SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Nella giornata di mercoledì 18 aprile il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare – presieduto da Cesare Mastrocola ha sanzionato nuovamente 4 società di Serie C per alcune violazioni CO.VI.SO.C. Il TFN ha inflitto le seguenti penalizzazioni in classifica da scontare nella stagione in corso: 6 punti all’Arezzo (che passa così da -9 a -15, scivolando al penultimo posto a quota 30) nel Girone A e 6 punti al Matera (che passa da -3 a -9, scivolando al 12° posto a quota 40 e dunque uscendo dalla zona Play Off), 4 punti all’Akragas (che passa da -5 a -9; fanalino di coda già matematicamente retrocesso, scivola a quota 6) ed un punto al Siracusa (che passa da -4 a -5, scivolando in 10a posizione a quota 43) nel Girone C.
Tutto ciò avviene a sole 3 giornate dalla fine dei Campionati di Serie C. Sicuramente senza entrare nel merito delle decisioni riteniamo che fosse migliore il metodo utilizzato per sanzionare negli anni 80, quando le squadre penalizzate partivano con delle penalizzazioni e rimanevano quelle per tutta la stagione dall’inizio alla fine senza che durante l’anno gli fossero aggiunti o restituiti punti (di penalizzazione). Ad esempio si ricorda la penalizzazione di 9 punti alla Lazio (giunta 15a a pari punti [33; sarebbero stati 42 per la Lazio senza il -9] con Taranto e Campobasso) che riuscì ugualmente a salvarsi (dopo spareggio salvezza a 3 con Taranto anch’esso salvo e Campobasso che invece retrocedette dopo gli spareggi giocati sul neutro di Napoli) compiendo una grande impresa nella stagione 1986/87 in Serie B (dove c’era anche la Samb, giunta 14a con 34 punti).
Sotto le 3 classifiche dei Gironi di Serie C, due dei quali (A e C) aggiornate dopo le ultime penalizzazioni.

SERIE C:

Regolamento Play Off e Play Out 2017-18

CLASSIFICA Girone B:
1) Padova (31 gare giocate) 58 punti,

Zona Play Off
2) SAMB (31) 52,
3) Reggiana (31) 51,
4) Bassano Virtus (32) 47,
5) Mestre (32) 46,
6) Feralpisalò (32) 46,
7) Sudtirol Alto Adige (31) 46,
8) Triestina (31) 42,
9) Pordenone (32) 42,
10) Renate (31) 41,

11) Albinoleffe (31) 40,
12) Ravenna (31) 39,
13) Fermana (31) 37,
14) Santarcangelo (31)-(-1) 33,
15) Gubbio (32) 33,
16) Teramo (32) 33,

Zona play out
17) Alma Juventus Fano (31) 31,
18) Vicenza (31) (-4) 30.

Si giocherà un solo spareggio play out (17a vs 18a).

Modena (penalizzato di 5 punti da scontare in un qualsiasi Campionato a cui si dovesse iscrivere in futuro) radiato dopo la 12a giornata.

Mestre, Feralpisalò e Sudtirol Alto Adige sono attualmente quinte a pari punti (46) ma in base alla classifica avulsa a tre degli scontri diretti, la squadra veneziana risulta davanti (5a) a quella bresciana (6a) e a quella bolzanina (7a) nella griglia Play Off.

Triestina e Pordenone sono attualmente ottave a pari punti (41) ma in base agli scontri diretti (2-4 per la Triestina l’andata a Pordenone ed 1-1 il ritorno a Trieste) la squadra alabardata è davanti (8a) a quella ramarra (9a) nella griglia Play Off.

(-4)= 4 punti di penalizzazione inflitti martedì 27 marzo 2018 per violazioni Covisoc.

(-1)= un punto di penalizzazione inflitto lunedì 27 novembre per violazioni Covisoc.

