GROTTAMMARE – Durante la conferenza stampa al Caffè Fornace di Grottammare nel pomeriggio del 29 maggio, che ha visto la presenza di  Gianni Alemanno, segretario nazionale del “Movimento Nazionale Per la Sovranità” per sostenere la candidatura di Lorenzo Vesperini (Città Unica, Città Futura e Centrodestra Unito) per le elezioni comunali locali che si terranno il 10 giugno, Riviera Oggi ha chiesto all’ex sindaco di Roma un parere sull’attuale situazione caotica, presente in Italia, nella nomina di un nuovo Governo.

Il nostro giornalista Gianmarco Marconi ha domandato: “Oggi si parla di impeachment, l’Italia è divisa in due (pro e contro Mattarella per la decisione di non affidare a Savona il Ministero dell’Economia scatenando le ire di Lega e Movimento 5 Stelle), che periodo è per il nostro Paese, in prospettiva anche europea?”.

Ecco la risposta di Gianni Alemanno: “L’impeachment non è la strada giusta, va detto con chiarezza, soprattutto perché è una procedura lunga e traumatica. Non servirebbe a nulla perché l’impeachment santificherebbe la figura di Mattarella. Bisogna ribadire con forza che la sovranità appartiene al popolo e che il Presidente della Repubblica deve difendere la Costituzione ma mai violare quello che viene dalla sovranità popolare. Se serviranno nuove elezioni per far capire con chiarezza cosa vuole la gente, le faremo ma ci auguriamo che Mattarella quando si presenterà non più il 50% ma il 70% degli italiani a chiedere un Governo e altre cose non si permetta più di mettersi di traverso”.

In un altro spezzone, Alemanno difende Paolo Savona sia nel curriculum sia nella sua esperienza politica. “La scelta di Mattarella è – secondo l’ex sindaco di Roma – un sintomo di sudditanza del Presidente della Repubblica nei confronti dell’Europa”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.