GIULIANOVA – E’ stata scoperta sabato 21 aprile nella sala Buozzi di Giulianova, nel corso di una cerimonia organizzata da Walter De Berardinis e Sandro Galantini, storici giuliesi e Guardie d’Onore del Pantheon, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, una targa a ricordo di Francesco Paolo Rossi, nato a Giulianova, Guardia di Città, deceduto alla fine della Prima Guerra Mondiale a Verona.

Presenti il Prefetto di Teramo, il Questore, rappresentanti di tutte le Forze dell’Ordine, Dirigenti di Uffici pubblici ed una scolaresca del Liceo Scientifico “M. Curie”, nonché il Cappellano della Polizia di Stato Don Carmelo Pagano Le Rose che ha benedetto la targa.

Cerimonia toccante, accompagnata dalla Fanfara dei Bersaglieri di Bergamo che si è esibita lungo corso Garibaldi durante il corteo che ha visto sventolare i gonfaloni.

Francesco Paolo Rossi era una Guardia di Città, l’odierno agente di polizia. Era di stanza a Verona durante la Grande Guerra, città strategica considerata strategica per quel periodo. Aveva ricoperto ruoli delicati che comprendevano anche incarichi di controspionaggio.

De Berardinis, che ha eseguito una ricerca durata almeno due anni, è riuscito, grazie agli Archivi Storici di Stato a ricostruire la figura di Francesco Paolo Rossi.

La targa commemorativa sarà apposta nel cimitero monumentale di Giulianova il 2 novembre 2018 nel settore dedicato al ricordo di chi, nato a Giulianova, si è impegnato per la difesa dello Stato durante il primo conflitto mondiale, nonché personaggi che hanno contribuito in vario modo a dare lustro alla cittadina rivierasca.

E’ seguito un convegno durante il quale sono stati sottolineati i valori imprescindibili che caratterizzano la figura del poliziotto e del rappresentante delle Forze dell’Ordine in genere.

La cerimonia è stata voluta dagli organizzatori all’interno dei festeggiamenti della Madonna dello Splendore che vedranno il clou nella giornata di domani.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.