Finora hanno riposato: Triestina (4 volte: 1a, 14a, 20a e 33a giornata), Teramo (3 volte: 2a, 17a e 21a giornata), Padova (3 volte: 3a, 22a e 30a giornata), Reggiana (3 volte: 4a, 22a e 23a giornata), Alma Juventus Fano (3 volte: 5a, 24a e 29a giornata), Vicenza (3 volte: 6a, 21a e 25a giornata), Renate (3 volte: 7a, 23a e 26a giornata), Gubbio (3 volte: 8a, 18a e 27a giornata), SAMB (3 volte: 10a, 20a e 29a giornata), Feralpisalò (3 volte: 11a, 19a e 30a giornata), Ravenna (3 volte: 12a, 24a e 31a giornata), Albinoleffe (3 volte: 13a, 27a e 32a giornata), Bassano Virtus (3 volte: 13a, 19a e 32a giornata), Fermana (4 volte: 14a, 16a, 33a e 35a giornata), Santarcangelo (3 volte: 15a, 31a e 34a giornata), Pordenone (3 volte: 15a, 18a e 34a giornata), Sudtirol Alto Adige (3 volte: 16a, 26a e 35a giornata) e Mestre (2 volte: 17a e 25a giornata).

Gare annullate e trasformate in riposi per le squadre che avevano affrontato il Modena prima della sua radiazione:
SAMB-Modena 2-0 (1a giornata), Modena-Vicenza 1-2 (2a giornata), Reggiana-Modena 1-0 (3a giornata), Modena-Renate 0-3 (4a giornata), Ravenna-Modena 1-0 (5a giornata), Modena-Mestre 0-3 a tavolino (6a giornata), Sudtirol Alto Adige-Modena 3-1 (7a giornata), Modena-Albinoleffe 0-3 a tavolino (8a giornata), Alma Juventus Fano-Modena non disputata (10a giornata; gara che era stata rinviata a data da destinarsi per i problemi societari del Modena), Modena-Padova 0-3 a tavolino (11a giornata) e Santarcangelo-Modena 3-0 a tavolino (12a giornata).

PROSSIMO TURNO, 36a giornata (17a di ritorno) di domenica 22 aprile 2018:
Albinoleffe-Reggiana (Gara posticipata a lunedì 23 aprile alle ore 20,30 ; all’andata 1-4 per la Reggiana)
Bassano Virtus-Gubbio (ore 16,30; all’andata 0-1 per il Gubbio)
Fermana-Padova (ore 16,30; all’andata 0-0)
Pordenone-SAMB (ore 16,30, sarà diretta da: Daniel Amabile di Vicenza, coadiuvato dgli assistenti: Matteo Michieli e Gianluca Sartori, entrambi di Padova; all’andata 1-1)
Ravenna-Vicenza (ore 16,30; all’andata 2-0 per il Ravenna)
Santarcangelo-Renate (ore 16,30; all’andata 0-0)
Sudtirol Alto Adige-Feralpisalò (ore 16,30; all’andata 1-2 per la Feralpisalò)
Triestina-Alma Juventus Fano (ore 14,30; all’andata 0-1 per il Fano)

Riposeranno: Mestre e Teramo (che avrebbe dovuto da calendario ospitare il Modena).

All’andata al Riviera delle Palme è finita 1-1 (51’Magnaghi [P], 67’Rapisarda [S]. Espulsi tutti nelle fila della Samb e per proteste: all’89’Di Massimo ed al 91’il direttore generale Gianni ed il Diesse Panfili) tra Samb e Pordenone, allora guidato da Leonardo Colucci.
La scorsa stagione in Lega Pro Girone B (19a giornata di domenica 18 dicembre 2016), al Comunale Ottavio Bottecchia la gara che fu giocata senza la presenza dei tifosi rossoblu (visto divieto deciso dal Prefetto di Pordenone dopo i fatti di Samb-Ancona) finì 1-1 (3’Lorenzo Sorrentino [S], 14’Misuraca [P]. Al 64’Arma del Pordenone ha fallito un rigore, parato dall’estremo ospite Aridità) tra il Pordenone allora guidato da Bruno Tedino (attuale tecnico del Palermo in Serie B) e la Samb, allora guidata da Ottavio Palladini.

Fasce orarie Girone B
Domenica orario d’inizio 14.30 e 18.30 nei mesi di Agosto, Settembre, Ottobre e Novembre 2017
Sabato orario d’inizio 14.30, 16.30, 18.30 e 20.30 nei mesi di Dicembre 2017, Gennaio e Febbraio 2018.
Domenica orario d’inizio 16.30 e 20.30 nei mesi di Marzo, Aprile e Maggio 2018.

