DI ALESSANDRO MARIA BOLLETTINI

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ieri, sabato 26 maggio, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della tappa sambenedettese dello Street Padel Tour. Presenti all’evento, ospitato dal Circolo Tennis Maggioni, il Presidente del circolo Afro Zoboletti, l’Assessore allo Sport Pierluigi Tassotti, la responsabile della FIT Marta Conean,  il responsabile regionale dell’ICS Francesco Marrocchi e Stefano De Amici di Sportclubby.

Ha introdotto la presentazione Afro Zoboletti, che ha tenuto particolarmente a ringraziare gli Assessori Tassotti e Assenti e tutte le figure che hanno reso possibile ospitare a San Benedetto questa tappa del Tour, in rappresentanza dell’intera regione Marche.

La nostra città ha ospitato una delle dieci tappe nazionali di questa rassegna, che si propone di far diffondere il padel in Italia, soprattutto nelle zone in cui è meno praticato o in cui c’è più potenziale di crescita.

“Questo sport- commenta Tassotti – è in piena espansione, è attrattivo e di aggregazione, siamo felici di ospitarlo qui, così come siamo felici del Torneo Riviera delle Palme, che il 18 giugno vedrà partecipare Gigi Di Biagio (importante ex calciatore ed attuale commissario tecnico della Nazionale Under21, nda) ed altri importanti ospiti ancora da decifrare”.

Il padel, nato in America Latina, non è ancora particolarmente sviluppato in Europa, ma le Marche rappresentano una delle regioni più attive da questo punto di vista. Diversi circoli stanno facendo investimenti in strutture da paddle, che rappresentano, oltre ad un ampliamento dell’offerta per i propri soci, anche un’ottimo rendimento. Come spiegato da Marta Conean: “L’investimento è vantaggioso perché in media si rientra della cifra spesa già dopo soli 191 giorni; se si dovesse decidere di costruire un campo al coperto il capitale iniziale da investire sarebbe sicuramente superiore, ma in media si rientra della cifra in circa un anno.”

Ad essere redditizio non è solo l’affitto del campo in sé, infatti si possono raggiungere ricavi aggiuntivi sfruttando ben 14 banner pubblicitari apposti alla struttura da gioco, e si può puntare su un aumento del numero di soci del circolo, visto che alcuni tennisti curiosi di questo nuovo sport potrebbero decidere di lasciare il proprio circolo abituale per scegliere quello con un’offerta più ampia.

La Regione Marche avrà a breve ben dieci campi da padel, contro ad esempio un solo campo presente nella vicina Regione Abruzzo. Di queste dieci strutture ben cinque si trovano a San Benedetto, città che sembra un terreno abbastanza fertile per lo sviluppo di questo sport.

In questo momento, dato che tre campi sono ancora in allestimento alle Battistine, gli unici due campi disponibili appartengono al Circolo Tennis Maggioni, che proprio ieri, tra musica e apericena, ha inaugurato il suo secondo campo.

Il primo, che si affaccia su Piazza Giorgini, era stato impiantato nel 2016, ma visto il successo riscontrato i soci del circolo hanno deciso di investire in un nuovo campo, con tanto di area verde nuova di zecca ai suoi lati. L’investimento totale è stato di quarantamila euro, che saranno loro restituiti in circa tre anni, insieme a delle partite omaggio per chi ha contribuito alla sua realizzazione.

Il Maggioni si è appoggiato anche all’Istituto di Credito Sportivo, rappresentato ieri da Francesco Marrocchi: “L’ICS è l’unica banca pubblica rimasta in Italia, siamo partecipati dal CONI e non abbiamo criteri privatistici per quanto riguarda l’allocazione delle risorse. Con la Federazione Italiana Tennis abbiamo stipulato un accordo che permette di poter accedere a mutui di massimo sessantamila euro senza offrire garanzìe. Questo accordo chiaramente è valido sia per il tennis sia per il padel, e prevede un tasso zero da apporre. In questo modo stiamo muovendo masse significative di denaro, svariate decine di milioni di euro. Per il prossimo anno abbiamo in programma cospicui interventi sulle piste ciclabili e per opere di impiantistica pubblica.”

Marta Conean è poi tornata sulla tappa del Street Padel Tour, sito in Piazza Matteotti: “Il campo si trova in una location d’eccellenza, è stato frequentato da tantissimi bambini e ragazzi provenienti dalle scuole elementari, medie ed anche superiori, che dopo aver provato questo sport sono tornati nei giorni successivi per giocare ancora. Imparare è facile e veloce, l’abbigliamento richiesto non è particolare, è lo stesso del tennis e  giocandosi in doppio è più facile socializzare.”

La Conean ha poi svelato che il padel è al centro di ben due format televisivi curati dal canale Supertennis, di proprietà della Fit. A San Benedetto sono state effettuate delle riprese televisive per il programma “Bandeja”, che saranno fruibili dalla prossima settimana, portando ulteriore promozione alla città in un periodo di certo non di alta stagione.

A chiudere la conferenza  Stefano De Amici di Sportclubby, una start-up nata circa due anni fa a Torino: “La nostra è una piattaforma per tutti gli sportivi, offriamo servizi per chi gioca a tennis, calcetto ma anche per chi pratica altri sport. Siamo contenti di esserci legati allo Street Padel Tour per promuovere questo sport, al quale si avvicinano più facilmente i tennisti, ma che vorremmo rendere accessibile a tutti. Grazie alla nostra piattaforma è possibile prenotare il campo ed anche trovare nuovi amici con cui giocare, nel caso in cui non se ne abbiano a disposizione. Il servizio è dunque di grande comodità, ma soprattutto un mezzo di crescita e di aggregazione.”

La città di San Benedetto ha messo in gioco la palla, la popolazione tirerà “a rete” o “lungolinea”? I presupposti metaforici per un bello scambio ci sono tutti.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.