GROTTAMMARE – Il candidato sindaco Enrico Piergallini e le liste di “Solidarietà e Partecipazione” e “Città in movimento” iniziano il secondo giro nei quartieri della città per raccontare il programma “Orizzonte comune” e per consentire ai cittadini di incontrare e conoscere meglio i candidati consiglieri.

“Come sempre il criterio della partecipazione ci guiderà anche in questo ultimo mese della campagna elettorale – dichiara il sindaco – A gennaio abbiamo già incontrato i quartieri per poter ricevere suggerimenti per la redazione del nostro programma elettorale. Ora torniamo in mezzo ai cittadini per presentare la nostra visione della città e la squadra che dovrà interpretarla nei prossimi anni”.

La serie degli appuntamenti prenderà avvio martedì 8 con l’incontro con i quartieri Ischia II e Bellosguardo-Sgariglia presso il circolo anziani “Camillo Fulgenzi”. Seguiranno giovedì 10 il quartiere Centro/Stazione al circolo anziani “Sisto V”, martedì 15 il quartiere Ischia I al centro sociale di via Domenico Bruni, giovedì 17 il Paese Alto alle logge di Piazza Peretti, martedì 22 il quartiere Montesecco/Colle Valle in via Montesecco 31, giovedì 24 i quartieri Valtesino e Bore Tesino al Bocciodromo comunale e, per finire, martedì 29 il quartiere Oasi Santa Maria ai Monti presso la sede della Fondazione Povera Costante Maria. Tutti gli incontri avranno inizio alle ore 21.15.

Il primo cittadino rivolge un pensiero alle dichiarazioni della destra Picena, unita nel sostegno per il candidato di Grottammare Città Unica, Lorenzo Vesperini.

Il sindaco dichiara: “Mentre il nostro gruppo è impegnato quotidianamente in un dialogo continuo con i grottammaresi, per raccogliere i loro problemi e spiegare le nostre idee e i nostri progetti, altri fuori da Grottammare si rinchiudono nei circoletti pensando di decidere le sorti delle elezioni – afferma Piergallini –  Leggiamo infatti dalla stampa che esponenti ascolani e sambenedettesi dei partiti del centro destra si stanno dando da fare per invadere la nostra città. Se hanno smanie di conquista giocassero a Risiko nelle segrete stanze dei partiti. Contano soltanto di racimolare qualche voto stampando i simboli sulla scheda elettorale, senza avere alle spalle un serio progetto umano e politico per la città – conclude il primo cittadino – Questa scelta sarà un boomerang per il centro destra! I grottammaresi non voteranno un sindaco manovrato dai fili della politica sambenedettese e ascolana. A noi di ‘Solidarietà e Partecipazione’ e ‘Città in movimento’ questi giochetti sono completamente estranei”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.