GLI ALTRI 2 GIRONI DI SERIE C:

Recupero 29 giornata del Girone A di martedì 17 aprile 2018: Arezzo-Monza 0-1 (18’Mendicino)

Classifica Aggiornata Girone A:

1) Livorno 63,

2) Robur Siena 61,
3) Pisa 58,
4) Carrarese 53,
5) Viterbese Castrense 52,
6) Monza 51,
7) Alessandria 50,
8) Piacenza 45,
9) Olbia 43,
10) Pontedera 43,

11) Pistoiese 42,
12) Giana Erminio 41,
13) Lucchese 41,
14) Arzachena 38,
15) Pro Piacenza 35,

16) Gavorrano 33,
17) Cuneo 32,
18) Arezzo (-15) 30,
19) Prato 25.

(-15)= 15 punti di penalizzazione. Gliene erano stati inflitti due lunedì 27 novembre 2017 per violazioni Covisoc. Ma 1 gli era poi stato restituito venerdì 19 gennaio 2018. Ma poi giovedì 8 febbraio gli sono stati aggiunti 2 punti di penalizzazione a seguito di violazioni Covisoc. E successivamente martedì 27 marzo 2018 gli sono stati aggiunti 6 punti di penalizzazione sempre per violazioni Covisoc. Ed ancora mercoledì 18 aprile gli sono stati aggiunti altri 6 punti sempre per gli stessi motivi.

Finora hanno riposato: Pistoiese (1a e 20a giornata), Alessandria (2a e 21a giornata), Gavorrano (3a e 22a giornata), Prato (4a e 23a giornata), Pro Piacenza (5a e 24a giornata), Giana Erminio (6a e 25a giornata), Livorno (7a e 26a giornata), Carrarese (8a e 27a giornata), Pontedera (9a e 28a giornata), Piacenza (10a e 29a giornata), Cuneo (11a e 30a giornata), Arezzo (12a e 31a giornata), Arzachena (13a e 32a giornata), Olbia (14a e 33a giornata), Robur Siena (15a e 34a giornata), Monza (16a e 35a giornata), Viterbese Castrense (17a giornata), Lucchese (18a giornata) e Pisa (19a giornata).

Prossimo turno, 36a Giornata (17a di ritorno) di sabato 21 aprile 2018 :
Arzachena-Livorno (ore 14,30; all’andata 1-2 per il Livorno)
Carrarese-Pistoiese (Ore 20,30; all’andata 1-2 per la Pistoiese)
Gavorrano-Alessandria (ore 14,30; all’andata 2-3 per l’Alessandria)
Lucchese-Olbia (ore 14,30; all’andata 1-1)
Monza-Giana Erminio (Ore 20,30; all’andata 0-3 per la Giana Erminio)
Piacenza-Pro Piacenza (Ore 20,30; all’andata 1-1)
Pisa-Pontedera (Gara anticipata a venerdì 20 aprile alle ore 20,45 e che sarà trasmessa in diretta tv in chiaro su Sportitalia; all’andata 1-1)
Prato-Arezzo (Ore 20,30; all’andata 0-1 per l’Arezzo)
Robur Siena-Cuneo (ore 14,30; all’andata 0-2 per il Cuneo)

Riposerà: Viterbese Castrense.

Fascie orarie GIRONE A
Domenica orario d’inizio 16.30 e 20.30 nei mesi di Agosto/Settembre/Ottobre/Novembre 2017.
Domenica orario d’inizio 14.30 e 18.30 nei mesi di Dicembre 2017/Gennaio /Febbraio 2018.
Sabato orario d’inizio 14.30, 16.30, 18.30 e 20.30 nei mesi di Marzo/Aprile/Maggio 2018.

Recupero o meglio dire prosecuzione match della 32a giornata del Girone C di mercoledì 18 aprile 2018: Virtus Francavilla-Juve Stabia (Gara che domenica 25 marzo era stata sospesa al 53′ per impraticabilità di campo) 0-0

Classifica Aggiornata Girone C:

1) Lecce 71,

2) Catania 67,
3) Trapani 64,
4) Juve Stabia 51,
5) Monopoli 48,
6) Cosenza 48,
7) Rende 46,
8) Virtus Francavilla 44,
9) Casertana 44,
10) Siracusa (-5) 43,

11) Sicula Leonzio 42,
12) Matera (-9) 40,
13) Catanzaro 40,
14) Bisceglie 38,
15) Reggina 36,
16) Fidelis Andria (-3) 36,

17) Paganese 32,
18) Racing Fondi 26,

19) Akragas ^ (-9) 6.

