SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dal 6 maggio è possibile ammirare presso la Palazzina Azzurra la nuova personale curata da Serena Scolaro con in mostra le opere d’arte di Carla Abbondi.

Un’esperienza di arte-luce e musica dedicata, per ripercorrere la nascita della luce e il suo svolgersi attraverso il tempo e i tempi. Equinozi e solstizi accompagnano le stagioni in un flusso continuo di espansione e contrazione.

Molti gli apprezzamenti per l’esposizione sia da parte del pubblico che da quella degli addetti ai lavori.

“Molto interessante – dice Carlo Bachetti, Curatore d’Arte Contemporanea presente all’opening della mostra – ritengo sia la ricerca fotografica dell’artista, il voler imprimere su supporto tangibile la luce e la sua leggerezza catturando il fumo nei suoi scatti.”

“La mostra PrimaLuce – afferma Antonio Perticarini dell’Associazione Spazio Cultura – permette di conoscere l’articolato percorso della Abbondi, le istallazioni con la luce i “Body light” consentono di portare il visitatore dentro un mondo fantastico, fatto di costellazioni e personaggi che vivono solo nell’interiorità dell’artista. Una mostra dove l’artista prova ‘ancora una volta’ a creare un rapporto emozionale con il pubblico.”

La settimana prossima saranno graditissimi ospiti della mostra anche i bimbi della scuola materna locale, l’Istituto Comprensivo Nord di Via Puglia. I bambini, 4 e 5 anni, che stanno già seguendo un progetto sull’arte in aula, grazie all’impegno delle maestre insieme all’artista esploreranno un percorso fatto di luci, stelle e colori.

L’evento del 26 maggio che vedrà protagonista il Professor Cesare Catà con il suo intervento critico “Percorsi di Luce” dedicato proprio alla mostra, sarà allietato dalle musiche originali della cantautrice emergente Giada Squarcia.

La mostra durerà fino al 27 maggio, l’ingresso gratuito e gli orari di apertura i seguenti: dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, giorno di chiusura il lunedì.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.