Di Alessandro Maria Bollettini

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La settima edizione della Summer Cup, importante rassegna sportiva, sarà ospitata per la quarta volta di fila dalla città di San Benedetto dall’1 al 3 giugno. La manifestazione ha un grande bacino d’utenza, tanto che attirerà in Riviera quasi 3 mila persone, provenienti da ben otto regioni diverse.

L’evento ha richiesto un’organizzazione molto complessa ed una vasta rete di collaborazioni, che ha visto il Comune e l’Assoalbergatori in prima linea, visto che i turisti saranno ospitati da ben 30 strutture alberghiere di San Benedetto e Grottammare. Nella conferenza svoltasi in mattinata, 24 maggio, in municipio, presente l’assessore allo Sport Pierluigi Tassotti insieme agli organizzatori.

Il torneo vero e proprio, che conterà circa 200 partite di calcio da giocare in due giorni e mezzo in vari campi del territorio (verranno comunicati nei prossimi giorni, le finali si disputeranno allo stadio Riviera delle Palme), è stato organizzato invece da Europa Tornei, con l’aiuto dell’asd Virtus Fabriano, Agraria Club e CSEN Marche.

Europa Tornei si occupa di eventi sportivi, soprattutto calcistici, dal 1983. Questo torneo inizialmente si svolgeva a Fiuggi, nel Lazio, ma poi il presidente Giancarlo Di Michele, proprio durante uno dei tornei da lui organizzati, ha conosciuto una persona di San Benedetto che gli ha parlato della possibilità di portare la Summer Cup nelle Marche. Una volta incontrato il Comune e vista la  grande disponibilità dell’Amministrazione e delle strutture ricettive, l’evento è giunto in Riviera, ed il connubio va avanti oramai da quattro anni.

“In questi anni la manifestazione è cresciuta tantissimo – confessa Di Michele –  se prima arrivavamo a massimo 44/45 squadre quest’anno se ne sono iscritte ben 94; il salto in quanto a dimensioni del torneo non è indifferente, abbiamo avuto qualche problema per quanto riguarda i campi da gioco, ma ora siamo pronti a tutto.”

Un’organizzazione così grande ha chiaramente bisogno di uno staff di tutto rispetto, ed è per questo che allo svolgimento delle varie fasi del torneo lavorerà un gruppo di quaranta persone; molte di queste saranno giovani di San Benedetto, in modo da lasciare qualcosa alla città anche in quanto a capitale umano.

Il torneo sarà seguito da fotografi, giornalisti e videomaker de la “Gazzetta Regionale” di Roma per tutta la durata dell’evento. Saranno a disposizione poi ben tre ambulanze per assicurare un adeguato livello di garanzie sanitarie.

Per il Presidente regionale dello CSEN Franco Ferretti: “Il piacere è doppio, questo è un evento sportivo da incrementare, perché poter lavorare con la città di San Benedetto è una garanzia; quando questa città riceve un imput sportivo, dà sempre indietro un partecipazione favolosa, come è successo per il campionato di karate che ha visto la partecipazione di cinquemila persone.” Ha poi continuato: “Organizzare  eventi qui è un piacere perché c’è ritorno, infatti piano piano stiamo portando in Riviera tutti i campionati nazionali sportivi, togliendoli spesso alle altre città; lavoriamo a stretto contatto con il Comune per portare a San Benedetto altre grandi manifestazioni in futuro.”

Eventi di questo tipo hanno una grande potenzialità turistica, trattenendo in Riviera per quasi tre giorni migliaia di sportivi, con i loro staff, le loro dirigenze, i loro parenti, che avranno tempo non solo per seguire la manifestazione sportiva, ma anche per visitare la città ed i suoi dintorni, scoprendo le bellezze di questo territorio.

Il Direttore dell’Assoalbergatori Andrea Perugini ha commentato: “Puntare sui grandi eventi sportivi è la ricetta per il futuro, si può destagionalizzare e fare promozione per dare il via alla successiva stagione estiva, che si preannuncia molto positiva. Sentire questi grandi numeri da un lato ci spaventa, in senso positivo, dall’altra ci sprona a fare meglio per le prossime edizioni; considerando che sono i primi di giugno sono veramente grandi numeri. Lo sport può portare davvero tanto alla Riviera, ad esempio rivedere la Samb in serie B sarebbe qualcosa di straordinario anche a livello promozionale per la nostra città.”

Il torneo calcistico vedrà partecipare giovani sportivi nati dal 2001 al 2010 ed una sezione del torneo sarà invece dedicata agli amatori. Saranno presenti squadre provenienti da tutto il Centro Italia ma anche da Lombardia, Veneto e Sicilia, con la partecipazione della Roma, del Perugia e della stessa Samb, ma anche di una squadra di serie A di futsal, un movimento in piena espansione a livello numerico e qualitativo.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.