^= Matematicamente e direttamente retrocesso in Serie D da 2 giornate . Dunque nel Girone C come in quello B si giocherà un solo spareggio play out.

(-9)= 9 punti di penalizzazione: Matera= ne erano stati inflitti 2 punti ma 1 gli era stato poi restituito il 19 gennaio 2018, ma poi lunedì 9 aprile 2018 gliene sono stati inflitti 2 per violazioni Covisoc e mercoledì 18 aprile altri 6 per lo stesso motivo; Akragas= 3 punti inflitti lunedì 27 novembre 2017, 2 aggiunti martedì 27 marzo 2018 e poi altri 4 mercoledì 18 aprile, tutti per violazioni Covisoc;

(-5)= 5 punti di penalizzazione: 4 inflitti martedì 27 marzo 2018 per violazioni Covisoc ed 1 aggiunto mercoledì 18 aprile per lo stesso motivo.

(-3)= 3 punti di penalizzazione: = 1 gli era stato inflitto lunedì 27 novembre 2017 per violazioni Covisoc, ma poi giovedì 8 febbraio 2018 gli sono stati aggiunti 2 punti di penalizzazione per lo stesso motivo

Restituito martedì 27 marzo il punto al Catanzaro che dunque non ha più penalizzazione.

Finora hanno riposato: Sicula Leonzio (1a e 20a giornata), Juve Stabia (2a e 21a giornata), Bisceglie (3a e 22a giornata), Casertana (4a e 23a giornata), Trapani (5a e 24a giornata), Rende (6a e 25a giornata), Fidelis Andria (7a e 26a giornata), Catania (8a e 27a giornata), Cosenza (9a e 28a giornata), Virtus Francavilla (10a e 29a giornata), Matera (11a e 30a giornata), Monopoli (12a e 31a giornata), Racing Fondi (13a e 32a giornata), Reggina (14a e 33a giornata), Siracusa (15a e 34a giornata), Paganese (16a e 35a giornata), Lecce (17a giornata), Catanzaro (18a giornata) ed Akragas (19a giornata).

Prossimo turno, 36a Giornata (17a di ritorno) di domenica 22 aprile 2018:
Casertana-Juve Stabia (ore 16,30; all’andata 2-2)
Catania-Trapani (Gara posticipata a lunedì 23 aprile alle ore 20,45 e che sarà trasmessa in diretta tv in chiaro su Rai Sport; all’andata 0-2 per il Trapani)
Cosenza-Rende (ore 14,30; all’andata 0-0)
Fidelis Andria-Matera (ore 18,30; all’andata 1-2 per il Matera)
Monopoli-Virtus Francavilla (ore 18,30; all’andata 1-2 per la Virtus Francavilla)
Paganese-Sicula Leonzio (ore 14,30; all’andata 3-0 per la Paganese)
Racing Fondi-Catanzaro (ore 14,30; all’andata 0-1 per il Catanzaro)
Reggina-Akragas (ore 16,30; all’andata 0-1 per l’Akragas)
Siracusa-Bisceglie (ore 14,30; all’andata 1-0 per il Siracusa)

Riposerà: Lecce.

Fasce orarie GIRONE C
Sabato orario d’inizio 14.30, 16.30, 18.30 e 20.30 nei mesi di Agosto/Settembre/Ottobre/Novembre 2017.
Domenica orario d’inizio 16.30 e 20.30 nei mesi di Dicembre 2017/Gennaio/Febbraio 2018.
Domenica orario d’inizio 14.30 e 18.30 nei mesi di Marzo/Aprile/Maggio 2017.

