PORDENONE – Peggior sconfitta stagionale per i rossoblu che rimediano un duro 4 a 0 dal Pordenone in trasferta. Finita la partita abbiamo sentito il presidente Fedeli, che non era a Pordenone e che abbiamo raggiunto telefonicamente. Dei rossoblu parla solo Capuano, giocatori in silenzio stampa. Fra i ramarri parola ai due protagonisti Berrettoni, uomo assist, e Zammarini che con una tripletta, la prima in carriera rivelerà, si porta a casa il pallone.

FRANCO FEDELI: “Sono davvero amareggiato per questa partita, una delle peggiori sconfitte da quando sono alla guida della Samb. Avevamo problemi di formazione, può essere una spiegazione? No, noi non avevamo problemi di formazione ma problemi di testa, siamo bravi solo a fare chiacchiere. Chi vuole vincere lo fa, indipendentemente dalla formazione. Il Pordenone ha voluto fortemente vincere questa partita ed è sceso in campo con passione, noi no. Questa è una figura barbina, e non mi piace fare certe figure”.

EZIO CAPUANO: “Non voglio trovare alibi nelle assenze. Avevamo iniziato bene, col piglio giusto e trovandoci davanti alla porta in un paio di occasioni. Lì mi sono arrabbiato perché abbiamo fatto scelte sbagliate e tiri da 30 metri. Nella ripresa ci siamo sciolti, ognuno giocava per fatti suoi, sembravamo un gregge con tutti che provavano a fare giocate singole e il Pordenone ci ha umiliati. Mai presi 4 gol in carriera. Male la difesa? Non ho Nesta e Cannavaro, la colpa non è dei difensori ma dell’atteggiamento di squadra. Questo campionato però non va dimenticato, resterà nella storia. Molti di voi oggi tornano sulla terra perché secondo me viaggiavate sulla luna finora. Sconfitta che pesa? No, perché questo campionato resta indimenticabile.Di questa sconfitta mi prendo le responsabilità e spero che questo schiaffo ci possa essere utile. Le sostituzioni? Ho sostituito Gelonese perché era diffidato e anche gli altri cambi sono stati fatti guardando alle diffide.”

ROBERTO ZAMMARINI: “L’obiettivo è il raggiungimento dei playoff in una posizione il più alta possibile e questa è una vittoria fondamentale per la nostra classifica che, visto il risultato roboante, ci può dare morale per i playoff. È la mia prima tripletta e la voglio dedicare a famiglia, ragazza e squadra.  Con Berrettoni in squadra c’è da divertirsi e tutto diventa più semplice. Futuro? Sono in prestito ma qui a Pordenone mi trovo molto bene.

Saranno società e procuratore a fine campionato a decidere il mio futuro”.

EMANUELE BERRETTONI: “Dopo l’infortunio, finalmente mi sto allenando con continuità come, stobene come mai mi era successo finora quest’anno. Come squadra siamo molto contenti di questa prestazione che, dal risultato, può apparire facile ma non è stato affatto così. Rendimento stagionale sottotono?

Il nostro problema è stato quello di non aver potuto quasi

mai schierare la formazione migliore per via di diversi infortuni importanti  ma il passato non conta e ora dobbiamo cercare di entrare tra le prime dieci, anche se abbiamo una sola partita davanti a noi”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.211 volte, 1 oggi)