SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “È ormai da qualche mese, che a cadenza quasi settimanale, escono articoli che riguardano il Ballarin. In questi articoli si evidenziano molteplici attori, che a vario titolo, rivendicano l’utilizzo, in maniera esclusiva, dello storico stadio, che tanto ha segnato la storia della nostra città.” A parlare è il presidente del quartiere San Filippo Neri Maurizio Di Giacinto che torna sul destino del vecchio impianto sportivo.

“L’unica cosa giusta che forse è stata detta riguardo al Ballarin, è che merita rispetto, sicuramente le attuali condizioni non conferiscono rispetto né alla sua storia, né alle persone che hanno perso la vita al suo interno” continua il rappresentante dei cittadini. “Un fatto che nessun mette però in evidenza è che il Ballarin sorge all’ingresso di San Benedetto, e in quest’area sorge il quartiere di San Filippo Neri, il secondo quartiere più popoloso.”

“Come comitato di quartiere, ci teniamo a ribadire, con forza, che qualsiasi decisione venga presa, riguardo al Ballarin, non può non coinvolgerci in maniera diretta, anche perché riteniamo che quest’area debba essere messa al servizio della città e quindi anche del nostro quartiere.” 

“A tal fine, ci auspichiamo che la zona non venga destinata al beneficio di pochi, ma dell’intera collettività, con la creazione di aree verdi, centri d’incontro per i giovani e per gli anziani, luoghi in cui si possano organizzare manifestazioni e concerti, campo da gioco polivalente e quant’altro possa valorizzare questo luogo, nel ricordo di tutto quello che il Ballarin rappresenta per San Benedetto del Tronto.”

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.