STATISTICHE SAMB :
E’ stata annullata la gara interna della 1a giornata vinta per 2-0 col Modena (radiato). Ha riposato alla 10a, alla 20a (1a di ritorno) ed alla 29a (10a di ritorno) giornata.
Vittorie: 14 * (3-2 interno col Feralpisalò alla 3a giornata, 0-2 a Gubbio alla 4a, altro 0-2, stavolta a Reggio Emilia sul campo della Reggiana alla 6a, 1-2 a Portogruaro [Venezia] sul campo del Mestre alla 7a, 3-1 interno col Santarcangelo all’8a, 1-2 a Ravenna alla 14a, 0-2 a Teramo alla 16a, 0-1 a Bergamo, sul campo dell’Albinoleffe alla 18a, 3-0 interno con la Fermana alla 21a, 0-1 a Santarcangelo di Romagna [Rimini] alla 27a, 2-0 interno col Renate alla 28a, 2-1 interno col Vicenza alla 31a, altro 2-1 interno, stavolta col Ravenna alla 33a e 2-0 interno col Teramo alla 35a)
Pareggi: 10 (1-1 a Meda [Monza e Brianza] sul campo del Renate alla 9a giornata, 0-0 interno col Fano all’11a, altro 0-0 interno stavolta con il Bassano Virtus alla 15a, 1-1 interno col Pordenone alla 17a, altro 1-1 interno, stavolta con la Triestina alla 19a, di nuovo un 1-1 interno, stavolta col Gubbio alla 23a, ancora un 1-1, stavolta esterno, a Padova alla 24a, 0-0 interno con la Reggiana alla 25a, 1-1 a Fano alla 30a ed altro 1-1 esterno, stavolta a Bolzano, sul campo del Sudtirol Alto Adige alla 32a)
Sconfitte: 7 (2-0 a Fermo sul campo della Fermana alla 2a giornata, 0-1 interno col Padova alla 5a, 2-1 a Vicenza alla 12a, altro 0-1 interno, stavolta col Sudtirol Alto Adige alla 13a , 1-0 sul campo della Feralpisalò alla 22a, 0-2 interno col Mestre alla 26a e 2-0 a Bassano del Grappa [Vicenza] alla 34a)
Gol fatti: 37 * (20 * in casa e 17 fuori; 4 su rigore) con 13 * diversi marcatori: Bellomo (1), Bove (2), Di Massimo (3), Di Pasquale (2), Vittorio Esposito (3 di cui 1 su rigore), Gelonese (4), Mattia (1), Mirko Miceli (1), Miracoli (10 di cui 3 su rigore), Rapisarda (3), Stanco (3), Tomi (2) e Vallocchia (1; poi passato all’Olbia nel mercato di gennaio). Alle reti degli 11 diversi marcatori rossoblu va aggiunta l’autorete di Maistrello (Ravenna) alla 14a giornata.
Gol subiti: 25 (12 in casa e 13 fuori).
Differenza reti: + 12 * (37-25)
Capocannoniere: Luca Miracoli con 10 reti (di cui 3 su rigore)
Punti interni: 27 * (su 16 * gare casalinghe), frutto di 7 * successi, 6 pareggi e 3 ko interni.
Punti esterni: 25 (su 15 gare in trasferta), frutto di 7 successi, 4 pareggi e 4 ko esterni.
Espulsioni (di giocatori): 2 (Di Massimo per proteste alla 17a giornata ed Alessandro Marchi per fallo da ultimo uomo alla 30a giornata)
Ammonizioni: 85 *.
Media inglese: -11.
Nella Coppa Italia Tim la squadra rossoblu dopo aver eliminato nel 1° Turno la Lucchese vincendo per 2-0 ai tempi supplementari (5’del 1°T.S. Tomi e 7’del 1°T.S. Di Massimo) tra le mura amiche del Riviera delle Palme, è stata eliminata nel 2° turno dal Cesena perdendo 2-1 (17’Laribi su rigore, 56’Alessio Vita, 92’Nicola Valente [S]) all’Orogel Stadium Dino Manuzzi.
Nella Coppa Italia di Serie C invece è entrata in gioco nel 1° Turno in gara unica della Fase Finale vincendo 1-3 (36’Valente, 44’Candellori, 46’Burzigotti [G], 79’Valente. Al 78’espulso Dierna del Gubbio per fallo da ultimo uomo) sul campo del Gubbio ed eliminandolo.
Ma poi nel 2°turno (sedicesimi di finale) sempre in gara unica è stata eliminata perdendo 3-1 (9’Di Pasquale [S], 65′ e 92 [2′ del 1°T.S.] Alfageme, 100’Cigliano. Espulsi: al 103′ il tecnico della Samb Capuano per proteste, al 113’Alfageme della Casertana e Patti della Samb per reciproche scorrettezze ed intemperanze) dopo i tempi supplementari sul campo della Casertana.

