SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Vent’anni, e non sentirli. La Picenambiente SpA ha festeggiato il ventennale della sua fondazione al ristorante Parco dei Principi di Grottammare nella serata dell’11 maggio. La nascita di Picenambiente Spa è avvenuta precisamente il 30 marzo 1998, con atto del notaio Pietro Caserta. Aderirono diversi comuni, poi estesi all’intera provincia tranne che per il Comune di Ascoli: San Benedetto, Grottammare, Monteprandone, Cupra Marittima, Monsampolo del Tronto, Offida, Acquaviva Picena, Massignano, Ripatransone, Spinetoli, Colli del Tronto, Castorano, Carassai, Cossignano. A questi si aggiunsero dei soci privati: EcoService, Idropompe ed Edra Ambiente.

Oggi la composizione sociale della Picenambiente è mutata, sia per l’ingresso di altri soci pubblici, sia perché il 49% del capitale sociale appartiene ad una ditta privata, la Econord. Durante la serata sono stati premiati i soci fondatori, sia nella qualità dei sindaci dei comuni aderenti nel 1998 che i soci privati. Presenti molti rappresentanti istituzionali della provincia.

A tal proposito abbiamo intervistato sia la presidente della Picenambiente Catia Talamonti che il presidente della Econord, i quali hanno entrambi minimizzato la conflittualità con i dipendenti emersa alle cronache negli ultimi giorni.

 

 


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.