 + 0,05 Bonus Giovani “D” Valore)

COPPA ITALIA DI SERIE C (VINTA LA SCORSA STAGIONE DAL VENEZIA) 2017/18:

Le 10 squadre (Bisceglie, Catania, Monza, Pontedera, Prato, Ravenna, Reggina, Teramo, Triestina e Viterbese Castrense) vincitrici dei Gironi triangolari sono approdate alla Fase finale (ad eliminazione diretta) assieme alle 27 compagini (Albinoleffe, Alessandria, Arezzo, Bassano Virtus, Casertana, Cosenza, Feralpisalò, Giana Erminio, Gubbio, Juve Stabia, Lecce, Lucchese, Livorno, Matera, Padova, Piacenza, Paganese, Pordenone (giunto fino agli ottavi della Coppa Italia Tim dove è stato eliminato ai rigori dall’Inter), Pisa, Pro Piacenza, Reggiana, Renate, SAMBENEDETTESE, Siracusa, Trapani, Vicenza e Virtus Francavilla) che hanno partecipato alla Coppa Italia Tim organizzata dalla Lega Nazionale Professionisti di Serie A e Serie B.

CALENDARIO DATE FASE FINALE:

DATE
1° TURNO DI QUALIFICAZIONE*: 18 OTTOBRE 2017
2° TURNO (SEDICESIMI DI FINALE): 22 NOVEMBRE 2017
OTTAVI DI FINALE: 6 DICEMBRE 2017
QUARTI DI FINALE: 7 FEBBRAIO 2018
SEMIFINALI D’ANDATA: 21 FEBBRAIO 2018
SEMIFINALI DI RITORNO: 7 MARZO 2018
FINALE D’ANDATA: 11 APRILE 2018
FINALE DI RITORNO: 25 APRILE 2018

Risultati Quarti di finale in gara unica di mercoledì 7 febbraio 2018:

Alessandria-Renate (Gara giocata mercoledì 14 febbraio) 1-0 (15’Fischnaller. Al 93’espulso Emanuele Gatto dell’Alessandria per doppia ammonizione)
Pontedera-Padova 2-1 (3’Tofanari, 21’Raffini, 66’Eric Lanini [Pa])

Viterbese Castrense-Paganese (Gara giocata mercoledì 14 febbraio) 1-1 (14’Sini [V.C.], 95′ Cuppone [P]) D.T.S. e 4-3 D.C.R. Sequenza rigori: Cuppone (P) traversa, Mendez (V.C.) gol, Ngamba (P) gol, Vandeputte (V.C.) parato, Bensaja (P) gol, Sini (V.C.) gol, Cesaretti (P) gol, Benedetti (V.C.) gol, Giuseppe Maiorano (P) alto e Ngissah (V.C.) gol.
Lecce-Cosenza (Gara giocata mercoledì 14 febbraio e che è stata trasmessa in diretta tv in chiaro su Sportitalia) 0-2 (61’Okereke, 68’Loviso)

D.T.S= Dopo Tempi Supplementari.
D.C.R.= Dopo Calci Rigore.

In neretto le squadre approdate alle semifinali.

Risultati semifinali d’andata di mercoledì 21 febbraio 2018:
Alessandria-Pontedera 0-0
Viterbese Castrense-Cosenza (Gara giocata martedì 6 marzo) 3-1 (6’autorete di Pascali, 33′ Jefferson, 41′ Bruccini [C ], 90’De Sousa su rigore. Espulsi entrambi nelle fila del Cosenza: al 13′ Mungo per proteste e comportamento offensivo verso l’arbitro conditi da espressione blasfema ed al 57′ Loviso per un bruttissimo fallo di gioco su Sanè)

Risultati semifinali di ritorno di mercoledì 7 marzo 2018:
Pontedera-Alessandria (Gara giocata martedì 6 marzo) 0-0 D.T.S. e 0-3 D.C.R. Sequenza Rigori: Caponi (P) parato, Pablo Andres Gonzalez (A) gol, Jonathan Rossini (P) parato, Felice Piccolo (A) gol, Pinzauti (P) parato e Fischnaller (A) gol.
Cosenza-Viterbese Castrense (Gara giocata mercoledì 14 marzo e che è stata trasmessa in diretta tv in chiaro su Sportitalia) 2-1 (31′ Tutino, 81’Calderini [V.C.], 89’Leonardo Perez)

D.T.S= Dopo Tempi Supplementari.
D.C.R.= Dopo Calci Rigore.

In neretto le 2 squadre approdate in finale.

Finale di mercoledì 11 (andata) e mercoledì 25 (ritorno) aprile 2018:
Viterbese Castrense-Alessandria (Gara che è stata trasmessa sia all’andata che al ritorno in diretta tv in chiaro su Rai Sport) 0-1 (40’Michele Marconi) ed 1-3 (11’Di Paolantonio [V.C.], 58’Michele Marconi su rigore, 61’e 79’Michele Marconi).
Alessandria (al 2° successo in questa manifestazione) guidata in panchina da Michele Marcolini succede nell’albo d’oro al Venezia vincendo Coppa Italia di Serie C 2018 e con questa affermazione si qualifica direttamente per la 3a Fase dei Play Off (1° Turno Nazionali) ai quali grazie al suo successo di Coppa ha partecipato (al 1° Turno) anche l’11a classificata del Girone A .

ALBO D’ORO COPPA ITALIA DI SERIE C (LEGA PRO):
1972/73: Alessandria; 1973/74: Monza; 1974/75: Monza; 1975/76: Lecce; 1976/77: Lecco 1977/78: Udinese; 1978/79: Siracusa; 1979/80: Padova; 1980/81: Arezzo; 1981/82: Lanerossi Vicenza; 1982/83: Carrarese; 1983/84: Fanfulla ; 1984/85: Casarano; 1985/86: Virescit Boccaleone ; 1986/87: Livorno ; 1987/88: Monza ; 1988/89: Cagliari; 1989/90: Lucchese; 1990/91: Monza; 1991/92: SAMBENEDETTESE; 1992/93:Palermo ; 1993/94: Triestina; 1994/95: Varese ; 1995/96: Empoli ; 1996/97: Como ; 1997/98: Alzano Virescit; 1998/99: Spal ; 1999/00: Pisa ; 2000/01: Prato; 2001/02: Albinoleffe; 2002/03: Brindisi ; 2003/04: Cesena; 2004/05: Spezia; 2005/06: Gallipoli ; 2006/07: Foggia; 2007/08: Bassano Virtus ; 2008/09: Sorrento; 2009/10: Lumezzane; 2010/11: Juve Stabia ; 2011/12: Spezia; 2012/13: Latina ; 2013/14: Salernitana; 2014/15: Cosenza ; 2015/16: Foggia; 2016/17: Venezia; 2017/18: Alessandria.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.