*= Annullato il 2-0 interno col Modena della 1a giornata e con esso i gol realizzati quel giorno da Troianiello (poi passato al Fano da svincolato a metà febbraio) e Nicola Valente e l’ammonizione subita (Damonte).

Statistiche PORDENONE (prossimo avversario della Samb nella 36a giornata):
Vittorie: 10 (Con Santarcangelo, Sudtirol Alto Adige, Alma Juventus Fano, Teramo, Ravenna, Vicenza, di nuovo col Teramo, poi con Gubbio, Fermana e Reggiana)
Pareggi: 12 (Con Bassano Virtus, Feralpisalò, Gubbio, Albinoleffe, Mestre, Fermana, Samb, Alma Juventus Fano, di nuovo con Bassano Virtus ed Albinoleffe, poi con Triestina e Vicenza)
Sconfitte: 10 (Con Triestina, Reggiana, Padova, Renate, Santarcangelo, Feralpisalò, Sudtirol Alto Adige, Ravenna, Mestre e di nuovo col Padova)
Gol fatti: 41 (26 in casa e 15 fuori; 2 su rigore) segnati con 16 diversi elementi: Bassoli (1), Berrettoni (1), Burrai (4 di cui 2 su rigore), Ciurria (6), Danza (2), De Agostini (2), Formiconi (3), Federico Gerardi (7), Magnaghi (4), Martignago (1; poi passato al Mestre nel mercato invernale), Misuraca (2), Nocciolini (1), Giulio Parodi (1), l’attaccante spagnolo Sainz-Maza (3; poi passato al Pisa nel mercato di gennaio), Mirko Stefani (1) e Zammarini (2).
Gol subiti: 43 (24 in casa e 19 fuori)
Differenza reti: -2 (41-43)
Capocannoniere: Federico Gerardi con 7 gol all’attivo.
Punti interni: 23 (su 15 gare casalinghe), frutto di 6 successi, 5 pareggi e 4 ko interni.
Punti esterni: 19 (su 17 gare in trasferta), frutto di 4 successi, 7 pareggi e 6 ko esterni .
Espulsioni (di giocatori): 3
Ammonizioni: 66.
Media inglese: -20.
Il Pordenone è una squadra dell’omonimo comune friulano.
La scorsa stagione è giunto 3° nel Girone B di Lega Pro. Ha poi partecipato ai Play off dove dopo aver eliminato Bassano (1a Fase) e Cosenza (2a Fase) è stato eliminato nelle semifinali in gara unica a Firenze perdendo (4-5) ai rigori col Parma dopo l’1-1 dei tempi regolamentari e supplementari.
Nel suo Palmares ci sono: un Campionato di Promozione Friuli Venezia Giulia Girone A (vinto nella stagione 1994/95), una Coppa Italia Dilettanti del Friuli Venezia Giulia (vinta nella stagione 2004/05), 2 Campionati d’Eccellenza Friuli Venezia Giulia (vinti nelle stagioni: 2005/06 e 2007/08), 3 Campionati di serie D (vinti nelle stagioni 1978/79 [Girone B], 2001/02 [Girone C] e 2013/14 [Girone C]) ed uno Scudetto di Serie D (vinto nella stagione 2013/14 battendo in finale la Lupa Roma).
La formazione di Fabio Rossitto (che ha rilevato alla 26a giornata l’esonerato Leonardo Colucci) nell’attuale Campionato è 8a (e dunque in zona Play Off) a pari punti (42) con la Triestina ma in base agli scontri diretti risulta dietro (9a) in classifica. 42 punti in 32 gare (ha riposato alla 15a, 18a e 34a giornata), frutto di 10 successi (0-1 a Santarcangelo di Romagna [Rimini] alla 1a giornata, 3-1 interno col Sudtirol alla 2a, 0-1 a Fano alla 3a, 4-2 interno col Teramo alla 5a, 2-1 interno col Ravenna all’8a, 3-2 interno col Vicenza alla 16a, 0-1 a Teramo alla 24a, 2-3 a Gubbio alla 26a, 2-0 interno con la Fermana alla 30a e 4-3 interno con la Reggiana alla 32a), 12 pareggi (2-2 a Bassano del Grappa [Vicenza] alla 4a giornata, 0-0 sul campo della Feralpisalò alla 6a, 2-2 interno col Gubbio