GROTTAMMARE – “Grottammare alta è un luogo della bellezza, da visitare e ammirare. Le logge in particolare sono uno spazio meraviglioso, un grazie all’Associazione Paese Alto per l’allestimento della mostra, che quest’anno ha richiesto particolare impegno.

Con questo discorso, il sindaco Piergallini ha accompagnato la presentazione di “Logge d’Autore“, la rassegna artistica dedicata ai pittori locali. Giunta alla sua quinta edizione, “Logge d’Autore” si svolgerà nel pittoresco contesto delle logge di Piazza Peretti, nel cuore di Grottammare Alta, trasformando il paese in un museo a cielo aperto.

La rassegna sarà aperta giovedì 31 maggio da Timoteo Sceverti, con la raccolta di tele “A-Mare”: una serie di rappresentazioni del mare nelle sue tinte più delicate, nella sua vasta calma come nel vigore disordinato di un’onda che si impone sul campo visivo dell’osservatore. Sceverti predilige l’astrazione al realismo, dipingendo pochi dettagli e mettendo in primo piano il colore; l’Adriatico risulta così rappresentato in modo molto morbido e gradevole, anche nelle sue piccole irruenze. Un mare da apprezzare, quasi un tessuto variopinto.

Sceverti sarà l’apripista di un ciclo di appuntamenti a cadenza settimanale, che dureranno fino al 5 settembre. Ogni settimana sarà possibile ammirare un nuovo pittore, che esporrà la sua produzione giornalmente dalle ore 18 alle 23.

Dopo di lui sarà il turno di “Arte per la vita”, una collettiva a cura dell’Associazione Antropos, dal 7 al 13 giugno.

Dal 18 al 27 giugno saranno esposte le opere degli artisti partecipanti alla manifestazione “Un borgo d’amare“; a seguire, fino al 4 luglio, Mario Vespasiani presenterà “Navi negli astri”.

Vespasiani è un pittore che privilegia colori forti e sgargianti, nonché uno dei fiori all’occhiello della rassegna; dedito soprattutto alla rappresentazione del sacro, recentemente ha esposto una delle sue opere a Palazzo Cavalli Franchetti di Venezia, nel corso di un’iniziativa organizzata dall’Agenzia Spaziale Europea: la tela, dal titolo “Empireo”, rappresenta un cielo stellato, affacciato sul cosmo, un panorama in cui attraverso la bellezza il divino si fonde con la scienza.

Attualmente Vespasiani ha in corso un’esposizione a Monaco, ma si è detto contento di esibire le sue opere a Grottammare: “Un artista non dovrebbe dimenticare le sue origini” ha affermato, descrivendo la sua arte come capace di unire quello che si sente con quello che si vive.

Dopo di lui si susseguiranno Pietro Anelli con Anna Rosa Petrini, e Sandro Di Vito Antonio. Aleksandar Markovic esporrà le opere dal 24 luglio al primo agosto. Agosto inizierà all’insegna delle tele di Dario De Mercant, la giovanissima Emma Luzietti con “Sogni d’estate”, Eugenio Cellini, la collettiva di Matilde Menicozzi e Cesarina Borraccini, ed infine Silvia Straccia, con “Monos”.

Il ciclo di incontri è organizzato dall’Associazione Paese Alto di Grottammare; i rappresentanti intervenuti alla conferenza stampa del 28 maggio hanno colto l’occasione per ricordare che sono aperte le iscrizioni per “Un borgo d’amare“, una simpatica rassegna per promuovere anche gli artisti meno conosciuti: il 17 giugno, alle ore 9, il maestro Francesco Colella consegnerà a tutti i partecipanti delle tele, su cui dovranno essere dipinti scenari del borgo. I pittori avranno a disposizione fino alle ore 17 per realizzare le loro opere. Alle 18, presso il Teatro dell’Arancio, saranno premiate le tre tele più rappresentative. Tutti i concorrenti, comunque, vedranno i loro lavori esposti sotto le logge.

E’ possibile iscriversi a “Un borgo d’amare” contattando il numero 339 3131425, o tramite email agli indirizzi: paesealtogrottammare@libero.it / colella.fc@libero.it

Altrimenti, gli interessati potranno presentarsi direttamente nella Grotta Colella di Piazza Peretti il giorno della manifestazione, e completare l’iscrizione in loco.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.