MONTEPRANDONE – La pallamano è uno sport un po’ alternativo, che combina elementi del calcio e della pallacanestro in un veloce gioco di passaggi.

L’Hc Monteprandone, coinvolgendo giovanissimi atleti, ha ottenuto in questi anni ottimi risultati a livello regionale e nazionale, e si affaccia ora anche sul panorama internazionale.

Venerdì 25 maggio, presso la Sala Consiliare del comune, l’associazione sportiva ha presentato il programma dell’estate, alla presenza del sindaco Stracci e del vicesindaco Loggi.

Il presidente dell’ASD Roberto Romandini ha espresso la sua soddisfazione per l’impegno dei ragazzi, che non sempre sono stati vincitori, ma hanno dato il massimo in ogni occasione, e insieme hanno costruito una bella squadra: “Il bello della pallamano è che unisce tutti, squadra e famiglie. Non per vantarmene, ma ne sono tanto contento!” Ha detto scherzosamente.

Immancabili i ringraziamenti delle autorità per tutti gli organizzatori coinvolti: i fratelli Romandini, i responsabili del settore giovanile Sonia Romandini, Martina Giannoni e Raffaele Salladini, il coach Andrea Vultaggio, e anche le famiglie che hanno seguito da vicino le attività dell’associazione.

Durante l’incontro sono stati presentati i ragazzi delle squadre under 13 e under 17; i più giovani, dopo aver vinto il torneo regionale di categoria, sono ora pronti a partire per la Svezia, per disputare la Partille Cup contro più di mille squadre da tutto il mondo. Subito dopo l’evento, che avrà luogo a Goteborg tra il 2 ed il 7 luglio, li attende la finale nazionale a Misano Adriatico.

La categoria under 17 gareggerà invece a giugno: proprio a Monteprandone disputeranno la fase interregionale della Supercoppa contro l’Abruzzo, poi si sposteranno in Emilia Romagna per la finale nazionale dopo aver conquistato la competizione regionale di recente.

Sottolineo l’importanza dello sport e del viaggio per questi ragazzi” Ha dichiarato il sindaco Stracci, rivolgendosi agli under 13 “Per molti di voi questo sarà il primo viaggio in aereo, e avrete occasione di incontrare coetanei da ogni parte della Terra. Vi invito a fare tesoro di questa esperienza, cercate di immagazzinare quanti più ricordi possibile; è un viaggio che vi farà crescere.

Lo scopo della trasferta non è solo conoscere una realtà internazionale, ma anche presentare un po’ di Italia al mondo, spiega. Per questo i giovani porteranno con loro degli stemmi nazionali e una grande bandiera di Monteprandone.

Il paese non si aspetta che vinciate” aggiunge “ma che condividiate orgoglio ed entusiasmo durante la competizione. La vittoria, comunque, sarebbe gradita.

Al termine della conferenza il sindaco ed il vicesindaco sono stati omaggiati della maglietta preparata dalla società verde per il viaggio in Svezia.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.