alla 7a, 1-1 a Bergamo, sul campo dell’Albinoleffe alla 9a, 2-2 interno col Mestre alla 10a , 0-0 a Fermo all’11a, 1-1 sul campo della Samb alla 17a, 0-0 interno col Fano alla 22a, 1-1 interno col Bassano alla 23a, 0-0 interno con l’Albinoleffe alla 28a, 1-1 a Trieste alla 31a ed altro 1-1 esterno, stavolta a Vicenza alla 35a) e 10 ko (2-4 interno con la Triestina alla 12a giornata, 1-0 a Reggio Emilia alla 13a, 1-2 interno col Padova alla 14a, 1-0 a Meda [Monza e Brianza] sul campo del Renate alla 19a, 0-1 interno col Santarcangelo alla 20a, 0-3 interno con la Feralpisalò alla 25a, 1-0 a Bolzano, sul campo del Sudtirol nel recupero della 21a giornata, altro 1-0 esterno, stavolta a Ravenna alla 27a, 4-3 a Portogruaro [Venezia] sul campo del Mestre alla 29a e 3-0 a Padova alla 33a) .
Nella Coppa Italia Tim la formazione ramarra è l’unica compagine di Serie C ad essere approdata quest’anno agli ottavi dove poi è stata eliminata. Ma prima di andare fuori aveva superato ben 4 turni in gara unica. Al 1° turno ha battuto per 2-0 (20’Buratto, 90’Burrai su rigore. Al 75’espulso per proteste il tecnico del Matelica Tiozzo) ed eliminato il Matelica. Nel 2° turno ha vinto per 1-2 (13’Martignago, 60’Stefano Moreo [V], 77’Burrai. Al 77′ Burrai del Pordenone ha fallito un rigore, parato dall’estremo lagunare Audero, ma poi sulla ribattuta ha depositato la sfera in rete. Al 93′ espulso Martignago del Pordenone per doppia ammonizione) sul campo del Venezia, eliminandolo. Nel 3° turno ha battuto in rimonta per 3-2 (6’e 47′ Di Piazza [L], 78’Raffini, 83’Burrai su rigore, 90’Giulio Parodi) tra le mura amiche del Bottecchia ed eliminato il Lecce. E poi al 4° turno ha compiuto l’impresa di espugnare per 1-2 (7’Sainz Maza, 18’Dessena [C], 62’Bassoli) il campo del Cagliari, eliminandolo. Ma poi come detto sopra agli ottavi sempre in gara unica è stata eliminata perdendo (5-4) ma solo ai rigori sul campo dell’Inter dopo lo 0-0 dei tempi regolamentari e supplementari. Sequenza rigori: Misuraca (P) parato, Brozovic (I) gol, Burrai (P) gol, Perisic (I) gol, Magnaghi (P) gol, Skriniar (I) parato, Lulli (P) alto sopra la traversa, Gagliardini (I) parato, Stefani (P) gol, Icardi (I) gol, Ciurria (P) gol, Vecino (I) gol, Giulio Parodi (P) parato e Nagatomo (I) gol.
Nella Coppa Italia di Serie C, invece è entrata in gioco nel 2° Turno ed è stata subito eliminata perdendo 2-1 (46’Gianmario Comi, 55’Raffini [P], 78’Gianmario Comi) sul campo del Vicenza.

Queste le squadre dei rispettivi 9 Gironi di Serie D in testa al proprio Girone e dunque vicine alla promozione in Serie C a 3 giornate dalla fine:
Girone A (a 20 squadre) : Gozzano *;
Girone B (a 19 squadre, visto il ripescaggio in soprannumero della Calcio Romanese) : Rezzato * ;
Girone C : Virtus Vecomp Verona * ;
Girone D (a 20 squadre): Rimini;
Girone E: Albissola * ;
Girone F: Matelica * ;
Girone G : Rieti * ;
Girone H : Potenza *;
Girone I : Vibonese *, Nocerina * e Troina * prime a pari punti (61)
In neretto la squadra matematicamente promossa in Serie C
*= squadre in testa al proprio Girone ma non ancora matematicamente promosse in Serie C.
Le 9 vincitrici dei rispettivi gironi si giocheranno poi lo Scudetto Dilettanti


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.